Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Didattica-Alimentazione >  News WebCommunityLab

 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 
 


Studenti Classi quinte:

Elaborato svolto sui principi nutritivi alimentari (principi alimentari o nutrienti o sostanze nutritive)

Articolo scritto da: 41C_Ale il Domenica, 19 Aprile 2009 (14:30:00)

-Temi svolti Esami di Stato




Tema di Esame svolto seconda prova Alimentazione. Esistono sei principi nutritivi o principi alimentari: lipidi, glucidi, protidi, acqua, sali minerali, e vitamine; questi sono molto importanti per la nostra dieta. Leggi il mio articolo per conoscerli meglio.





facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   





ELABORATO SVOLTO TRACCIA DI ESAME SECONDA PROVA ALIMENTI ALIMENTAZIONE SUI PRINCIPI NUTRITIVI

Esistono sei principi nutritivi: lipidi,glucidi,protidi,acqua,sali minerali, e vitamine;questi sono molto importanti per la nostra dieta.
Ora li spiego uno per volta.
I LIPIDI, chiamati comunemente anche grassi, sono sostanze insolubili in acqua e solubili in solventi organici. Sono sostanze ternarie, in pratica formate da carbonio, idrogeno e ossigeno. Un grammo di lipidi sprigiona 9 Kcal, e bisognerebbe assumere il 25% di lipidi delle calorie totali.
I grassi si possono trovare solidi o liquidi, animali o vegetali. I lipidi hanno tre funzioni biologiche principali: di riserva, strutturale e con attività biologiche specifiche.Dal punto di vista chimico si possono distinguere in lipidi saponificabili e lipidi insaponificabili. I lipidi saponificabili raggruppano i gliceridi, gli steridi, le cere, i glicolipidi e i fosfolipidi; mentre i lipidi in saponificabili comprendono gli steroidi, i terpeni e gli eicosanoidi. Gli steroidi, derivano dal colesterolo, hanno grande importanza biologica ed hanno in comune il nucleo steroideo. I terpeni si possono presentare in catene lineari o cicliche, derivano dalla condensazione di unità di isoprene. I gliceridi sono esteri del glicerolo con acidi grassi, e si suddividono in monogliceridi, digliceridi e trigliceridi. I mono e di gliceridi sono utilizzati dall’ industria come emulsionanti. I trgliceridi rappresentano il 98% della sostanza grassa presente nell’ organismo e negli alimenti. Le cere sono esteri di acidi grassi a catena lunga, saturi e insaturi con alcoli a lunga catena. Non hanno importanza nutrizionale, ma hanno un punto di fusione molto elevato.
I fosfolipidi sono emulsionanti, ma possono velocemente irrancidire, si trovano soprattutto nella soia e nel tuorlo d’ uovo. Ne sono sufficienti 2g al giorno. Gli steridi sono esteri di steroli con acidi grassi. Gli steroli sono alcoli monovalenti, caratterizzati dal nucleo steroideo, ed hanno una funzione strutturale. I gliceroglicolipidi sono composti simili ai trigliceridi, la differenza è che un acido grasso è sostituito dal galattosio. Gli acidi grassi, raramente si trovano liberi, e si dividono in base ai legami in: saturi con legami semplici, monoinsaturi con un legame doppio, e polinsaturi con più di due legami doppi. Gli acidi grassi essenziali s’ introducono con la dieta perché il nostro organismo non li produce.Hanno una funzione strutturale e bioregolatrice. Dovrebbero coprire il 2.5% dell’ energia. Bisogna prestare attenzione all’ eccesso di grassi perché portano ad un pericolo della salute.

I GLUCIDI sono chiamati carboidrati o zuccheri, sono sostanze ternarie cioè costituite da carbonio, idrogeno ed ossigeno; si trovano soprattutto nella frutta, verdura e nei semi. Possono essere definiti “derivati aldeidici e chetonici d’ alcoli polivalenti”.Forniscono 4 Kcal e il livello raccomandato è 50-65% delle calorie totali. I glucidi si possono suddividere in monosaccaridi, oligosaccaridi, polisaccaridi, glucidi non disponibili e glucidi disponibili. I monosaccaridi si suddividono a loro volta in base alla lunghezza della catena in: triosi, pentosi…e in base alla natura del gruppo carbonilico in: aldosi e chetosi. Sono sostanze cristalline bianche, insolubili in solventi organici e solubili in acqua; sono costituiti da una catena lineare di atomi di carbonio con tutti un gruppo ossidrilico, tranne uno, che si attacca con un legame doppio all’ ossigeno. Si ha un aldoso quando il carbonio del gruppo carbonilico si trova all’ inizio della catena, mentre si ha un chetoso quando il carbonio non è all’ estremità. Tutti i monosaccaridi hanno un centro chirale in pratica atomi di carbonio assimetrici. I triosi e i tetrosi si formano durante il metabolismo degli zuccheri. I pentosi si trovano difficilmente liberi negli alimenti. Gli esosi sono quelli più importanti dal punto di vista nutrizionale e comprendono: il mannosio, galattosio, glucosio e fruttosio.Il mannosio, per essere utilizzato dall’ organismo deve essere prima trasformato in glucosio; si trova raramente libero. Il galattosio, una volta ingerito deve essere convertito in glucosio e si trova in alcuni frutti libero. Il glucosio si trova libero nelle frutta e nella verdura ed è un carburante di rapido consumo. Forma i disaccaridi e polisaccaridi legato da solo o con altri monosaccaridi. Il fruttosio è un elemento del Alimenti: Mielemiele e del saccarosio, ed ha un potere veramente dolcificante. Si trova soprattutto nella frutta. Gli oligossacaridi si suddividono in disaccaridi, trisaccaridi… Sono corte catene formate da due o nove unità monosaccaridiche, con legami glicosidici. I disaccaridi più comuni sono il saccarosio, maltosio e il lattosio. Il saccarosio è lo “Alimenti: Zuccherozucchero da tavola”, si ottiene dalla barbabietola o dalla canna da Alimenti: Zuccherozucchero; il maltosio si forma dall’ amilasi dell’ amido, il lattosio è il meno dolci fra tutti gli zuccheri: può essere idrolizzato dalla lattasi, un enzima specifico. I polisaccaridi sono chiamati anche glicani, sono privi di sapore ed hanno scarsa solubilità in acqua. Si possono suddividere in polisaccaridi di riserva e strutturali. Quelli di riserva raggruppano amido,glicogeno, l’ inulina, destrine… L’ amido è costituito da due polimeri: amilosio e amilopectina. L’ amido per uso alimentare si ottiene dalla fecola di patate. Il glicogeno chiamato anche amido animale, è un polimero ramificato; rappresenta nel fegato un deposito di glucosio, e nei muscoli una riserva energetica pronta all’ uso. I polisaccaridi strutturali raggruppano la Galleria: Cellulosacellulosa, insolubile in acqua, ma si idrata facilmente, ed è fondamentale per le cellule vegetali.In conclusione bisogna limitare lo Alimenti: Zuccherozucchero, e preferire i cibi ricchi d’ amido.

I PROTIDI, in pratica le proteine, sono sostanze quaternarie, formate da idrogeno, ossigeno, azoto e carbonio, e sono formate da venti amminoacidi; costituiscono il 14-19% dell’ organismo umano. Forniscono 4 Kcal per grammo di energia. Le catene con meno di cento amminoacidi sono dette “peptidi” divisi a loro volta in: oligopeptidi e polipeptidi. I peptidi si formano dall’ idrolisi di una proteina. Le proteine in base alla forma si dividono in proteine fibrose e proteine globurali. In base alla composizione chimica si suddividono in proteine coniugate e proteine semplici, queste ultime in base alle proprietà fisiche si dividono ancora. In base alla funzione dell’ organismo si classificano in proteine strutturali e proteine dotate di una particolarità attività biologica, come ad esempio gli enzimi, ormoni, anticorpi ecc… Le proteine costituiscono anche una categoria di prioni vale a dire agenti patogeni, che provocano malattie al sistema nervoso degli alimenti. Le proteine hanno una struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria. La struttura primaria è costituita da legami covalenti: legami peptidici e ponti di solfuro. La struttura secondaria è un arrangiamento spaziale della catena dotato di regolarità. Ci sono diversi tipi di struttura secondaria.La struttura terziaria è un’ organizzazione compatta della molecola, è determinata dalla sequenza degli amminoacidi. La struttura quaternaria è l’ associazione di più catene polipeptidiche uguali o diverse. Le proteine hanno qualità di potenzialità più estese. Gli amminoacidi hanno almeno un gruppo amminico ed uno carbossilico; sono costituiti da una parte comune ed una variabile. Nove amminoacidi sono essenziali e bisogna introdurli con l’ alimentazione. Le proteine alimentari sono importanti perché danno alle cellule amminoacidi attraverso i quali costruiscono le proteine.

L’ ACQUA rappresenta il 70% del nostro peso essendo il membro principale del nostro organismo; si può trovare allo stato aeriforme, solido o liquido; è un composto polare. Il bisogno idrico giornaliero è di circa 1-1.5 mil/Kcal/die nell’ adulto, e 15 ml/Kcal/die nel bambino. L’ acqua ha sei caratteristiche: ha una densità massima a +4°C, ha delle proprietà solventi riguardo ai composti ionici, ha un alto punto di fusione e d’ ebolizzione, elevati calore specifico e calore latente di vaporizzazione ed infine proprietà d’ idratazione. Negli alimenti l’ acqua non si trova allo stato puro ma si può trovare acqua legata o acqua libera. L’ acqua libera congela a temperature più base rispetto a quella pura, mentre l’ acqua legata non può congelare e gli organismi non la utilizzano. L’ acqua nel nostro organismo si trova dentro o fuori le cellule; all’ esterno delle cellule l’ acqua si divide in acqua del tessuto connettivo, in acqua plasmatica e interstiziale. Ma maggiormente si trova nella cute, nelle ossa, nei muscoli e nel sangue. L’ acqua che si ricava dall’ ossidazione degli alimenti non richiede processi digestivi, ed è assorbita tramite l’ intestino. Per avere un corretto bilancio idrico l’ acqua introdotta deve essere uguale all’ acqua eliminata. Se l’ acqua l’ assumiamo tramite il senso di sete, la funzione renale è regolata da alcuni ormoni. L’ acqua è indispensabile per la vita e il nostro corpo, infatti, trasporta alle cellule sostanze nutritive, fondamentalmente per le reazioni digestive e delle secrezioni.

I SALI MINERALI rappresentano il 4% del nostro peso, sono sostanze inorganiche e si trovano solidi come cristalli oppure dispersi nei liquidi o in forma organica. I minerali si dividono in metalli come il sodio, rame, calcio, magnesio e non metalli come zolfo, fluoro, cloro. Si classificano anche in macroelementi e microelementi. Ne spiego alcuni: il calcio è il principale catione del corpo umano, negli alimenti si trova soprattutto nei latticini. Il calcio è assorbito dall’ intestino tenue. Il fabbisogno è circa 800mg al giorno nell’ adulto. La presenza di proteine nel pasto facilita l’ assorbimento del calcio.Il calcio ha una funzione plastica, quello non assorbito è eliminato con le feci; è molto importante soprattutto per le ossa. Il fosforo si trova maggiormente nel tessuto osseo, un alimento molto ricco è il tuorlo d’ uovo.Il fabbisogno è uguale a quello del calcio. L’ eliminazione del fosforo è per via fecale e/o urinaria. Costituisce lo scheletro, fa da tampone nel sangue, da legami ad alta energia all’ ATP e interviene in tutti i metabolismi. Il magnesio si trova in tutti i vegetali verdi, il fabbisogno 150-500 mg/die. Aiuta la formazione dello scheletro e stabilizza i ribosomi. Un aumento del magnesio provoca la depressione nervosa e rallentamento del battito cardiaco, mentre una mancanza provoca convulsione e tremori muscolari. Lo zolfo è un costituente delle proteine ed è anche contenuto in alcune vitamine. L’ organismo lo utilizza per la sintesi di varie sostanze, mentre trasformato come solfato solubilizza composti fenolici.Il sodio è il principale catione extracellulare sparso nel plasma e nel tessuto osseo; si trova in natura, ed il suo fabbisogno giornaliero è di 3.5g/die.Viene eliminato soprattutto per via renale, ed è assorbito tramite l’ apparato digerente. Nell’ organismo mantiene la tonicità dei liquidi extracellulare e regola la permeabilità delle membrane cellulari. Un eccesso provoca ipertensione arteriosa, mentre la sua mancanza porta a nausee, anoressia e vomito. Il potassio, il 90% è nelle cellule, il fabbisogno è 3g. I vegetali ne contengono molto. La sua mancanza può provocare debolezza muscolare e alterazione del battito, mentre l’ eccesso provoca ipotensione. Il cloro è il principale anione extracellulare, il fabbisogno giornaliero è 0.9-5.3 g. Le sue funzioni sono simili a quelle del sodio. Il ferro è il principale oligoelemento dell’ organismo umano. Il ferro nel nostro organismo è diviso in ferro emoglobinico, mioglobinico, enzimatico, di riserva e di trasporto.Il ferro lo troviamo soprattutto nelle carni rosse, frattaglie… è l’ organo principale per il metabolismo del ferro è il fegato.La carenza colpisce soprattutto le donne. Il rame si trova in molti elementi, è assorbito dall’ intestino tenue e viene eliminato con le feci. E’ il cofattore di numerosi enzimi. La carenza provoca: anemia, alterazione del metabolismo… Lo zinco si trova negli alimenti d’ origine animale, nella frutta a guscio. L’ eliminazione avviene tramite lo sperma, il sangue mestruale, sudore e bile.Si trova in almeno 200 enzimi coinvolti in molti metabolismi. La mancanza danneggia il sistema immunitario, nervoso ed endocrino. Il fluoro è indispensabile per le ossa, il manganese è molto diffuso negli alimenti, il fabbisogno è 1-10 mg/die.

LE VITAMINE sono un gruppo di sostanze organiche, non sintetizzabili dall’ organismo e agiscono in dosi molto piccole. Ogni vitamina ha nel nostro organismo un ruolo ben preciso ed insostituibile. Le vitamine si dividono in: idrosolubili cui appartengono le vitamine del gruppo B e la vitamina C, e liposolubili che comprendono le vitamine A,D,E e K. La tiamina è un composto solubile in acqua,è stabile all’ acidità,all’ aria e alla luce, mentre è instabile al calore e alla basicità.E’ assorbita nell’ intestino tenue e arriva al fegato tramite la vena porta. Si trova in tutti gli alimenti e bisognerebbe introdurne 0.4 mg/1000 Kcal. La sua carenza provoca una malattia presso quelle popolazioni che mangiano solamente Alimenti: Risoriso, questa malattia è chiamata: beri-beri.La piridossina è una vitamina molto diffusa in tutti gli alimenti, maggiormente nel lievito di birra, nel fegato, nella Alimenti: Carnecarne, nelle uova. I LARN ne consigliano un apporto pari a 1.4-1.1 mg ; le sue carenze nutrizionali sono rare.La niacina è una delle vitamine più stabili: resiste alla basicità, agli agenti ossidanti, all’ acidità, alla luce e al calore.Si trova soprattutto negli alimenti d’ origine animale. E’ un elemento essenziale di due importanti coenzimi. La sua mancanza provoca la pellagra; il suo fabbisogno è di 6.6 mg ogni 1000 kcal.La riboflavina è un nutriente essenziale, è sensibile alla luce e ai raggi U.V. E’ assorbita nell’ intestino e inviata al fegato grazie la vena porta. Costituisce due importanti coenzimi, ed è molto diffusa negli alimenti. I LARN consigliano 0.6 mg/1000 kcal. L’ acido pantotenico è stabile al calore, ma è instabile a pH acido e basico. E’ sintetizzato dai batteri, ed è assorbito a livello intestinale. Il suo fabbisogno è 3-12 mg/die. E’ un costituente del Coenzima A. L’ acido folico è instabile al calore e all’ aria in soluzione acida, ma resiste in soluzione neutra. Nelle cellule svolge un ruolo d’ accettatore-donatore di gruppi con un solo atomo di carbonio. La sua mancanza provoca anemia. Il suo fabbisogno minimo è 50-100 ug/die.La biotina è abbastanza stabile al calore in soluzione acquosa, ma è distrutta dai raggi ultravioletti. I LARN consigliano 15 e 100 ug/die. Costituisce il coenzima delle carbossilasi.La cobalamina è instabile all’ ossigeno e alla luce, ma resiste al calore. La si trova in tutti gli alimenti di origine animale;interviene nelle reazioni biochimiche nel metabolismo degli amminoacidi e degli acidi nucleici. L’ acido ascorbico, vitamina c, interviene come fattore redox in numerosissime reazioni biochimiche e vie metaboliche. La sua struttura è simile a quella del glucosio. I trattamenti con il calore impoveriscono notevolmente gli alimenti di questa vitamina. La sua mancanza provoca lo scorbuto. La vitamina A , fa parte dei composti isoprenoidi, è sensibile all’ ossidazione, ed è stabile al calore. Il suo fabbisogno è di 600-700 ug/die di retinolo; è coinvolta in molti processi fisiologici e metabolici. La carenza provoca: problemi alla vista, integrità della pelle. La vitamina D è sensibile alla luce, al calore e all’ aria, non se ne trova molta negli alimenti;il fabbisogno è compreso fra 0 e 10-15 ug/die.La vitamina D attivata è simile ad un ormone che regola il metabolismo del calcio.La vitamina K resiste bene al calore, ed è instabile all’ ossigeno e alla luce. Si trova facilmente in natura ed è data dalla flora batterica intestinale. Il fabbisogno è 50-70 ug/die. La sua mancanza provoca soprattutto emorragie.
Le vitamine sono sostanze prive di valore energetico ma indispensabili, anche se in piccole dosi, per lo svolgimento dei processi che rendono possibile la vita.
Un' esatta alimentazione nasce dalla conoscenza di quali principi nutritivi contenga ciascun alimento. Proprio in base ai loro principali contenuti, e alle abitudini alimentari nel nostro Paese, i cibi sono stati divisi in diverse gamme. 

Allegati o Link utili:

Indice simulazioni Seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione


 
 
MAPPA CONCETTUALE RINCIPI NUTRITIVI

Bibliografia: "Complementi di scienza dell'alimentazione", di P. Cappelli e V. Vannucchi, Zanichelli editore. 
Data originaria pubblicazione: 19/4/09 h.14:30:00




 


Argomenti:

vitamine idrosolubili sostanze organiche vitamine non metalli metalli liquidi solidi sostanze inorganiche sali minerali principi alimentari principi nutritivi sostanze nutritive nutrienti alimenti lipidi sostanze ternarie funzioni biologiche lipidi saponificabili lipidi insaponificabili grassi saturi monoinsaturi polinsaturi AGE glucidi derivati aldeidici e chetonici di alcoli polivalenti aldosi chetosi centro chirale protidi sostanze quaternarie peptidi amminoacidi amminoacidi essenziali acqua composto polare acqua legata acqua libera vitamine liposolubili sali minerali Temi svolti Esame Seconda Prova Alimenti e Alimentazione simulazione seconda prova Esame di Stato elaborato esami di stato seconda prova alimentazione simulazione seconda prova alimentazione simulazione seconda prova Esame di Stato Alimentazione seconda prova temi tracce maturita` alberghiero temi tracce esami di stato alberghiero M073 A057 maturita temi temi svolti tema svolto alimentazione



Argomenti News Correlati

Alimentazione e SaluteDietologiaGlucidi o CarboidratiLipidi o GrassiProtidi o ProteineSali Minerali e AcquaTemi svolti Esami di StatoVitamine



Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Se ritieni che il linguaggio sia inopportuno clicca sul link qui sotto e compila il form scrivendo: il tuo Nick, il Testo del Commento o Articolo Non Idoneo, il Nick dell'Autore del Commento, il Titolo dell'Articolo a cui si riferisce il Commento (ndr: Copia e Incolla con il mouse). Grazie per la tua collaborazione.
Segnala a WebprofSegnala Commento o Articolo Non Idoneo a Webprof

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Elaborato svolto sui principi nutritivi alimentari (principi alimentari o nutrien (Voto: 1)
di 52F_Betu il Mercoledi, 22 Aprile 2009 (17:17:22)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
La parte relativa ai principi nutritivi è sviluppata in maniera più che sufficiente anche se in alcune parti carente ma manca una parte fondamentale della traccia le modificazioni durante la cottura




Re: Elaborato svolto sui principi nutritivi alimentari (principi alimentari o nutrien (Voto: 1)
di 41C_Pulce90 il Venerdi, 24 Aprile 2009 (17:52:29)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
L'elaborato è abbastanza completo per quanto riguarda i nutrienti, le caratteristiche chimico-fisiche e la struttura degli stessi; inoltre hai fornito le informazioni base dettate dai LARN sulle assunzioni giornaliere di ogni nutriente. La parte relativa ai glucidi è buona, così come quella relativa sia ai lipidi che all'acqua. Le vitamine e i sali minerali sono stati abbastanza approfonditi. Non è ben chiara la funzione svolta da ogni singolo nutriente. E' del tutto assente il discorso relativo alle modificazioni che i nutrienti subiscono durante la cottura.




Re: Elaborato svolto sui principi nutritivi alimentari (principi alimentari o nutrien (Voto: 1)
di 41C_Roby21 il Mercoledi, 6 Maggio 2009 (16:26:34)
(Info Utente | Invia un Messaggio) http://roby90isi@hotmail.it
L'elaborato fornisce differenti informazioni utili a carico dei nutrienti, ma è quasi totalmente assente la parte discorsiva sulle modificazioni che essi subiscono durante la cottura.




Re: Elaborato svolto sui principi nutritivi alimentari (principi alimentari o nutrien (Voto: 1)
di 41C_Ely il Venerdi, 8 Maggio 2009 (16:45:19)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Hai spiegato molto bene i vari principi nutritivi, hai indicato le dosi giornaliere raccomandate ma forse hai approfondito troppo la parte legata alla chimica e non hai parlato di ciò che avviene ai principi nutritivi durante la cottura,e quindi le varie modifiche dal punto di vista nutrizionale. La mappa non è ordinatissima ma comunque comprensibile.




Re: Elaborato svolto sui principi nutritivi alimentari (principi alimentari o nutrien (Voto: 1)
di 41C_Fra90 (francy.osio@hotmail.it) il Lunedi, 11 Maggio 2009 (17:29:07)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
l'elaborato è stato svolto abbastanza bene ma su alcune cose non ti sei molto soffermata a spiegarle nelle specifico come ad esempio sulle varie funzioni che hanno i vari nutrienti. Per quanto riguarda la mappa io l'avrei suddivisa in più fogli in modo che risultesse più chiara; comunque è un buon lavoro....brava!!!



Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(): Failed opening 'modules/News/box_destra.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562
 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community



 




* Prove Strutturate Alimentazione *


Prove Strutturate Alimentazione


Tutte le Categorie:

 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Conservazione Classi 3^ Alim.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Dietologia Classi 3^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Merceologia Classi 3^ Alim.ne - Merceologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Qualità Classi 3^ Alim.ne - Qualità
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Ricette Classi 3^ Alim.ne - Ricette
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Dietologia Classi 5^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz. Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz.


Tutte le Classi:



Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Calcolo IMC - Fabbisogno Energetico


Calcolo dell' Indice di Massa Corporea (I.M.C.) o Body Mass Index (B.M.I.) e del Fabbisogno Energetico Giornaliero



Calcola l'Indice di Massa Corporea: I.M.C.


Calcola il Fabbisogno Energetico Giornaliero




Forums WebCommunityLab

Ultime dai Forums
Forum
Titolo Topic
AutoreVistoRisposteUltima Risposta

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
ALIMENTI
Semola e semolato di grano duro
6041
2
Amministratore
Webprof

13 Apr 2021 h 17:54:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Alimenti e salmonella
74242
26
lm1920-1Es-N2...
04 Apr 2020 h 10:15:25

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Prevenzione salmonellosi
65534
25
lm1920-1Es-N1...
19 Mar 2020 h 16:16:16

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Affumicamento
24509
4
cacao19
06 Jun 2019 h 13:10:23

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
CHIMICA ORGANICA
Diidrossiacetone
21215
1
jibooty
04 Jun 2018 h 13:10:43

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
I FOLATI
21348
4
rokytall
01 May 2017 h 06:33:47

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Additivi alimentari
14521
2
rokytall
19 Apr 2017 h 10:41:59

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
DIETOLOGIA
Dieta equilibrata per adulti
16409
3
lus97
21 Mar 2016 h 17:27:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Classificazione microrganismi
35121
6
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:39:21

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
PREVENZIONE IGIENICO SANITARIA
igiene
34306
10
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:33:39
Topics 1865 | Posts 11223 | Letture Totali 15169979
Risposte 9362 | Membri 1759
[ Vai ai Forums ]   [ Cerca nei Forums ]

>Guarda Indice Categorie Forums
 
5 Topics Più ConsultatiRisposteLetture
Top Topics: vai al relativo forumColesterolo9299442
Top Topics: vai al relativo forumtorcione5558527
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni lipidi5444442
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni delle proteine4964991
Top Topics: vai al relativo forumLARN Glucidi4846985

5 Membri Più AttiviGradoPosts
Top Membri WebCommunityLab063C_MirkoronzEccellente576
Top Membri WebCommunityLab062C_Nikyinfa07Buono141
Top Membri WebCommunityLab062G_SemiotBuono134
Top Membri WebCommunityLab51C_Smak91Buono132
Top Membri WebCommunityLab51C_DannyBuono125






Il Milionario di Alimentazione


Gioca al Milionario


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Impiccato Alimentazione & Biologia



Classi:


Impiccato Classi Prime


Impiccato Classi Seconde


Impiccato Classi Terze


Impiccato Classi Quarte


Impiccato Classi Quinte




Cruciverba di Alimentazione


Cruciverba Alimentazione


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Materiali Didattici Classi



Materiali Classi:


Materiali Classi Prime


Materiali Classi Seconde


Materiali Classi Terze


Materiali Classi Quarte


Materiali Classi Quinte


Materiali Diversi






 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 0.953 secondi (405)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine