Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Didattica-Alimentazione >  News WebCommunityLab

 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 
 


Studenti Classi quinte:

I Metodi fisici di Conservazione: caldo (alte temperature), freddo (basse temperature), sottrazione di acqua (disidratazione)

Articolo scritto da: 063C_Valerossi il Lunedi, 13 Luglio 2009 (9:00:00)

-Temi svolti Esami di Stato




Tema di Esame svolto seconda prova Alimentazione. I principali Metodi fisici di conservazione riportati qui di seguito in questo elaborato spiegano come un alimento, che può essere solido, liquido oppure gassoso, può essere conservato ad alte e basse temperature in quanto appunto questi principali metodi fisici di conservazione possono essere a loro volta suddivisi in metodi fisici di conservazione con il calore, in metodi fisici di conservazione con il freddo e in metodi fisici di conservazione per disidratazione.





facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   





METODI FISICI DI CONSERVAZIONE

Gli alimenti possono essere soggetti ad alterazioni e contaminazioni. Per evitare ciò sono necessari alcuni trattamenti conservativi, con lo scopo di:

- Garantire la salubrità

- Bloccare le attività enzimatiche

- Impedire le alterazioni di origine chimico fisica


I metodi di conservazione di tipo fisica si suddividono in:

- Abbassamento del valore aw

- Riscaldamento, raffreddamento

- Irradiazione


A loro volta i metodi fisici per abbassamento del valore aw consistono in:

· Concentrazione

· Crioconcentrazione

· Evaporazione

· Liofilizzazione


I metodi per riscaldamento/raffreddamento si suddividono in:

· Pastorizzazione

· Scottatura

· Sterilizzazione

· Congelamento

· Refrigerazione

Verranno ora analizzati i metodi fisici più aggiornati.


ABBASSAMENTO DEL VALORE aw

L’ acqua è il componente degli alimenti che più influenza la loro stabilità ed è indispensabile per l’ attività dei microrganismi. Mancando l’ acqua gli enzimi risultano pertanto meno attivi, si ottiene così un’ azione microbio statica. L’ acqua utilizzabile non è costituita da tutta l’ acqua contenuta nell’ alimento, ma solamente dalla frazione libera. La disponibilità di acqua viene espressa attraverso un parametro denominato attività dell’ acqua e si limita con “aw”:

aw= P0/P

dove P0 rappresenta la tensione di vapore della soluzione e P la tensione di vapore dell’ acqua pura alla stessa temperatura e pressione. Abbassando il valore di “aw” la maggior parte dei microrganismi non sono in grado di sopportare tali condizioni, di conseguenza la disidratazione ha prevalentemente azione microbio statica.

Concentrazione: la concentrazione riduce la quantità di acqua di un alimento ed è rivolta a prodotti liquidi come Alimenti: Lattelatte, succhi di frutta, di pomodoro, minestre, sciroppi, estratti di Alimenti: Carnecarne, ecc… Essa deve essere accompagnata ad alti trattamenti come la pastorizzazione, la sterilizzazione, aggiunta di Alimenti: Zuccherozucchero, sale. Il suo scopo non è solamente rivolto alla conservazione, ma anche a: riduzione del peso e del volume, rapidità e comodità di impiego. Per concentrare gli alimenti si ricorre a: evaporazione, crioconcentrazione, filtrazione attraverso membrana.

Evaporazione: l’ evaporazione permette l’ allontanamento dell’ acqua dall’ alimento mediante il passaggio dallo stato liquido allo stato a quello di vapore. Questo processo può essere alterato agendo su temperatura e pressione. I processi classici di evaporazione possono essere diretti, quando il calore è trasmesso attraverso la superficie libera del liquido, viceversa i più diffusi sono quelli indiretti in cui il calore è trasmesso tramite scambiatori e la pressione può essere atmosferica, bassa, oppure l’ evaporazione può avvenire in serie ( evaporatori ad effetto multiplo ). Gli apparecchi utilizzati per l’ evaporazione sono: uno scambiatore di calore, un separatore per il vapore ed un condensatore per il vapore. Nel caso in cui sia necessario una bassa pressione verrà prevista anche una pompa per il vuoto.

Crioconcentrazione: la crioconcentrazione è un’ alternativa all’ evaporazione. Il suo vantaggio è l’ utilizzo di basse temperature ed il mantenimento dei principi nutritivi e delle sostanze aromatiche di prodotti come succhi di frutta, prodotti caseari, caffè liquido, vino, tè. La crioconcentrazione sfrutta il principio fisico dell’ abbassamento crioscopico delle soluzioni. L’ acqua si separa dal resto della soluzione mediante cristalli di ghiaccio fino ad arrivare al suo compiuto congelamento e alla solidificazione del soluto. Questo processo avviene ad una temperatura che varia dai -3 ai -7 °C e opera in 2 stadi: cristallizzazione dell’ acqua per raffreddamento e separazione dei cristalli della soluzione raggiungendo la concentrazione desiderata.

Filtrazione attraverso membrana: la filtrazione attraverso membrana è un processo che avviene a temperatura ambiente in 2 possibili tecniche: disidratazione osmotica ed i processi con membrane artificiali. La disidratazione osmotica sfrutta il fenomeno dell’ osmosi, quindi il passaggio dal solvente puro da una soluzione maggiormente concentrata ad una soluzione meno concentrata fino a raggiungere l’ equilibrio. La membrana che separa le 2 soluzioni è semipermeabile, quindi trattiene i soluti e lascia passare il solvente. Il processo di osmosi viene utilizzato nella disidratazione parziale di alimenti solidi, soprattutto frutta con una tecnica denominata osmosi diretta, ovvero immergendo il prodotto in soluzioni di Alimenti: Zuccherozucchero altamente concentrate di modo che la membrana superficiale dell’ alimento lasci uscire l’ acqua dal prodotto e lasci entrare il saccarosio della soluzione, aumentando così il tenore di sostanza secca e l’ azione protettiva sull’ alimento stesso. Il principale metodo che adesso andremo ad analizzare per disidratazione è la Liofilizzazione.

Liofilizzazione: la liofilizzazione consente nel passaggio da uno stato solido a uno gassoso mediante particolari temperature e pressioni. Essa avviene secondo 3 fasi: il congelamento, essiccamento primario ed essiccamento secondario. La prima fase consiste nel porre un prodotto in un liofilizzatore in modo tale che l’ acqua evapora e l’ alimento, evapora assorbendo calore, provocando così il congelamento dell’ alimento. Con l’ essiccamento primario il passaggio dallo stato solido a quello di vapore avviene grazie ad alcune piastre, che molto calde, contrastano il raffreddamento del prodotto. Infine con l’ essiccamento secondario l’ acqua congelata viene eliminata e va eliminata anche quella che rimane mediante evaporazione operando sottovuoto.


RISCALDAMENTO/RAFFREDDAMENTO

Analizziamo ora i principali metodi di conservazione con il calore.

Scottatura: la scottatura è una tecnica che porta un alimento ad alta temperatura, per poi riportarlo velocemente ad una temperatura ambientale. Ciò avviene per ridurre i microbi e gli enzimi responsabili di alterazione di calore; togliere l’ aria dei tessuti dall’ alimento per evitare ossidazioni; mantenere il calore e allontanare odori ed infine intenerire i tessuti.

Pastorizzazione: la pastorizzazione è un trattamento termico che vuole distruggere i microrganismi patogeni, batteri e funghi in un alimento. È un metodo che va associato ad altri trattamenti come la Refrigerazione ed il Confezionamento sottovuoto.

Sterilizzazione: la sterilizzazione ha lo scopo di distruggere microbi e spore ad alte temperature. Essa può essere di 3 tipi: classica, quando è effettuata a 100-120 °C per circa 20’ , UHT indiretto a 100-150 °C per pochi secondi ed infine UHT diretto o Uperizzazione a 100-150 °C per pochi secondi.

Analizziamo ora i principali metodi di conservazione con il freddo.

Refrigerazione: la refrigerazione prolunga la durata degli alimenti freschi, cioè quelli che vengono messi in commercio con le stesse caratteristiche di aspetto, forma e consistenza che avevano all’ origine. La Alimenti: Carnecarne deve essere raffreddata subito e mantenuta ad una temperatura di =+7 °C per le carcasse, a +3 °C per frattaglie e a +4°C per pollame e animali da cortile. Il Alimenti: Pescepesce va portato a 0°C in celle frigorifere con l’ aggiunta di ghiaccio tritato, mentre per i prodotti vegetali si deve effettuare una prerefrigerazione dopo la raccolta per rallentare i processi di maturazione. Un tipo particolare di refrigerazione è quello che prevede una modifica dell’ atmosfera; viene ridotto la percentuale di ossigeno e aumentata quella di anidride carbonica, mentre il rimanente è formato da sodio( N2 ) che rallenta l’ ossidazione e gli enzimi dei grassi. La refrigerazione con modifica dell’ atmosfera può essere effettuata in depositi refrigerati a tenuta stagna oppure in contenitori sottovuoto.

Congelamento: il congelamento invece consente il prolungamento della durata di un alimento mantenendo intatto il suo valore nutrizionale e le sue caratteristiche organolettiche. Man mano che l’ acqua diventa ghiaccio lascia la soluzione sempre più concentrata e un punto di gelo basso e un alimento è considerato congelato, quando l’ 80-90% dell’ acqua viene trasformata in ghiaccio. Esistono 2 tipi di congelamento: lento e rapido. Il primo viene effettuato a temperature non molto alte con tempi lunghi e il prodotto presenta variazioni chimiche che incidono sul suo valore nutrizionale. Quello rapido invece viene effettuato a temperature molto alte e le modificazioni strutturali non compromettono la qualità del prodotto. I sistemi di congelamento si basano su diversi modi di propagazione del freddo e vengono scelti secondo le caratteristiche dell’ alimento. Un alimento può essere sottoposto ad aria fredda inserendolo in un tunnel mediante carrelli; l’ aria fredda può anche essere trasmessa mediante delle piastre che vengono pressate sul prodotto.

Allegati o Link utili:

Indice Temi svolti simulazioni Seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione




Bibliografia: Complementi di scienza dell'alimentazione di P. Cappelli e V. Vannucchi casa editrice Zanichelli
Data originaria pubblicazione: 13/7/2009 h 9:00:00




 


Argomenti:

Temi svolti Esame Seconda Prova Alimenti e Alimentazione simulazione seconda prova Esame di Stato seconda prova temi tracce maturita` alberghiero temi tracce esami di stato alberghiero M073 A057 maturita temi temi svolti tema svolto alimentazione disidratazione osmotica osmosi disidratazione parziale alimenti solidi osmosi diretta frutta membrane semipermeabili processi con membrane artificiali pastorizzazione trattamenti termici microrganismi patogeni batteri funghi refrigerazione confezionamento sottovuoto scottatura alimenti alte temperature sterilizzazione microrganismi microbi spore UHT diretto uperizzazione sterilizzazione classica UHT indiretto congelamento congelamento lento congelamento rapido aria fredda abbassamento del valore Aw valore nutrizionale caratteristiche organolettiche contenitori sottovuoto modifica atmosfera concentrazione filtrazione attraverso membrana sostanze aromatiche principi nutritivi crioconcentrazione sciroppi minestre latte prodotti liquidi acqua evaporazione raffreddamento riscaldamento irradiazione frattaglie pollame pesce vegetali prerefrigerazione processi di maturazione celle frigorifere simulazione seconda prova alimentazione seconda prova alimentazione esami di stato elaborato simulazione seconda prova Esame di Stato simulazione seconda prova Esame di Stato Alimentazione


Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Se ritieni che il linguaggio sia inopportuno clicca sul link qui sotto e compila il form scrivendo: il tuo Nick, il Testo del Commento o Articolo Non Idoneo, il Nick dell'Autore del Commento, il Titolo dell'Articolo a cui si riferisce il Commento (ndr: Copia e Incolla con il mouse). Grazie per la tua collaborazione.
Segnala a WebprofSegnala Commento o Articolo Non Idoneo a Webprof

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: I Metodi fisici di Conservazione: caldo (alte temperature), freddo (basse tempera (Voto: 1)
di 061G_Saretta_92 il Giovedi, 9 Giugno 2011 (9:09:40)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
E' un buon tema, ma forse è troppo a "lista". Poteva scrivere le stesse cose rendendole più discorsive. Il contenuto è buono anche se in alcuni casi poteva approfondire un pò di più l'argomento. Voto totale 6 e mezzo.



Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(): Failed opening 'modules/News/box_destra.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562
 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community



 




* Prove Strutturate Alimentazione *


Prove Strutturate Alimentazione


Tutte le Categorie:

 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Conservazione Classi 3^ Alim.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Dietologia Classi 3^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Merceologia Classi 3^ Alim.ne - Merceologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Qualità Classi 3^ Alim.ne - Qualità
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Ricette Classi 3^ Alim.ne - Ricette
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Dietologia Classi 5^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz. Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz.


Tutte le Classi:



Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Calcolo IMC - Fabbisogno Energetico


Calcolo dell' Indice di Massa Corporea (I.M.C.) o Body Mass Index (B.M.I.) e del Fabbisogno Energetico Giornaliero



Calcola l'Indice di Massa Corporea: I.M.C.


Calcola il Fabbisogno Energetico Giornaliero




Forums WebCommunityLab

Ultime dai Forums
Forum
Titolo Topic
AutoreVistoRisposteUltima Risposta

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
ALIMENTI
Semola e semolato di grano duro
6682
2
Amministratore
Webprof

13 Apr 2021 h 17:54:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Alimenti e salmonella
75990
26
lm1920-1Es-N2...
04 Apr 2020 h 10:15:25

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Prevenzione salmonellosi
67172
25
lm1920-1Es-N1...
19 Mar 2020 h 16:16:16

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Affumicamento
25406
4
cacao19
06 Jun 2019 h 13:10:23

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
CHIMICA ORGANICA
Diidrossiacetone
21889
1
jibooty
04 Jun 2018 h 13:10:43

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
I FOLATI
21756
4
rokytall
01 May 2017 h 06:33:47

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Additivi alimentari
14700
2
rokytall
19 Apr 2017 h 10:41:59

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
DIETOLOGIA
Dieta equilibrata per adulti
16555
3
lus97
21 Mar 2016 h 17:27:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Classificazione microrganismi
36289
6
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:39:21

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
PREVENZIONE IGIENICO SANITARIA
igiene
35981
10
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:33:39
Topics 1865 | Posts 11223 | Letture Totali 15299635
Risposte 9362 | Membri 1759
[ Vai ai Forums ]   [ Cerca nei Forums ]

>Guarda Indice Categorie Forums
 
5 Topics Più ConsultatiRisposteLetture
Top Topics: vai al relativo forumColesterolo92102150
Top Topics: vai al relativo forumtorcione5559021
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni lipidi5445266
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni delle proteine4965325
Top Topics: vai al relativo forumLARN Glucidi4847659

5 Membri Più AttiviGradoPosts
Top Membri WebCommunityLab063C_MirkoronzEccellente576
Top Membri WebCommunityLab062C_Nikyinfa07Buono141
Top Membri WebCommunityLab062G_SemiotBuono134
Top Membri WebCommunityLab51C_Smak91Buono132
Top Membri WebCommunityLab51C_DannyBuono125






Il Milionario di Alimentazione


Gioca al Milionario


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Impiccato Alimentazione & Biologia



Classi:


Impiccato Classi Prime


Impiccato Classi Seconde


Impiccato Classi Terze


Impiccato Classi Quarte


Impiccato Classi Quinte




Cruciverba di Alimentazione


Cruciverba Alimentazione


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Materiali Didattici Classi



Materiali Classi:


Materiali Classi Prime


Materiali Classi Seconde


Materiali Classi Terze


Materiali Classi Quarte


Materiali Classi Quinte


Materiali Diversi






 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 0.676 secondi (377)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine