Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Didattica-Alimentazione >  News WebCommunityLab

 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 
 


Studenti Classi quinte:

Gli alimenti ed i principi alimentari o principi nutritivi Tema svolto

Articolo scritto da: 41C_Roby21 il Giovedi, 30 Aprile 2009 (7:15:00)

-Temi svolti Esami di Stato




Tema di Esame svolto seconda prova Alimentazione. Principi Alimentari o Principi Nutritivi. L’ alimentazione è da considerare come un fattore protettivo per la salute. L’ organismo per vivere necessita di energia presente in numerosi nutrienti, contenuti in diversi alimenti, specie nella frutta in grado di potenziare le difese naturali dell’organismo o di ridurre l’ azione di molte sostanze nocive trasformandole in sostanze innocue.





facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   





Gli alimenti sono il vero e proprio carburante dell’ uomo. Essi sono indispensabili per la vita, poiché forniscono l’ energia necessaria per l’ espletamento delle varie funzioni biologiche e nel contempo consentono l’ apporto delle sostanze chimiche capaci di far crescere il corpo e di mantenerlo in efficienza mediante la sostituzione progressiva delle componenti che via via si logorano. Alimentarsi bene, non significa solo soddisfare piacevolmente il proprio senso di fame, ma garantire all’ organismo lo stato di integrità e salute fisica. Essenzialmente gli alimenti contengono diversi principi nutritivi quali: carboidrati ( o zuccheri ), grassi, proteine, vitamine, acqua e sali minerali.

I Glucidi chiamati anche ( zuccheri o carboidrati ) sono i costituenti più importanti dei vegetali e le sostanze organiche più diffuse nella biosfera. Rappresentano solo l’ 1% del corpo umano ma hanno una notevole importanza nutrizionale costituendo il principale nutriente nell’ alimentazione umana e la fonte energetica a più basso costo; 1 grammo di glucidi fornisce circa 4kcal/g.
Le funzioni dei carboidrati sono fondamentalmente due: energetica e strutturale.
Energetica: nell’ uomo, sotto forma di glicogeno, costituiscono una riserva di energia a pronta utilizzazione e sotto forma di glucosio sono fonte di nutrimento per tutte le cellule.
Strutturale: soprattutto nei vegetali, ma anche nell’ uomo entrano nella costituzione delle cellule, della sostanza extracellulare.
I carboidrati si possono suddividere in: monosaccaridi, disaccaridi, polisaccaridi.
I monosaccaridi o monosi, sono sostanze cristalline, caratterizzate da sapore dolce, sono solubili in acqua ed insolubili nei solventi organici. I più importanti monosi sono: glucosio, galattosio, fruttosio e mannosio, appartenenti al gruppo degli esosi a 6 atomi di carbonio, mentre il ribosio, il desossiribosio e lo xilosio appartengono al gruppo dei pentosi. Il glucosio è senza dubbio il glucide maggiormente presente nel mondo animale e vegetale. Si trova libero nella frutta e nella verdura e costituisce il principale nutriente per tutte le cellule dell’ organismo umano. Il fruttosio è presente invece nel Alimenti: Mielemiele e nella frutta. Nel sangue è presente solo in piccole tracce. Ha un potere dolcificante nettamente superiore rispetto agli altri zuccheri. Il galattosio è importante perché è il costituente degli oligosaccaridi ( lattosio ). Nel nostro organismo viene metabolizzato dopo essere stato trasformato in glucosio.
I disaccaridi, costituiscono la classe nutrizionalmente più importante. Tra questi ricordiamo il: lattosio, contenuto nel Alimenti: Lattelatte dei mammiferi ed è formato da una molecola di glucosio legata ad una di galattosio. È il meno dolce e solubile di tutti gli zuccheri. Il saccarosio è lo Alimenti: Zuccherozucchero comune da tavola e si ottiene dalla lavorazione della barbabietola o canna da Alimenti: Zuccherozucchero. È costituito da una molecola di glucosio legata ad una di fruttosio. Il maltosio viene ottenuto per idrolisi dell’ amido ed è costituito dall’ unione di due molecole di glucosio.
I polisaccaridi, sono la riserva energetica delle piante e degli animali. Tra i più importanti vanno ricordati: amido, glicogeno, Galleria: Cellulosacellulosa.
L’ amido è la riserva energetica di piante ed è il principale componente delle farine dei cereali. È costituito da due polimeri: l’ amilosio ( lineare ) solubile in acqua e l’ amilopectina ( ramificata ) non solubile in acqua.
Il glicogeno si trova solo negli organismi animali. Si forma quando gli animali dispongono di quantità di glucosio superiore al fabbisogno e si deposita come riserva energetica nei muscoli e nel fegato per mantenere costante il glucosio nel sangue.
La Galleria: Cellulosacellulosa è il principale componente della fibra alimentare e quindi svolge un ruolo importante nel favorire la peristalsi intestinale. Durante la cottura degli alimenti, il calore produce su queste sostanze effetti diversi a seconda della loro complessità:
gli zuccheri semplici in presenza di liquido si solubilizzano; continuando la cottura si concentrano formando uno sciroppo. Cuocendoli a secco si rompono le molecole degli zuccheri e questi si caramellano, modificando sostanzialmente il colore e il sapore. L’ amido alla temperatura di 60-70° in presenza di acqua si rigonfia, assorbendo il liquido di cottura. A calore secco l’ amido destrinizza dividendosi in molecole più piccole con un minor potere legante ed una maggiore digeribilità dell’ alimento; esempio ( la tostatura della farina da aggiungere alla cottura stufata delle carni ). La Galleria: Cellulosacellulosa con il calore tende ad ammorbidirsi e rende l’ alimento più facilmente masticabile. La pectina in presenza di acqua prima solubilizza, poi gelatinizza, conferendo la tipica consistenza alle marmellate e gelatine.

I Lipidi chiamati anche grassi, costituiscono la principale forma di riserva energetica degli organismi e svolgono importanti funzioni bioregolatrici. 1 grammo di lipidi fornisce circa 9kcal. Esiste una certa differenza tra i grassi e i lipidi. I grassi vengono identificati come quelle sostanze untuose che rientrano nella costituzione di alcuni alimenti come, Alimenti: Burroburro, margarina e gli oli. Chimicamente i grassi sono dei trigliceridi: esteri della glicerina con acidi grassi. I grassi depositati nell’ organismo sono essenzialmente trigliceridi misti. I lipidi invece comprendono i trigliceridi ma anche i fosfolipidi e gli steroli. Ciò che accomuna i lipidi e i grassi è la loro solubilità nei solventi organici, come etere, benzolo. Fisicamente si presentano solido-pastosi e questi sono i grassi; oppure liquidi a temperatura ambiente e questi sono gli oli. I lipidi circolanti nel sangue sono spesso legati ad altre molecole formando delle strutture complesse, quali: le lipoproteine o glicolipidi. Una classificazione utile da un punto di vista nutrizionale è quella che divide i lipidi in: semplici e complessi. I primi sono presenti soprattutto negli alimenti e nel tessuto adiposo del corpo umano, i secondi sono presenti nel plasma e nelle strutture cellulari sia di origini animali che vegetali. La parte più variabile dei lipidi è la catena degli acidi grassi che possono differire per: lunghezza della catena carboniosa, tipo di legame carbonioso, posizione spaziale del doppio legame. Gli acidi grassi si possono classificare in: saturi quando presentano tutti legami semplici; monoinsaturi quando è presente un solo doppio legame; polinsaturi quando i doppi legami sono due o più. I grassi a temperature medio basse ( 30-70° ) iniziano a fondersi, mentre gli oli acquistano fluidità. Se i grassi superano il punto di fumo, questi tendono a decomporsi formando composti tossici come l’ acroleina. È perciò estremamente importante scegliere il giusto grasso di cottura, soprattutto nelle fritture e nelle lunghe cotture in umido.

Le Proteine o protidi sono composti organici, costituiti da quattro elementi fondamentali: carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto. Chimicamente le proteine sono costituite dall’ unione sequenziale in catene lineari di tante unità di base chiamate amminoacidi. Il nostro organismo è in grado di sintetizzare gli amminoacidi, partendo da aminoacidi diversi, i cosiddetti amminoacidi essenziali che devono essere introdotti con la dieta. Nell’ uomo adulto sono 8 mentre in un bambino 10. in base al numero di amminoacidi combinati si distinguono: le proteine con più di 50 aminoacidi e i peptidi con una quantità minore di 50 aminoacidi. Le proteine svolgono importanti e diverse funzioni: costruttrice in quanto apportano nell’ organismo i materiali da costruzione cioè gli amminoacidi, per la crescita e il mantenimento delle strutture cellulari; regolatrice poiché costituiscono gli ormoni e gli enzimi che controllano le attività metaboliche del corpo umano. In caso di necessità possono avere anche una funzione energetica qualora l’ introduzione di zuccheri fosse insufficiente. Nella dieta i protidi devono fornire circa il 10% delle calorie totali; in particolare 1 grammo di protidi fornisce circa 4kcal. Alla temperatura di 55-60°C le proteine iniziano a coagularsi. La coagulazione consiste in un cambiamento della struttura delle proteine, le quali formano legami tra di loro conferendo densità ad alimenti liquidi( salse calde a base di uovo ). Nella Alimenti: Carnecarne tale processo è accompagnato da un accorciamento delle fibre muscolari. Se la cottura prosegue oltre al livello ottimale avviene una vera e propria denaturazione delle proteine che rende la Alimenti: Carnecarne eccessivamente asciutta e stopposa. Nel tessuto connettivo la denaturazione avviene sopra gli 80°C ed agisce sul collagene, idrolizzandolo e trasformandolo in gelatina: questa trasformazione intenerisce la Alimenti: Carnecarne. Pertanto una Alimenti: Carnecarne ricca di tessuto connettivo deve essere cotta a lungo in umido. Nelle salse calde a base di uova, la separazione dovuta alla denaturazione si manifesta con la formazione di grumi solidi immersi nel liquido. La denaturazione delle proteine rende l’ alimento più digeribile, perché la frammentazione della catena proteica lo rende aggredibile dai succhi digestivi.

Le Vitamine sono un gruppo di sostanze organiche presenti negli alimenti, non sintetizzabili dall’ organismo e indispensabili affinché il metabolismo cellulare si svolga in modo regolare. Questi composti devono quindi essere introdotti dall’ esterno, con gli alimenti tuttavia non c’ è nessun alimento che le contenga tutte. Tra le loro caratteristiche principali vi è quella di agire in piccole dosi e di non avere importanza dal punto di vista energetico. Ogni vitamina ha un ruolo ben preciso ed insostituibile. Al giorno d’ oggi la razione vitaminica tende ad essere insufficiente. Ad esempio la razione di vitamine idrosolubili diminuisce in seguito ai processi di trasformazione e conservazione degli alimenti, inoltre l’ apporto frequente di alimenti magri, ha determinato una diminuzione dell’ apporto di vitamine liposolubili. Queste sostanze sono estremamente importanti perché svolgono una funzione protettiva del nostro organismo contro alcune particolari patologie e rafforzando il sistema immunitario proteggendo le cellule dall’ aggressione di sostanze estranee. Le vitamine si classificano in idrosolubili e liposolubili a seconda che siano solubili nei grassi o nell’ acqua. Appartengono al gruppo delle vitamine idrosolubili( solubili in acqua ) le 8 vitamine del gruppo B quali: Tiamina o Vit. B1, Riboflavina o Vit. B2, Piridossina o Vit. B6, Cobalamina 0 Vit. B12, Niacina o Vit. PP, Acido Pantotenico, Biotina o Vit H, Acido Folico. Queste svolgono tutte funzione coenzimatica e la Vit C o Acido Ascorbico. Queste devono essere introdotte nell’ organismo giornalmente con la dieta piochè gli eccessi sono eliminati con le urine. Costituiscono invece il gruppo delle vitamine liposolubili( solubili nei grassi ) la: A( Retinolo ) D( Calciferolo ) E( Tocoferolo ) K( Fillochinone, Menachinone ). Esse si accumulano nel tessuto adiposo e nel fegato e le carenze si instaurano lentamente. Un eccesso di vitamina A e D potrebbe essere tossico. Le vitamine idrosolubili sono le più sensibili all’ effetto del calore, per cui si possono registrare perdite superiori al 50%. Le vitamine liposolubili sono invece più resistenti. In genere la perdita di vitamine è direttamente proporzionale alla durata della cottura, alla temperatura e alla quantità di liquido presente.

L’ Acqua è il composto più diffuso in natura ed è il principale costituente degli organismi di cui rappresenta in media il 70% del peso. Gli alimenti contengono quantità più o meno rilevanti di acqua e la sua presenza è importante sia a fini strutturali, organolettici e nutrizionali, sia nei riguardi della loro conservazione. Non si trova mai allo stato puro, ma sempre in soluzioni più o meno concentrate ed è proprio la presenza di soluti che conferisce proprietà alle soluzioni. L’ acqua negli alimenti si divide in due categorie: acqua legata, non congelabile e non utilizzabile dai microrganismi; acqua libera, che è la maggior parte dell’ acqua presente negli alimenti, congela a temperature inferiori rispetto all’ acqua pura ed è utilizzabile dai microrganismi. L’ apporto di acqua è indispensabile per la vita. L’ acqua costituisce circa il 60% del peso dell’ adulto ed il 75% del neonato. L’ acqua svolge diverse funzioni: è solvente di gas, elettroliti e colloidi; trasporta alle cellule le sostanze nutritive e allontana quelle di rifiuto; partecipa ai processi di termoregolazione; è il costituente fondamentale delle secrezioni. Ogni giorno l’ organismo ricambia il 6% del suo patrimonio idrico, in media circa 2000-2500 ml. Il bisogno idrico giornaliero è circa 1,5ml/kcal/die nell’ adulto sano. l’ esposizione al calore di un alimento liquido provoca la vaporizzazione dell’ acqua e pertanto si ha una concentrazione dei sapori. In preparazioni solide cotte in ambiente secco si può riscontrare sia l’ evaporazione dell’ acqua, sia la perdita di acqua dovuta a lacerazione delle cellule( nella Alimenti: Carnecarne e nel Alimenti: Pescepesce ). La cottura in un liquido provoca perdite di acqua per carni e pesci, ritenzione di acqua per legumi e cereali e un sostanziale equilibrio per gli Alimenti: Ortaggiortaggi.

I Sali Minerali sono sostanze inorganiche non energetiche, presenti in piccole quantità negli alimenti. Rappresentano circa il 4% in peso di tutto il corpo umano, dove svolgono diverse funzioni essenziali per la vita: partecipano ai processi cellulari come la formazione di denti e ossa, sono coinvolti nella regolazione dell’ equilibrio idrosalino e costituiscono fattori determinanti per la crescita e lo sviluppo di tessuti e organi. Inoltre si trovano combinati sia con sostanze organiche che in soluzione nei liquidi organici. I Sali vengono assimilati attraverso l’ acqua e gli alimenti.

Vengono classificati in: macroelementi, per indicare i minerali presenti in quantità elevate ed il cui fabbisogno supera i 100mg al giorno; questi sono: il Calcio, Fosforo, Magnesio, Sodio, Potassio, Cloro. Sono molto importanti per la formazione di ossa e denti per la coagulazione del sangue per la regolazione neuromuscolare per l’ equilibrio acido-base e il bilancio idrico. I microelementi o oligoelementi, per indicare invece i minerali presenti in piccole quantità ed il cui fabbisogno è limitato e non supera i 100mg al giorno; questi sono: il Ferro, Zolfo, Zinco, Rame, Iodio, Fluoro, Manganese, Cromo, Cobalto, Selenio. Sono molto importanti per il mantenimento della struttura ossea e dei denti, componenti di importanti enzimi, amminoacidi, vitamine, ormoni e alcuni implicati nel metabolismo glucidico e lipidico. I Sali minerali svolgono una funzione plastica in quanto partecipano alla struttura del corpo umano, mentre altri sono bioregolatori in quanto partecipano alle reazioni metaboliche e all’ attività degli enzimi. Poiché vengono facilmente eliminati con il sudore e le urine, il nostro organismo deve reintrodurli attraverso un consumo di alimenti e bevande. A differenza delle vitamine, non vengono danneggiati dalla luce o dal calore, ma alcuni si possono perdere attraverso l’ acqua di cottura. I Sali minerali subiscono un leggero calo se la cottura è effettuata in ambiente secco, mentre nelle cotture in acqua tendono a trasferirsi nel liquido di cottura impoverendo l’ alimento.

MAPPE CONCETTUALI SUI PRINCIPI NUTRITIVI:

Mappe Concettuali sui Principi Alimentari
 
Generalità Glucidi: MAPPA
Acido ascorbico: MAPPA
Acido folico: MAPPA
Acido pantotenico: MAPPA
Acqua: MAPPA
Biotina: MAPPA
Cobalamina: MAPPA
Lipidi: MAPPA
Metodi di cottura: MAPPA
Niacina: MAPPA
Piridossina: MAPPA
Principi nutritivi: MAPPA
Proteine: MAPPA
Riboflavina: MAPPA
Sali minerali: MAPPA
Tiamina: MAPPA
Vitamine: MAPPA
 

Allegati o Link utili:

Indice simulazioni Seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione


 


Bibliografia/Sitografia:
Autori: Patrizia Cappelli, Vanna Vannucchi
Titolo: Complementi di Scienza dell’Alimentazione
Editore: Zanichelli
 
Data originaria pubblicazione: 30/4/09 h 7:15:00



 


Argomenti:

principi alimentari crescita appetito energia funzione bioregolatrice rosolatura vitamine liposolubili vitamine idrosolubili denaturazione peptidi fosfolipidi trigliceridi gelatinizzazione pectina grassi destrinizzazione calore oligosaccaridi amido sangue aroma cellule tessuto connettivo metabolismo vitamine organismo carenze fegato glicogeno cellulosa fruttosio saccarosio amilopectina digeribilita` amilosio amminoacidi sali minerali protidi nutrienti proteine acqua alimenti caramellizzazione lipidi glucidi caratteristiche organolettiche qualita` microrganismi cottura Temi svolti Esame Seconda Prova Alimenti e Alimentazione simulazione seconda prova Esame di Stato elaborato esami di stato simulazione seconda prova alimentazione simulazione seconda prova Esame di Stato Alimentazione seconda prova temi tracce maturita` alberghiero temi tracce esami di stato alberghiero M073 A057 maturita temi temi svolti alimenti fosfolipidi glicolipidi acidi grassi disaccaridi polisacca principi nutritivi seconda prova alimentazione



Argomenti News Correlati

Alimentazione e SaluteDietologiaGlucidi o CarboidratiLipidi o GrassiProtidi o ProteineSali Minerali e AcquaTemi svolti Esami di StatoVitamine



Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Se ritieni che il linguaggio sia inopportuno clicca sul link qui sotto e compila il form scrivendo: il tuo Nick, il Testo del Commento o Articolo Non Idoneo, il Nick dell'Autore del Commento, il Titolo dell'Articolo a cui si riferisce il Commento (ndr: Copia e Incolla con il mouse). Grazie per la tua collaborazione.
Segnala a WebprofSegnala Commento o Articolo Non Idoneo a Webprof

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Gli alimenti ed i principi alimentari o principi nutritivi (Voto: 1)
di 52F_Betu il Giovedi, 30 Aprile 2009 (20:39:24)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
L'elaborato è completo in ogni sua parte senza dilunglarsi in modo eccessivo, fornendo le informazioni più importanti l'unica pecca se cosi si può definire è la mancanza di una conclusione che sarebbe servita per arrrivare al punto del discorso.




Re: Gli alimenti ed i principi alimentari o principi nutritivi (Voto: 1)
di 41C_Snoopy il Martedi, 5 Maggio 2009 (17:57:22)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
L'elaborato per quanto riguarda i contenuti è molto esaustivo forse anche troppo per un tema d'esame, il lavoro è comunque ottimo anche se si conclude in maniera troppo brusca. Da rilevare anche un introduzione troppo generica con termini ambigui (l'alimentazione serve più che altro per dare energia che a "proteggere" la salute).




Re: Gli alimenti ed i principi alimentari o principi nutritivi (Voto: 1)
di 41C_Ely il Venerdi, 8 Maggio 2009 (16:23:26)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Il testo è scritto in modo chiaro e comprensibile, anche se l'introduzione e la conclusione del testo avrebbero dovuto essere più completi. Le mappe aiutano a comprendere il testo, sono ordinate e complete.




Re: Gli alimenti ed i principi alimentari o principi nutritivi (Voto: 1)
di 074C_Sangio il Venerdi, 8 Maggio 2009 (17:04:13)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
L'elaborato è scritto in maniera precisa e mirata,ricco di contenuti specifici,in poche parole è abbastanza sostanzioso e soddisfacente. Per quanto riguarda la stesura delle mappe concettuali anch'esse sono ben stese,un elaborato lungo da leggere ma ne vale veramente la pena!



Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(): Failed opening 'modules/News/box_destra.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562
 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community



 




* Prove Strutturate Alimentazione *


Prove Strutturate Alimentazione


Tutte le Categorie:

 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Conservazione Classi 3^ Alim.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Dietologia Classi 3^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Merceologia Classi 3^ Alim.ne - Merceologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Qualità Classi 3^ Alim.ne - Qualità
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Ricette Classi 3^ Alim.ne - Ricette
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Dietologia Classi 5^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz. Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz.


Tutte le Classi:



Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Calcolo IMC - Fabbisogno Energetico


Calcolo dell' Indice di Massa Corporea (I.M.C.) o Body Mass Index (B.M.I.) e del Fabbisogno Energetico Giornaliero



Calcola l'Indice di Massa Corporea: I.M.C.


Calcola il Fabbisogno Energetico Giornaliero




Forums WebCommunityLab

Ultime dai Forums
Forum
Titolo Topic
AutoreVistoRisposteUltima Risposta

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
ALIMENTI
Semola e semolato di grano duro
6860
2
Amministratore
Webprof

13 Apr 2021 h 17:54:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Alimenti e salmonella
76521
26
lm1920-1Es-N2...
04 Apr 2020 h 10:15:25

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Prevenzione salmonellosi
67704
25
lm1920-1Es-N1...
19 Mar 2020 h 16:16:16

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Affumicamento
25718
4
cacao19
06 Jun 2019 h 13:10:23

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
CHIMICA ORGANICA
Diidrossiacetone
22133
1
jibooty
04 Jun 2018 h 13:10:43

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
I FOLATI
21938
4
rokytall
01 May 2017 h 06:33:47

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Additivi alimentari
14823
2
rokytall
19 Apr 2017 h 10:41:59

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
DIETOLOGIA
Dieta equilibrata per adulti
16641
3
lus97
21 Mar 2016 h 17:27:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Classificazione microrganismi
36659
6
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:39:21

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
PREVENZIONE IGIENICO SANITARIA
igiene
36686
10
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:33:39
Topics 1865 | Posts 11223 | Letture Totali 15404290
Risposte 9362 | Membri 1759
[ Vai ai Forums ]   [ Cerca nei Forums ]

>Guarda Indice Categorie Forums
 
5 Topics Più ConsultatiRisposteLetture
Top Topics: vai al relativo forumColesterolo92103491
Top Topics: vai al relativo forumtorcione5559593
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni lipidi5446504
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni delle proteine4965686
Top Topics: vai al relativo forumLARN Glucidi4848721

5 Membri Più AttiviGradoPosts
Top Membri WebCommunityLab063C_MirkoronzEccellente576
Top Membri WebCommunityLab062C_Nikyinfa07Buono141
Top Membri WebCommunityLab062G_SemiotBuono134
Top Membri WebCommunityLab51C_Smak91Buono132
Top Membri WebCommunityLab51C_DannyBuono125






Il Milionario di Alimentazione


Gioca al Milionario


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Impiccato Alimentazione & Biologia



Classi:


Impiccato Classi Prime


Impiccato Classi Seconde


Impiccato Classi Terze


Impiccato Classi Quarte


Impiccato Classi Quinte




Cruciverba di Alimentazione


Cruciverba Alimentazione


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Materiali Didattici Classi



Materiali Classi:


Materiali Classi Prime


Materiali Classi Seconde


Materiali Classi Terze


Materiali Classi Quarte


Materiali Classi Quinte


Materiali Diversi






 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 1.386 secondi (400)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine