Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Didattica-Alimentazione  >  Alimenti

Riconoscimenti profScaglione.it

©

Info Utenti

Login

Nickname:
Password:
Login:

 

Social Registration Registrati
Passa da qui se hai già un account su Facebook

Termini di Servizio

Clicca su Accetto Termini Servizio per la loro accettazione e per dichiarare di avere almeno 13 anni: ti compariranno i loghi Social con cui potrai registrarti istantaneamente!


 

Ciao Utente Anonimo



Registrati direttamente qua su profScaglione.it

   Registrati


Hai perso la tua Password?




 

Guarda Lista Membri WebCommunityLab
Utenti

Membri del Sito:
Ultimi Membri Registrati alla WebCommunityLab Ultimo registrato:
     Jacomagri 
Numero totale Membri WebCommunityLab Complessivi: 1670

Persone Online:
Numero degli Ospiti Online in questo momento Ospiti: 69
Numero dei Membri Online in questo momento Iscritti: 0
Numero complessivo utenti online in questo momento Totale: 69

Traffico:



Navigazione Sito

 Ambienti 
 HOME PAGE
 Ambienti
 Info-Statistiche
 Notizie-Scuola
 Didattica-Alimentazione
 Social-Community
 Giochi-Svago
 Aiuto-Risorse
 Info 
 Info-Statistiche
 Dedica Sito
 Chi siamo?
 Riconoscimenti
 Staff
 Contattaci
 Richieste
 Mappa Sito I
 Mappa Sito II
 Raccomanda il Sito
 Progetto_El_Awards2
 Presentazione WebCommunityLab
 Progetti
 Fai Proposte sui Progetti
 Partecipa alla WebCommunity
 Privacy
 TerminiServizio
 Materiali di Servizio
 Attività Didattica
 Bibliografia-Crediti
 Rss Notizie Scuola
 Rss Community
 Rss Enciclopedie Vocaboli
 Rss Ricette Community
 Rss Alimenti Community
 Rss Video YouTube
 Sistema Ricerca Globale
 Statistiche 
 Info-Statistiche
 I Video più Visti
 Ricette più Viste
 Ricette più Votate
 Alimenti più Visti
 Alimenti più Votati
 Statistiche Forum
 Sondaggi
 Top Ten
 Sistema Ricerca Globale
 News Scuola 
 Notizie-Scuola
 News Scuola
 Argomenti Notizie Scuola
 News Ctg Prof
 News Ctg Stud-Prof
 News Ctg Studenti
 News Ctg Genitori-Stud
 News Ctg Presidi
 News Ctg Scuole
 News Ctg ATA
 News Ctg IPSSAR Nembro
 News Ctg Tutti
 Archivio Notizie Scuola
 Tags Scuola
 Forum Esami di Stato
 Forum Nuovi IPSSAR
 Video Ufficiali
 Post-it Mail
 Rss Scuola
 Sistema Ricerca Globale
 Didattica 
 Didattica-Alimentazione
 News Alimentazione
 Argomenti Alimentazione
 News Ctg Classi 1^
 News Ctg Classi 2^
 News Ctg Classi 3^
 News Ctg Classi 4^
 News Ctg Classi 5^
 News Ctg Tutte le Classi
 News Novità Sito
 Archivio News Alimentazione
 Materiali
 Enciclopedie
 Prove Strutturate
 Interrogatore
 Forums
 Mappa Ipertestuale Alimentazione Classe 5^
 Tags Alimentazione
 Ricette
 Alimenti
 Milionario-Alimentazione
 Cruciverba-Alimentazione
 Impiccato Cl. 1^
 Impiccato Cl. 2^
 Impiccato Cl. 3^
 Impiccato Cl. 4^
 Impiccato Cl. 5^
 Gallery Classi 3^
 Calcolo I.M.C.
 Fabbisogni Energia
 Equivalenze
 Classifica Membri WCL
 Acronimi
 Le Scienze I
 Rss Alimentazione
 Rss Ministero Salute
 Expose
 Sistema Ricerca Globale
 Social-Community 
 Social-Community
 Fan-Facebook-Twitter
 Bacheca Membri
 Il Tuo Account
 Sms
 Messenger
 The Wall - Muro
 Messaggi Privati
 Lista Utenti
 Chat
 Lista Utenti
 Classifica Membri WCL
 Video You Tube
 Compleanni
 Poesie
 Racconti Narrativa
 Guestbook Sito
 Proponi Download
 Cartoline Virtuali
 Citazioni
 Accadde Oggi
 Barzellette
 Sistema Ricerca Globale
 Giochi 
 Giochi-Svago
 Tris
 Impiccato Cl. 1^
 Impiccato Cl. 2^
 Impiccato Cl. 3^
 Impiccato Cl. 4^
 Impiccato Cl. 5^
 Scacchi
 MasterMind
 Sudoku
 Coloku
 Cruciverba-Alimentazione
 Cerca Parole
 Milionario-Alimentazione
 Giochi in Flash
 Sala Giochi
 Crea Avatar
 Sistema Ricerca Globale
 Svago e Relax 
 Giochi-Svago
 Video You Tube
 I Tuoi Video
 Ultimi Video
 Top Ten Video
 Ultimi Commenti Video
 Barzellette
 Gazzetta dello Sport
 Rss La Repubblica
 Rss Corriere Sera
 Le Scienze I
 Le Scienze II
 Ricette
 Citazioni
 Accadde Oggi
 Cani
 Gatti
 Pesci
 Uccelli
 Rettili
 Automobili
 FIFA World Cup
 CalcioEuropei 2008
 Sistema Ricerca Globale
 Aiuto 
 Aiuto-Risorse
 Come_Registrarsi
 Aiuto Online
 Contattaci
 Invio Files Materiali
 Richieste
 MyTutoriaUp
 Sistema Ricerca Globale
 Cerca in Eventi Storici
 Cerca in Acronimi
 Cerca in Barzellette
 Cerca in Poesie Amore
 Cerca in Altre Poesie
 Cerca Utenti
 Cerca Notizie Scuola
 Cerca News Community
 Cerca nei Forums
 Cerca in Ricette
 Cerca in Alimenti
 Cerca in Enciclopedia Alimenti
 Cerca in Enc. TSPC-TSPS
 Cerca in Gallery Multimediale
 Cerca nei Downloads
 Cerca in Rss
 Risorse 
 Aiuto-Risorse
 Invia Articolo o Ricerca
 Downloads
 Proponi Download
 Crea Password
 Post-it Mail
 Codice Fiscale
 Crea Tuo SitoWeb
 Crea Tua WebPage
 Whois
 Nuke Generator
 GUIstuff
 Nuke Tools
 PHP-Nuke Tools
 Flash Tools
 Style Tools
 Crea Bottoni
 Creazione Banner
 Testo Scorrevole
 Testo 3d
 Convertitore Date Unix
 Byteconverter
 Sistema Ricerca Globale
 Partecipa 
 Partecipa alla WebCommunity
 News Alimentazione
 Invia Articolo Scuola
 Invio Files Materiali
 Invia Vocabolo Enciclopedia
 Invia Ricetta
 Invia Alimento
 Invia Video YouTube
 Invia Tua Data Compleanno
 Invia Tuo Muro
 Invia Tua Poesia
 Invia Indovinello
 Invia Barzelletta
 Invia Citazione
 Invia Evento Storico
 Proponi Download
 Invia Compleanno
 Invia Img x Gallery
 Fai Proposte sui Progetti
 Segnala o Consiglia
 Sistema Ricerca Globale

Enciclopedie

Enciclopedia Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia

Ultimi vocaboli inseriti:
 Fenilbutazone
 Mitocondri
 Microrganismo
 Molecola
 Estere

Enciclopedia Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia

Ultimi vocaboli inseriti:
 Criollo
 Temperaggio
 [Semi di cacao]
 Grado alcolico
 Filtrare

Concetti Alimentazione

Ricerca Globale





Social

Condividi WebCommunityLab su
Facebook e Twitter


la WebCommunityLab è su Facebook!

Diventa Fan della WebCommunityLab:


la WebCommunityLab è su Twitter!


Guarda il canale wcl su YouTube!

Vai alla pagina della WebCommunityLab su YouTube

 

Count Down

Alla Fine della Scuola mancano .....
3 anni, 163 giorni, 19 ore, 41 minuti, 45 secondi fa


WebCommunityLab Mobile

WebCommunityLab di profScaglione.it è anche Mobile: le ultime 10 `News del Sito` e le ultime 10 `News della WebCommunityLab`, direttamente da cellulari, palmari e smartphone, attraverso delle pagine `leggere` create appositamente per questo scopo! Da non usare con il normale pc!
Questo è il link da digitare sul tuo Cellulare:
www.profscaglione.it/mobile

Video Casuale Alimentazione

Acronimo casuale



H.A.C.C.P.

Significa
Hazard Analysis and Critical Control Points O Analisi dei rischi e dei punti critici di controllo

  
 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help


Condividi su Facebook WebCommunityLab



 



_RECIPESWP


Alimenti - Ingredienti



Home Alimenti | Cerca | I più letti | I più votati


 

GUARDA TUTTI|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z
Categoria
Categoria
1 Alimenti Primo Gruppo INRAN
1 Alimenti Primo Gruppo INRAN
(6)
2 Alimenti Secondo Gruppo INRAN
2 Alimenti Secondo Gruppo INRAN
(2)
3 Alimenti Terzo Gruppo INRAN
3 Alimenti Terzo Gruppo INRAN
(3)
4 Alimenti Quarto Gruppo INRAN
4 Alimenti Quarto Gruppo INRAN
(0)
5 Alimenti Quinto Gruppo INRAN
5 Alimenti Quinto Gruppo INRAN
(1)
Bevande alcoliche
Bevande alcoliche
(0)
Bevande analcoliche
Bevande analcoliche
(0)
Carni conservate
Carni conservate
(0)
Carni fresche
Carni fresche
(1)
Cereali e Derivati
Cereali e Derivati
(3)
Dolci
Dolci
(2)
Erbe e Spezie
Erbe e Spezie
(0)
Formaggi Latticini
Formaggi Latticini
(0)
Frattaglie
Frattaglie
(0)
Frutta
Frutta
(0)
Latte Yogurt
Latte Yogurt
(2)
Legumi
Legumi
(1)
Oli e Grassi
Oli e Grassi
(1)
Prodotti Pesca
Prodotti Pesca
(1)
Prodotti Vari
Prodotti Vari
(0)
Uova
Uova
(0)
Verdure e Ortaggi
Verdure e Ortaggi
(2)
Ritorna a Elenco Alimenti

Pagina stampabilePagina stampabile


Olio



Categoria: 5 Alimenti Quinto Gruppo INRAN, Oli e Grassi

Nome:

Olio

Categoria:

Lipide alimentare da condimento

Stagionalità:

Annuale

Costo al kg o l:

Dipende da diversi fattori (es. lavorazione, provenienza, tipo di olive)

Gruppo I.N.R.A.N.:

quinto

Nutrienti principali:

trigliceridi, vitamine , lipidi













Generalità (definizione, aspetti storici, produzione, consumi, aspetti merceologici).
Caratteri fisici ed organolettici.




Olio: l' Alimenti: Olioolio è una sostanza grassa che si presenta liquida a temperatura ambiante, che si ricava dalla spremitura dei frutti (le olive o drupe) dell'olivo, il cui nome scientifico è Olea Europea.
L'olio è un alimento ricco di Enciclopedia: Trigliceriditrigliceridi Enciclopedia: Vitaminevitamine e Enciclopedia: Lipidilipidi ( 100g per 100g di Alimenti: Olioolio ) e gli viene attribuito il ruolo di “re della tavola e della cucina”.

All' Alimenti: Olioolio, ma soprattutto all' ulivo, viene attribuito, sin dal passato, il simbolo di vita e speranza. Durante la sua storia, l'olio fu protagonista di moltissimi rituali religiosi tanto da essere considerato sacro e da rappresentare, secondo gli scritti del Vecchio testamento, l'anello di collegamento tra la morte terrena e la vita eterna.
Sembra che l' ulivo abbia avuto origine nelle regioni tra l'Acrocoro Armeno, il Pamir e il Turkestan da dove si sarebbe diffuso poi in tutta l'area Mediterranea.
I popoli semiti, che vivevano nel sud del Caucaso, a ovest dell'altipiano iraniano furono i primi ad avere una coltivazione di olivo.
Fu la prima specie arborea ad essere addomesticata dall'uomo e a partire dal 2500 a. C. I babilonesi iniziarono il suo commercio.
I magazzini delle città babilonesi potevano contenere fino a 80000 hl di Alimenti: Olioolio.
Nel 4000 a. C. comparve in Palestina e nel 1000 vennero documentate i primi frantoi formati da due pietre, una concava e una convessa, in cui venivano messe le olive per poter essere spremute.
Si può dire che la storia dell' Alimenti: Olioolio assomigli ad una sinusoide, cioè ha incontrato periodi alterni di grande crescita e ascesa ed altri di crisi.
Si diffuse inizialmente nell'impero Romano, in Grecia, in Cirenaica e a Cartagine, aree nelle quali si iniziò una produzione di tipo intensivo che segnò la grande ascesa dell' Alimenti: Olioolio. Quest'ultimo assolveva diverse funzioni: medicina, combustibile, cibo, unguento.
Ad Atene e a Roma l'olio veniva utilizzato molto per la cura del corpo. Le persone infatti dopo ogni bagno si massaggiavano la pelle ungendosi con l'olio.
Attorno al VIII secolo l'olio incontra il suo primo “ periodo di difficoltà”. Questa sua crisi era dovuta principalmente al declino dell' Impero Romano e al conseguente arrivo delle popolazioni barbare. Le guerre portarono molti danni e le persone non avendo più tempo da dedicare agli uliveti decisero di lasciarli al proprio destino. I pochi alberi rimasti erano essenzialmente destinati all' autoconsumo. Inoltre le città consumavano sempre più Alimenti: Carnecarne e il crescente numero di greggi di capre, montoni ecc. creava problemi, visto che gli Enciclopedia: Animalianimali si nutrivano anche delle chiome delle giovani Enciclopedia: Piantepiante e dei nuovi getti che comparivano sul tronco. L'ulivo riuscì comunque a sopravvivere negli orti dei conventi e nei feudi fortificati.
Alla fine di queste guerre i contadini che avevano abbandonato i propri campi tornarono a coltivarli.
Questo portò ad una rinascita agricola che si fece più intensa a partire dal 1100; l' agricoltura cambia radicalmente e si cominciano a rivedere intere distese di olivi. Inoltre aumenta anche la richiesta di Alimenti: Olioolio. La popolazione aumentava a dismisura anche grazie alle possibilità economiche e quindi cresceva il fabbisogno e la richiesta d'olio e i comuni italiani si impegnavano a produrne sempre di più.
Si capì che l'olio era un alimento che poteva fruttare un enorme ricchezza ed iniziò così la sua esportazione che lo vide arrivare in Romania, a Bisanzio e persino in Egitto e in breve tempo questo favorì lo sviluppo della grande fortuna commerciale della repubblica di Venezia.
Successivamente subì un altro forte declino attorno al XVI e XVII secolo. Questi due secoli portarono nuove guerre, disordini, rivolte politiche che pesarono sull'agricoltura tanto da mettere in crisi il mercato oleario. Gli alberi resistono ma i i raccolti sono pessimi. Questa situazione si diffuse in tutta l'area mediterranea ad eccezione di due regioni italiane: la Toscana e la Sardegna.
Proprio da queste due regioni ricominciò il grande cammino dell' Alimenti: Olioolio. Attorno al XVIII secolo , il secolo dei lumi, ci fu un vero e proprio boom sia del commercio che della produzione dell'olio.
Questo fatto era dovuto anche alla fondazione della prima accademia economico-agraria nel 1753. Nel 1775 l' Alimenti: Olioolio rappresentava circa il 71% di tutta la produzione agricola. Il grande secolo dell'olio non inizio però nel migliore dei modi in Italia. Qui, infatti, nel Gennaio del 1709 “il gran nevone” causò la morte della maggior parte delle Enciclopedia: Piantepiante, con una forte perdita sulla produzione. In Francia, in questo periodo veniva consigliato a coloro che avevano acciacchi o per i vermi intestinali. Papa Pio VIII nel 1830prometteva un premio a tutti coloro che avessero coltivato almeno una pianta di ulivo.
Da allora l'olio ha continuato la sua ascesa fino ai nostri giorni. L' Alimenti: Olioolio oggi prende la posizione di “re della tavola” ed è l'alimento base della dieta mediterranea.


Coltivazione, raccolta


Fattori molto importanti per la coltivazione dell'ulivo sono l'esposizione e il luogo in cui vengono coltivate le Enciclopedia: Piantepiante . Nelle aree più settentrionali è preferito un orientamento a nord meno soggetto a sbalzi di temperatura, di conseguenza posizioni collinari elevate e ventilate sono le più convenienti per ottenere raccolti pregiati. La pianta riesce a resistere anche a inverni lunghi e rigidi, sono invece le gelate improvvise che “bruciano” i nuovi germogli. Non necessita di molta acqua durante la fioritura. Per favorire una crescita migliore si applicano al terreno cure come la concimatura, l'irrigazione e la lavorazione che ha lo scopo di aumentare la fertilità del terreno. Altri fattori importanti per la coltivazione sono la latitudine e i fattori climatici: in particolare l'umidità e il gelo. ;;
Esistono diverse forme di allevamento dell' ulivo. Sono :
- monocomo: la chioma ha la forma di un cono con la punta verso l'alto
- vaso policonico: è la più diffusa. Tronco corto da cui partono tre o più rami con chiome coniche
- vaso cespugliato: chioma bassa per facilitare la raccolta a mano. Formata da tre o quattro rami inclinati verso l'esterno.
- siepone: ulivi lasciati crescere liberamente in fila con poca distanza fra i vari alberi
- globo: usato nelle regioni con illuminazione intensa. La chioma prende la forma di una sfera.
La riproduzione delle Enciclopedia: Piantepiante avviene generalmente con il metodo delle talee. È un metodo di radicazione diretta nel quale vengono trattati con sostanze ormonali i piccoli ramoscelli che in breve tempo cresceranno e si avranno Enciclopedia: Piantepiante identiche a quella da cui hanno avuto origine.

La maturazione delle drupe è a sua volta suddivisa in alcune fasi che iniziano ad ottobre e che dipendono dalle condizioni climatiche e dalla disponibilità di acqua.
Inizialmente si ha un cambiamento di colore del frutto ( ingiallimento). Poi si cominciano a formare delle macchie rossastre sulla buccia del frutto ( invaiatura superficiale) e infine si verifica l'invaiatura profonda, fase nella quale avviene la maturazione completa del frutto.
Il frutto ha una forma ovale di colore nero-violaceo suddivisa in:
-epicarpo o buccia: è la parte esterna rivestita di sostanze cerose protettive
-mesocarpo o polpa: è ricca di Alimenti: Olioolio e di acqua di vegetazione
-endocarpo o nocciolo: è la parte legnosa racchiusa nel frutto
-seme: contenuto all'interno del nocciolo è circondato da albumine ( endosperma) a sua volta racchiuso da una membrana ( episperma). L'olio è localizzato quasi totalmente nella Enciclopedia: Polpapolpa.
Drupe e olivi possono andare incontro ad alcune malattie. La malattia più diffusa e pericolosa è la mosca olearia. L'insetto incide la buccia e ci depone un uovo e poi richiude il buco con la sua saliva. In quattro giorni cresce una larva che si trasforma in un esemplare adulto che andrà a deporre altre uova. L'oliva colpita rammollisce, si degrada e cade.
La raccolta delle olive non avviene in un preciso periodo dell'anno. Avviene tra novembre e febbraio e questo dipende dalla latitudine e dall'esposizione.
Esistono quattro metodi differenti di raccolta:
-brucatura: è la pratica migliore che consiste nel passare quotidianamente negli uliveti e raccogliere a mano le olive pronte. È un metodo che da oli particolarmente pregiati, ma la manodopera ha un costo elevatissimo. Questo metodo può essere meccanizzato con l'utilizzo di pettini oscillante che provoca la caduta delle olive pronte ( pettinatura)
-bacchiatura: viene fatta mediante l'utilizzo di pertiche che provocano la caduta delle olive su dei teli posti a terra.
-raccolta meccanica: è effettuata tramite degli scuotitori che trasmettono ai tronchi delle vibrazione. Se da un lato consente di avere una maggiore lavoro dall'altra provoca danni alle Enciclopedia: Piantepiante.
-raccolta a terra: si effettua raccogliendo le olive spontaneamente cadute a terra. Questo metodo è però da escludere perché muffe, Enciclopedia: Funghifunghi e parassiti potrebbero attaccare e infettare le drupe provocando così delle alterazioni.

guarda la mappa concettuale

Lavorazione ( come si fa l'olio )
Le olive raccolte vengono trasportate e lavorate in breve tempo al frantoio per evitare qualsiasi Enciclopedia: Alterazionealterazione.
L'estrazione dell'olio dalle olive avviene seguendo vari passaggi:
1) Cernita e Lavaggio: le olive vengono selezionate e lavate meccanicamente per levare le impurità.
2) Frangitura o molitura: in questa fase la buccia, la Enciclopedia: Polpapolpa e il nocciolo vengono ridotti in pasta formata da frammenti grossolani. I frangitoi moderni permettono di regolare la finezza della pasta.
3) Gramolatura: Consiste nel continuo amalgamento della pasta unito a riscaldamento come la lavorazione svolta dalle mescolatrici palnetarie. Questa azione permette di completare la rottura delle cellule e quindi la separazione dell'olio dagli altri componenti. Il prodotto gramolato è deperibile e deve essere lavorato al più presto prima che si ossidi
4) Estrazione meccanica: porta alla definitiva separazione di buccia, Enciclopedia: Polpapolpa e nocciolo. Da una parte si forma l'elemento liquido ( Alimenti: Olioolio + acqua di vegetazione ) dall'altra la sansa che è costituita da noccioli e buccia. Esistono due metodi di estrazione: a presse e per centrifugazione. La pressatura; è un metodo discontinuo che prevede di sottoporre ad alta pressione la pasta gramolata per favorire la fuoriuscita del mosto. La pasta è spalmata in spessori di tre centimetri ( fiscoli ) che sono impilati su un tubo di acciaio forato. Ogni quattro-cinque fiscoli si mette un disco in acciaio con appositi fori di scolo. La torre formata viene messa sotto una pressa idraulica che la sottopone a pressione. Durante la pressione il mosto è spinto fuori e cola in apposite vasche di raccolta. Questo sistema tende ad essere abbandonato a per motivi economici ed igenici nonostante sia stato evidenziato che tramite l'estrazione a pressione si ottengono oli più colorati e ricchi di Enciclopedia: Aromiaromi.
La centrifugazione è un metodo continuo che prima agisce facendo dividere la sansa dalla parte liquida e poi divide l'olio dall'acqua di vegetazione. Le paste dopo la gramolatura sono bagnate con acqua tiepida e messe negli estrattori centrifughi ( decanter ). Al suo interno è presente una grossa vite senza fine che porta la sansa a dividersi dal resto del impasto ( quest'ultima poi viene mandata agli impianti di raffinazione ) e il mosto , durante il processo, a dividersi dalla impurità e dall' acqua di vegetazione.
Un altro metodo è la percolazione: vengono immerse ritmicamente nell'estrattore delle
lamine d'acciaio alle quali si attacca l'olio che viene poi messo in dei raccoglitori.
5) Centrifugazione: avviene un ultima centrifugazione per “pulire” definitivamente l'olio dalle impurità.
6) Chiarificazione e filtrazione: l'olio ottenuto viene filtrato per liberarlo dalle particelle d'aria che sono sospese su di esso.
7) Conservazione: è fatta in apposite cisterne e serve per far maturare l'olio.
8) Confezionamento: fatto generalmente in bottiglie di vetro.

Lavorazione: la sansa
la sansa è quel composto di noccioli, bucce che si ricava dalla pressatura e dalla centrifugazione. La sansa contiene circa il 5-6% di Alimenti: Olioolio che viene estratto in dei sansifici dove viene messa a contatto con solventi come la trielina, l' esano che verranno poi eliminati con la rettificazione.

Lavorazione: Alimenti: Olioolio di semi
l'olio di semi è una sostanza grassa che si ricava dalla lavorazione dei frutti o dei semi di molte Enciclopedia: Piantepiante. Questi oli si suddividono in:
1) oli monoseme: ricavati da una sola specie vegetale;
2) oli di semi vari: ricavati da una miscela che contiene diversi oli di semi;
3) oli dietetici: arricchiti con sostanze Enciclopedia: Nutrientinutrienti come Enciclopedia: Vitaminevitamine ( sono però inadatti alla Enciclopedia: Cotturacottura )

L'olio di semi si ottiene seguendo un processo formato da tre frasi:
1) trattamenti di preparazione: sono la pulitura, eventuale sgusciatura e trattamenti termici per inattivare le reazioni degli Enciclopedia: Enzimienzimi;
2) estrazione: è la fase in cui si estrae l'olio dai semi o tramite pressatura ( semi oleosi ) o con l'utilizzo di solventi ( semi poco oleosi );
3) rettificazione: è un processo industriale chiamato anche raffinazione a cui l'olio è sottoposto per eliminare acidità, odori sgradevoli ed impurità.

Consumo

Glia oli che vengono maggiormante consumati sono: soia, palma, colza, girasole, cocco, cotone. Segue all'ottavo posto l'olio d'oliva con una percentuale del 3% . I maggiori consumatori sono i paesi dell'area mediterranea che sono anche i maggiori produttori ( Italia e Spagna consumano circa il 50% del totale), anche se negli ultimi dieci anni è avvenuta una forte crescita di consumo da parte degli Stati Uniti. Oltre agli USA ( +300%) anche altri stati si sono “convertiti” all'olio d'oliva in particolare Canada (+400%), Giappone(+500%) e l'Australia(+270%). Una statistica dice che su 10 litri di Alimenti: Olioolio entrati in cucina 6 sono di oli d'oliva e 4 di oli di semi. Gli italiani acquistano circa 350 milioni di litri all'anno. Per quanto riguarda l'olio di sansa il consumo è fortunatamente solo del 2% e riguarda la bassa ristorazione.

Produzione

la produzione media mondiale annua di Alimenti: Olioolio ammonta a 1.700.000 tonnellate. Di questa quantità più del 70% deriva dalle aree europee.
Spagna 38%
Italia 37%
Grecia 23%
Portogallo 2%
Francia 0,2%
l'Italia nonostante ne produca circa 500.000 tonnellate ogni anno deve importare 2-300 tonnellate principalmente dalla Spagna. Il “ nostro” Alimenti: Olioolio viene per la maggior parte esportato in Giappone USA e Inghilterra.
Un recente decreto del ministero prevede l'obbligo di indicare sull'etichetta non solo la provenienza ma anche il luogo del frantoio.

Aspetti merceologici

In commercio esistono diversi tipi di Alimenti: Olioolio, sia per quanto riguarda l'olio d'oliva che per quello di semi.
Classificazione dell'olio d'oliva:
- olioextravergine di oliva: ottenuto direttamente dalle olive tramite processi meccanici. Ha un'acidità massima dello 0,8%;
- Alimenti: Olioolio vergine di oliva: ottenuto direttamente dalle olive tramite processi meccanici. Ha un acidità massima del 2%;
- Alimenti: Olioolio di oliva: ottenuto dall'unione di Alimenti: Olioolio d'oliva e di oli che hanno subito un processo di raffinazione. Ha un acidità massima dell' 1%. La legislazione stabilisce una quantità minima di Alimenti: Olioolio di oliva che deve entrare nella miscela;
- Alimenti: Olioolio di sansa di oliva: contiene solo oli provenienti dalla lavorazione della sansa. Ha un grado di acidità pari all'1%.
Classificazione dell'olio di semi:
- Alimenti: Olioolio di arachidi: ricavato dai semi delle arachidi che vengono macerati in modo da formare una farina ch esotto pressione “produce” Alimenti: Olioolio;
- Alimenti: Olioolio di girasole: si ricava dalla pressatura dei semi del girasole( non adatto alla frittura);
- Alimenti: Olioolio di mais: si ricava dal germe del chicco di mais e svolge un azione antiossidante;
- Alimenti: Olioolio di sesamo: ricavato dalla spremitura a freddo della farina di sesamo( utilizzo a crudo);
- Alimenti: Olioolio di soia: ottenuto dai semi di soia. È quello maggiormente prodotto su scala mondiale;
- Alimenti: Olioolio di vinaccioli: ricavato dai semi dell'uva con solventi o tramite pressatura;
- Alimenti: Olioolio di semi vari: ricavato da una miscela formata da vari oli di semi ( adatto alla frittura);
- Alimenti: Olioolio dietetico: sono oli che hanno subito l'aggiunta di Enciclopedia: Vitaminevitamine e sono poco adatti alla frittura;
- Alimenti: Olioolio di palma: ottenuto tramite spremitura dei frutti della palma;
- Alimenti: Olioolio di cotone: ottenuto dai semi di cotone;
- Alimenti: Olioolio di colza: ricavato dai semi della colza ( brassica napus arvensis);
- Alimenti: Olioolio di cocco: estratto dalla Enciclopedia: Polpapolpa delle noci di cocco;


Caratteri fisici ed organolettici

caratteristiche fisiche dell'olio sono il colore che può variare dal verde scuro ( olive meno mature ) al giallo oro ( olive più mature ), a seconda delle provenienze delle olive e la densità del liquido. Esistono infatti oli che all'occhio appaiono più “fluidi” altri invece più densi; tutto questo dipende sempre dal tipo di olive e dal tipo di lavorazione.
I caratteri organolettici invece riguardano il gusto e l' odore.
Il naso svolge una parte importante nell'analisi organolettica dell'olio. L'olio infatti ha odori abbastanza forti e intensi e un gusto anch'esso forte e acidulo.
L' analisi dell'olio deve essere effettuata tenendo conto di alcuni caratteri fisici e chimiche oltre che a quelli organolettici.
Ad esempio:
- acidità libera: determina la quantità di acidi Enciclopedia: Grassigrassi presenti in un olio( acido oleico);
- numero di perossidi: indica la quantità di idroperossidi;
- coefficiente di assorbimento ai raggi UV: indica la presenza nell'olio di composti ossidati che possono alterarlo;
- percentuale dei trigliceridi: indica la quantità di Enciclopedia: Trigliceriditrigliceridi ( molto importanti per il nostro organismo) che si trovano nell'olio;
- contenuto di alcoli alifatici: indica la quantità di alcoli alifatici che ci sono in un Alimenti: Olioolio vergine;
- contenuto di Enciclopedia: Tocoferolitocoferoli;
- contenuto polifenolico: vale a dire il contenuto di polifenoli.





Composizione chimica e valore nutrizionale.




Composizione chimica e valore nutrizionale
Dal punto di vista chimico l'olio è formato da diverse sostanze quali: Enciclopedia: Acido oleicoacido oleico ( 70-80%), Enciclopedia: Acido linoleicoacido linoleico ( 5-15%), Enciclopedia: Acido linolenicoacido linolenico (1-1,5%), acido palmitico (9-15%), acido sterio (1-3%), altri trigliceridi(2%), acqua (0,1-0,3%) e sostanze insaponificabili (0,5-1,5%).
Per quanto riguarda le caratteristiche nutritive si differenziano a seconda dell'olio d'oliva o dell'olio di semi.
Alimenti: OlioOlio d'oliva.
L' Alimenti: Olioolio è formato da una componente saponificabile formata da Enciclopedia: Trigliceriditrigliceridi, ma anche da una piccola quantità di Enciclopedia: Esteriesteri come la Enciclopedia: Glicerinaglicerina.
L' Alimenti: Olioolio di oliva è considerato più digeribile degli altri oli e presenta alcuni vantaggi nutrizionali:
- aiuta l'assorbimento delle Enciclopedia: Vitaminevitamine liposolubili;
- favorisce l'abbassamento delle Enciclopedia: LDLLDL nel sangue;
- stimola il l'espulsione della Enciclopedia: Bilebile e migliora la digestione di altri Enciclopedia: Grassigrassi.
Negli ultimi anni ha preso una posizione predominante grazie anche alla “dieta mediterranea”.
Alimenti: OlioOlio di semi.
Gli oli di semi sono caratterizzati da un buon apporto di acidi Enciclopedia: Grassigrassi polinsaturi. L'olio di semi presenta vantaggi e svantaggi dal punto di vista nutrizionale:
- abbassa il tasso di Enciclopedia: Colesterolocolesterolo e aumenta le Enciclopedia: HDLHDL;
- è ricco di Enciclopedia: Grassigrassi polinsaturi;
- lo svantaggio sta nel fatto che fa aumentare le Enciclopedia: LDLLDL.
Un altro aspetto della composizione chimica è il punto di fumo.
Quest'ultimo è la temperatura alla quale avviene una decomposizione dell'olio e questo dipende dalla sua acidità più è bassa l'acidità più è elevato il punto di fumo.
L'olio se riscaldato oltre il punto di fumo porta allo sviluppo dell'acroleina, che si produce dalla Enciclopedia: Disidratazionedisidratazione del Enciclopedia: Glicerologlicerolo, e che è tossica e irritante per il fegato e per la mucosa gastrica.


Composizione Chimica
per 100 g di P.E. di Alimenti: Olioolio extravergine d'oliva
Q.tà
Codice alimento: 009210
% Parte Edibile (P.E.)

100

ACQUA (g)

tr

PROTEINE (g)

0

Enciclopedia: LipidiLIPIDI (g)

99,9

Enciclopedia: CarboidratiCARBOIDRATI DISPONIBILI (g)

0

- di cui Enciclopedia: AmidoAMIDO

0

- di cui Enciclopedia: ZuccheriZUCCHERI SOLUBILI

0

Enciclopedia: FibraFIBRA ALIMENTARE (g)

0

Enciclopedia: ColesteroloCOLESTEROLO (mg)

0

Alcool (g)

0

ENERGIA  
- espressa in (Kcal)

899

- espressa in (Kj)

3762

Sodio - Na (mg)

tr

Potassio - K (mg)

tr

Enciclopedia: FerroFerro - Fe (mg)

0,2

Enciclopedia: CalcioCalcio - Ca (mg)

0

Fosforo - P (mg)

0

Enciclopedia: TiaminaTiamina - Vit.B1 (mg)

0

Riboflavina - Vit. B2 (mg)

0

Enciclopedia: NiacinaNiacina - Vit. PP (mg)

0

Enciclopedia: Vitamina AVitamina A - Enciclopedia: Retinoloretinolo eq. (micro-g)

36

Vitamina C - Acido ascorbico (mg)

0

Enciclopedia: Vitamina EVitamina E - alfa tocoferolo (mg)

22,40


Composizione Chimica
per 100 g di P.E. di Alimenti: Olioolio di mandorle dolci
Q.tà
Codice alimento: 009670
% Parte Edibile (P.E.)

100

ACQUA (g)

tr

PROTEINE (g)

0

Enciclopedia: LipidiLIPIDI (g)

99,9

Enciclopedia: CarboidratiCARBOIDRATI DISPONIBILI (g)

0

- di cui Enciclopedia: AmidoAMIDO

0

- di cui Enciclopedia: ZuccheriZUCCHERI SOLUBILI

0

Enciclopedia: FibraFIBRA ALIMENTARE (g)

0

Enciclopedia: ColesteroloCOLESTEROLO (mg)

0

Alcool (g)

0

ENERGIA  
- espressa in (Kcal)

899

- espressa in (Kj)

3762

Sodio - Na (mg)

tr

Potassio - K (mg)

tr

Enciclopedia: FerroFerro - Fe (mg)

tr

Enciclopedia: CalcioCalcio - Ca (mg)

0

Fosforo - P (mg)

0

Enciclopedia: TiaminaTiamina - Vit.B1 (mg)

0

Riboflavina - Vit. B2 (mg)

0

Enciclopedia: NiacinaNiacina - Vit. PP (mg)

0

Enciclopedia: Vitamina AVitamina A - Enciclopedia: Retinoloretinolo eq. (micro-g)

0

Vitamina C - Acido ascorbico (mg)

0

Enciclopedia: Vitamina EVitamina E - alfa tocoferolo (mg)

45,80


Composizione Chimica
per 100 g di P.E. di Alimenti: Olioolio di girasole
Q.tà
Codice alimento: 009650
% Parte Edibile (P.E.)

100

ACQUA (g)

tr

PROTEINE (g)

0

Enciclopedia: LipidiLIPIDI (g)

99,9

Enciclopedia: CarboidratiCARBOIDRATI DISPONIBILI (g)

0

- di cui Enciclopedia: AmidoAMIDO

0

- di cui Enciclopedia: ZuccheriZUCCHERI SOLUBILI

0

Enciclopedia: FibraFIBRA ALIMENTARE (g)

0

Enciclopedia: ColesteroloCOLESTEROLO (mg)

0

Alcool (g)

0

ENERGIA  
- espressa in (Kcal)

899

- espressa in (Kj)

3762

Sodio - Na (mg)

tr

Potassio - K (mg)

tr

Enciclopedia: FerroFerro - Fe (mg)

0,1

Enciclopedia: CalcioCalcio - Ca (mg)

tr

Fosforo - P (mg)

0

Enciclopedia: TiaminaTiamina - Vit.B1 (mg)

0

Riboflavina - Vit. B2 (mg)

0

Enciclopedia: NiacinaNiacina - Vit. PP (mg)

0

Enciclopedia: Vitamina AVitamina A - Enciclopedia: Retinoloretinolo eq. (micro-g)

0

Vitamina C - Acido ascorbico (mg)

0

Enciclopedia: Vitamina EVitamina E - alfa tocoferolo (mg)

68,00



Legenda:

Campo vuoto: il nutriente non è stato determinato,
ma non se ne esclude la presenza
0 il nutriente è assente
tr il nutriente è presente in tracce
Kcal kilocaloria
Kj kilojoule






Tecnologia.
Alterazioni, conservazione (industriale e domestica) e Frodi.




Tecnologia: processi industriali
L’Alimenti: Olioolio è sottoposto a vari processi industriali.
La rettificazione o raffinazione ad esempio è un processo industriale formato da 5 passaggi.
1) Depurazione (detto anche demucillaginazione ):
consiste nell’allontanare dall’Alimenti: Olioolio le impurità
2) Decodificazione:
consiste nel Enciclopedia: Ridurreridurre il grado di acidità di un Alimenti: Olioolio.
Di solito è fatto con delle soluzioni a base di sodio. Con questa operazione si formano dei saponi visto che l’Alimenti: Olioolio è saponificabile, che vengono allontanati facendo dei “bagni” con acqua.
3) Decolorazione:
è un processo che è fatto per rendere più chiaro e brillante l’Alimenti: Olioolio. Questo viene fatto facendo passare l’Alimenti: Olioolio su dei carboni attivi che fanno staccare i pigmenti colorati dall’Alimenti: Olioolio.
4) Deodorazione:
viene fatta per togliere eventuali odori sgradevoli. L’Alimenti: Olioolio viene distillato sottovuoto e sottoposto a getti di vapore
5) Demarginazione:
serve per allontanare dall’Alimenti: Olioolio quelle sostanze, che con il freddo, possono solidificarsi e formare macchie bianche sulla superficie. Si fa raffreddare l’Alimenti: Olioolio e poi si eliminano le “macchie”.

Lo scopo della raffinazione è quello di portare alla formazione di oli senza nessuna forma d’impurità.
Gli oli su cui è svolta principalmente la raffinazione sono quelli ricavati dai semi , quello d’oliva rampante e quello di sansa.

Tecnologie: pratiche innovative

Pratiche innovative
Snocciolatura.
È un processo principalmente fatto a scopi commerciali. Consiste nell’allontanare dalle olive i noccioli. Questo processo può essere fatto prima del processo di produzione dell’Alimenti: Olioolio, per “guadagnare” tempo. Infatti così facendo la Enciclopedia: Polpapolpa è divisa dal nocciolo. Viene fatto sulle olive che vengono vendute sott’Alimenti: Olioolio nei banchi del supermercato


Surgelazione.
È un processo che serve per bloccare tutte le eventuali alterazioni che l’Alimenti: Olioolio può subire

guarda la mappa concettuale


Alterazioni e frodi

Esistono varie forme di Enciclopedia: Alterazionealterazione.
Quella più comune e “pericolosa” è l’Enciclopedia: Irrancidimentoirrancidimento. Questa Enciclopedia: Alterazionealterazione è dovuta al colore, alla luce ma soprattutto all’Enciclopedia: Ossigenoossigeno. Dal punto di vista chimico i Enciclopedia: Trigliceriditrigliceridi vengono scomposti in Enciclopedia: Glicerologlicerolo ( o Enciclopedia: Glicerinaglicerina ) e acidi Enciclopedia: Grassigrassi. Gli acidi Enciclopedia: Grassigrassi a loro volta vengono scomposti in corpi chetonici che sono nocivi e sgradevoli per il nostro organismo.
Le frodi sono:
- aggiungere Alimenti: Olioolio di sansa nell’Alimenti: Olioolio vergine ed extravergine
- aggiungere Alimenti: Olioolio di semi all’Alimenti: Olioolio di oliva
- aggiunta di clorofilla per aumentare la tonalità di verde.
guarda la mappe concettuale


Conservazione

L’Alimenti: Olioolio è molto sensibile a 3 fattori: la luce, il calore e gli odori.
La luce aumenta la velocità dei processi di Enciclopedia: Ossidazioneossidazione che a loro volta alterano anche il sapore dell’ Alimenti: Olioolio.
Proprio per questo motivo si usano bottiglie verde scuro.
Il calore invece provoca una perdita di sapore e odore.
L’Alimenti: Olioolio inoltre è una sostanza che cattura gli odori esterni in particolare l’ odore di sughero di alcuni tappi. Si usano quindi sempre tappi a vite in plastica o altri materiali.
Il modo migliore di conservarlo è quello di mantenere la bottiglia sempre chiusa, protetta dalla luce in luoghi bui a 14/15 gradi.
Per la conservazione delle olive bisogna tenere locali a 10/15 gradi asciutti e ben arieggiati.






Valutazione della freschezza.
Caratteristiche gastronomiche e impieghi culinari.




Impieghi culinari
Alimenti: OlioOlio ed olive vengono molto utilizzati in cucina.
L’Alimenti: Olioolio è uno degli alimenti base della cucina mediterranea ed è anche il condimento più usato. Svolge anche una funzione conservante ( alimenti sott’olio) ed è usato per le salamoie, le marinature e per la preparazione di salse d’ accompagnamento.
L’Alimenti: Olioolio di semi ha gli stessi impieghi dell’Alimenti: Olioolio d’oliva, ma visto il suo minor costo è usato nelle industrie alimentari e di ristorazione collettiva.
L’Alimenti: Olioolio è stato da sempre usato in cucina, in particolare nel 1100 con la “rinascita agricola”.
Le olive hanno anch’esse diversi impieghi.
Vengono fatte in salamoia: si coprono le olive con uno strato di sale e vengono lasciate spurgare trenta giorni. Poi vengono lavate e messe in un vaso sopra un letto di finocchio e coperte con del vino cotto.
A Roma veniva fatto un pesto di olive che veniva servito come antipasto. Le olive venivano schiacciate e poi si aggiungeva sale, finocchio, cumino e anice.
I Greci facevano frittelle a base di farina di sesamo, Alimenti: Mielemiele e Alimenti: Olioolio e una salsa all’Alimenti: Olioolio, con la quale condivano il Alimenti: Pescepesce lesso, fatta unendo Alimenti: Olioolio, rosso d’uovo, porri, aglio e Alimenti: Formaggioformaggio. Un'altra salsa che si produceva un tempo era la salsa bianca che si faceva unendo aglio, aceto, porri e sale.
L'olio in cucina è usato pure come conservante anche se questa non è una delle sue principali funzioni. È usato in particolare nelle conserve perchè rilascia una patina attorno all'alimento che lo protegge dall'ossigeno circostante e questo permette di evitare l'azione dei Enciclopedia: Microrganismimicrorganismi. Non è però efficace contro i Enciclopedia: Microrganismimicrorganismi anaerobi in quanto quest'ultimi riescono lo stesso a soprevvivere, anche in assenza di Enciclopedia: Ossigenoossigeno.


Utilizzo in cucina: ricette

ASPARAGI SOTT'OLIO
tempo di preparazione:10 minuti
cottura:5 minuti

1kg di asparagi
300g di Alimenti: Olioolio extravergine di oliva
1bicchiere d'aceto
1l d'acqua
qualche foglia di alloro, pepe in grani
sale

lavare e raschiare gli asparagi. Mettere in una Galleria: PentolaEnciclopedia: Pentolapentola l'acqua,l'aceto e un po di sale e far sbollentare per 5 minuti gli asparagi. Toglierli con la Enciclopedia: Schiumarolaschiumarola e raffreddarli sotto l'acqua. Farli asciugare su dei torcioni e poi metterli nei vasetti con l'alloro e igrani di pepe. Versare l'olio nei vasetti. Lasciare per qualche giorno, poi portare il livello dell'olio fino a coprire gli asparagi, sterillizzare e onservare al buio almeno un mese.

BASILICO SOTT'OLIO
tempo di preparazione: 10 min
100g di basilico
100g di Alimenti: Olioolio extravergine di oliva

disporre a strati nei vasetti le foglie di basilico lavate e pulite e l'olio. Infine riempire il vasetto d'olio. Chiudere ermeticamente e conservare in un luogo fresco e buio. Dopo una settimana si potranno utilizzare sia le foglie di basilico sia l'olio aromatizzato. Una volta aperto conservare il vasetto in frigo aggiungedo Alimenti: Olioolio a mano a mano che si consuma.

CARCIOFINI SOTT'OLIO
tempo di preparazione: 20 minuti
cottura: 5 min circa
ingredienti per due vasi da 500g
1,5kg di carciofini spinosi
300g di Alimenti: Olioolio extravergine di oliva
1/2 bicchiere di vino bianco
1l di acqua
1limone
4 folgie di alloro 1 bicchiere d'aceto
sale e pepe in grani

pulire i carciofi togliendo le foglie esterne più dure e le spine. Intanto che si puliscono i restanti carciofi, mettere quelli già puliti in acqua e limone.
Portare a ebollizione l'acqua con in sale; aggiungere poi il vino e l'aceto; quando bollirà di nuovo buttare i carciofini scolati, far riprendere ancora l'ebollizione dopo di chè cuocere 5 minuti.
Scolarli con il Enciclopedia: Colapastacolapasta e farli asciugare su dei torcioni per un paio d'ore. Metterli poi nei vasetti con i grani di pepe e l'alloro e coprire con l'olio. Mettere nei vasetti le apposite griglie per far rimanere immersi i carciofini. Chiudere ermeticamente e farli riposare al buio per una settimana. Passata una settimana coprire ancora con l'olio dove è necessario. Richiuderli e conservarli in un luogo fresco e buio

CAVOLFIORE VIOLA SOTT'OLIO
tempo do preparazione: 5min
cottura: 7-8min
(dosi per 4 vasetti da 500g circa)
2kg di cavolfiori viola
1 bottiglia di vino bianco secco
1bicchiere d'acqua
qualche foglia di alloro
sale e pepe in grani
Alimenti: Olioolio extravergine di oliva

pulire i cavolfiori , dividerli in cimette e lavarli. Mettere in una casseruola il vino con l'acqua e portare a ebollizione, unire l'alloro spezzettato, i grani di pepe schiacciati e salare.
Aggiungere le cime dei cavolfiori e cuocere per 7-8 minuti, scolare e lasciare asciugare su un torcione. Mettere le cime nei vasetti e versare l'olio fino a coprirli,, poi chiudere e sterilizzare.

CIPOLLINE SOTT'OLIO
tempo di preparazione: 20 min +tempo di macerazione + 1 giorno
(dosi per due barattoli da 750g)
1,5 kg di cipolline
chiodi di garofano
Alimenti: Olioolio extravergine di oliva
pepe in grani, alloro, sale
1 bicchiere di aceto

sbucciare le cipolline , togliere la radice e lasciare a bagno per 1/2ora. Far bollire l'aceto con le spezie e il sale e lascirlo raffreddare. Scolare le ipolline e metterle in un contenitore e versarci sopra l'aceto e farle macerare una notte. Poi scolarle e metterle nei vasi. Versare l'olio e mettere sui vasi una garza. Controllare il livello dell'olio per alcuni giorni e rabboccare se serve. Chiudere i vasi ermeticamente, sterilizzarli e lasciarli riposare al buio per un paio di mesi, per farle intenerire.
 






- Fonti e Autori -


- "Un filo d'olio” di Mariarosa Schiaffino - editore Idea libri

- “Extravergine” manuale per conoscere l'olio d'oliva - Slow food editore - di Nanni Ricci, Diego Soracco e Maria Vittoria Negro

- “Come conservare frutta e verdura” di Laura e Margherita - Landra de vecchi editore.

- “Tecniche di cucina” Luciano Tona ed Emanuele Gnemmi - Alma editore

Collaboratori: una compagna di classe
Supervisione: Webprof
 

Contributo di: borntokill - martedì, 08 maggio 2012 alle ore 19:59:43


Argomenti:


Vota questo Alimento
Media voti: 5.529654 ()

Indecente: 1

Nulla: 2

Gravemente Insufficiente: 3

Decisamente Insufficiente: 4

Insufficiente: 5

Sufficiente: 6

Discreta: 7

Buona: 8

Ottima: 9

Eccellente: 10


Commenti

"Olio" | _LOGINCREATE | 0 commenti
Threshold
I commenti sono di proprietà dell'autore del post. Non siamo responsabili del loro contenuto.


_NOANONCOMMENTS

 





* Prove Strutturate Alimentazione *


Prove Strutturate Alimentazione


Tutte le Categorie:

 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Conservazione Classi 3^ Alim.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Dietologia Classi 3^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Merceologia Classi 3^ Alim.ne - Merceologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Qualità Classi 3^ Alim.ne - Qualità
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Ricette Classi 3^ Alim.ne - Ricette
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Dietologia Classi 5^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz. Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz.


Tutte le Classi:



Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community




Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 


 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 1.910 secondi (182)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine