profScaglione.it

Enciclopedie della WebCommunityLab


Coenzima

Coenzimi Cofattori Cofattore enzimatico consente attivitā catalitica dell'enzima


In enzimologia con il termine cofattore si intende una piccola molecola di natura non proteica o uno ione metallico che si associa all' enzima e ne rende possibile l'attività catalitica tipica dell' enzima stesso. La maggior parte degli enzimi che richiedono il legame a cofattori, infatti, perde ogni funzionalità in caso di assenza del cofattore stesso. I cofattori, non essendo proteici, spesso devono essere assunti con la dieta, perché non possono essere prodotti dalla cellula. Per questo motivo, storicamente, spesso ci si è riferiti ai cofattori come a vitamine, cioè elementi necessari per il metabolismo da assumere attraverso l' alimentazione. Esistono, in ogni caso, numerosi cofattori non-vitaminici, come ad esempio i gruppi eme ( contenuti in proteine come l' emoglobina ) e diversi ioni metallici. Un enzima privo del cofattore che ne rende possibile l'attività enzimatica è detto apoenzima. Il legame tra cofattore ed apoenzima permette la formazione del cosiddetto oloenzima ( detto anche oloproteina ).
(Bibliografia / Sitografia: http://it.wikipedia.org/wiki/Coenzima).
[Recuperato da: 41C_Ale]

Coenzima: qualsiasi molecola inorganica o organica, ma non di natura proteica che partecipa all'azione di un enzima.
(Bibliografia / Sitografia: "Grande dizionario enciclopedico illustrato dei ragazzi", di Mario Andreose, editore: Fabbri Editori).
[Recuperato da: 41C_Ale]


Coenzima: sostanza che partecipa all'azione di un enzima.
(Bibliografia / Sitografia: http://it.mimi.hu/medicina/cofattore.html).
[Recuperato da: 41C_Ale]

Coenzima: ione inorganico che serve per poter far funzionare gli enzimi.
(Bibliografia / Sitografia: "Complementi di scienza dell'alimentazione", di Patrizia Cappelli e Vanna Vannucchi, editore: Zanichelli).
[Recuperato da: 41C_Ale]

Il coenzima è una molecola che partecipa al funzionamento dell' enzima.
(Bibliografia / Sitografia: " Immagini della biologia" di Campbell Reece e Taylor Simon, editore: Zanichelli).
[Recuperato da: 41C_Ale]

Con il termine coenzima ( o cofattore enzimatico ) si intende la sostanza che costituisce la porzione non proteica dell’ enzima. L’unione tra le due parti è condizione indispensabile affinché un enzima possa svolgere la propria attività di catalizzatore.
(Bibliografia / Sitografia: Combustione - Carlo Ortolani Maggioli editore)
[Recuperato da: 083C_lara]

Fattore chimico che partecipa alla formazione di un enzima, allo scopo di facilitarne l’attività. Può essere formato da semplici elementi allo stato di ione, come il magnesio, il cobalto, lo zinco, il manganese e il ferro, oppure può essere composto da una molecola più o meno complessa, e in tal caso prende il nome di cofattore. Sono esempi di cofattori il NAD ( nicotinamide-adenin-dinucleotide ) e il FAD ( flavin-adenin-dinucleotide ), presenti nelle reazioni della respirazione cellulare, e il coenzima A, coinvolto nel metabolismo dei lipidi. Sono coenzimi anche molte vitamine, la cui introduzione nella dieta diviene indispensabile per il funzionamento degli enzimi.
(Bibliografia / Sitografia: Chimitest - Valeria Balboni - Alpha Test)
[Recuperato da: 083C_lara]

Coenzima: sostanza ( anche detta cofattore ) dal basso peso molecolare che costituisce il gruppo prostetico ( porzione non proteica ) dell' enzima .
(Bibliografia / Sitografia: http://www.sanihelp.it/enciclopedia/scheda/1662.html)
[Recuperato da: 083C_lara]




Questo Articolo proviene dalla WebCommunityLab di profScaglione.it
http://www.profscaglione.it

L'URL di questa pagina č:
http://www.profscaglione.it/encyclopedia-stampa-vocabolo-210