Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Didattica-Alimentazione >  News WebCommunityLab

 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 
 


Studenti Classi quinte:

Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova I principi nutritivi, gli alimenti e le modificazioni durante la cottura

Articolo scritto da: 083C_lucry il Giovedi, 26 Gennaio 2012 (18:20:00)

-Temi svolti Esami di Stato




Simulazione seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione Istituti Alberghieri (IPSSAR) Tema svolto. Gli alimenti sono sostanze che contengono principi nutritivi, acqua, sali minerali, vitamine, proteine, grassi e zuccheri. Le principali funzioni degli alimenti sono costituite dalla funzione energetica e plastica, la prima consiste nel fornire energie alle cellule, la seconda nel costruire materiale per le strutture cellulari. Il candidato illustri le caratteristiche dei principi nutritivi sopra elencati, analizzando le trasformazioni che in essi si verificano con  la cottura degli alimenti.





facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   






Principi nutritivi

principi nutritivi

 

Verso la fine del 1869 il chimico russo Mendeleev inventò un sistema di classificazione degli elementi presenti in natura su una tabella che ordinava gli elementi in base alla massa atomica. Su questa tabella si trovavano tutti gli 89 elementi presenti in natura. Gli elementi sono importanti per l' argomentazione di cui voglio parlare, vale a dire i principi nutritivi che sono formati da gruppi di questi elementi. Prendiamo in considerazione ad esempio i lipidi, composti da sostanze ternarie, cioè da carbonio, idrogeno e ossigeno. Sono sostanze insolubili in acqua, ma solubili in soluzioni organiche. I lipidi si possono suddividere in lipidi saponificabili che si dividono a lor volta in lipidi semplici, lipidi complessi, e in lipidi insaponificabili.  

Gli elementi predominanti nei lipidi sono gli acidi grassi che possono essere di vario tipo:

saturi, quando non presentano doppi legami e sono quelli più stabili e di solito sono allo stato solido e monoinsaturi, quando presentano un doppio legame, sono meno stabili perché addizionate all' ossigeno danno inizio all' irrancidimento e spesso sono allo stato liquido o semiliquido; polinsaturi, quando presentano più di un doppio legame. 

Inoltre i monoinsaturi o i polinsaturi possono essere modificati togliendo loro i doppi legami, attraverso un processo chiamato idrogenazione catalitica che consente agli oli di trasformarsi in grassi come ad esempio le margarine. 

Il nostro organismo ha bisogno di due acidi grassi essenziali, vale a dire che il nostro organismo non li produce e bisogna introdurli tramite alimentazione; l' acido linoleico, l' acido linolenico che sono essenziali per una funzione bioregolatrice e strutturale.

Troviamo successivamente i gliceridi che sono esteri addizionati alla glicerina che si dividono in monogliceridi quando la glicerina reagisce con un acido grasso, digliceridi quando la glicerina reagisce con due acidi grassi e trigliceridi quando la glicerina reagisce con tre acidi grassi.

Gli steridi invece sono esteri di sterolo con acidi grassi, sono costituenti degli ormoni steroidei. Tra gli steroli troviamo il colesterolo che fa parte della famiglia degli zoosteroli un alcol solido che permette la produzione di sali biliari. Il colesterolo si suddivide in LDL ( colesterolo cattivo ) che oltre certi valori può causare problemi al nostro organismo come provocare ictus cerebrale, infarti o aterosclerosi, causa l' indurimento dei vasi sanguinei, oppure il rompersi dei vasi che causano emoraggie.

I fosfolipidi sono lipidi complessi composti da un alcool, acidi grassi e acido fosforico legato ad una base azotata. I fosfolipidi in base al tipo di alcool contenuto si dividono in glicerofosfolipidi che contengono glicerolo e addizionati alle proteine formano le lipoproteine e gli sfingofosfolipidi che contengono sfingosina e sono presenti nel tessuto nervoso.

Simili ai trigliceridi, ma invece di un acido grasso troviamo uno Alimenti: Zuccherozucchero, sono  i  gliceroglicolipidi. Il gruppo dei glicolipidi comprende: i gangliosidi presenti nel cervello che mediante le sinapsi intervengono nella trasmissione dell' impulso nervoso e i cerebrosidi che si trovano nelle membrane delle cellule nervose. Le alterazioni che i grassi possono subire con la cottura è la termodegradazione consiste della trasformazione della glicerina che subisce una disisdratazione mentre gli acidi grassi subiscono l' ossidazione, la polimerizzazione, la ciclizzazione, la pirolisi che portano la formazione di vari composti.

Le proteine sono macromolecole più abbondanti e più versatili di tutte le cellule viventi. Sono composti ternari formati da carbonio, idrogeno, ossigeno e azoto, ma si possono aggiungere anche altri composti ad esempio fosforo oppure dei metalli come rame, ferro, calcio. Gli amminoacidi possono essere oligopeptidi quando contengono meno di 10 amminoacidi e i polipeptidi quando gli aminoacidi vanno da 10 a 100.

le proteine si dividono in base a vari criteri, ad esempio:

in base alla composizione chimica che a loro volta si dividono in:

proteine semplici e coniugate. Le prime hanno una composizione chimica molto regolare, mentre le seconde sono molto più evolute e più strutturate, prendiamo come esempio le lipoproteine e le glicoproteine; in base alla forma si suddividono in: fibrose ( collagene, cheratina ) e globulari ( enzimi, anticorpi ).

In base alla funzione nell' organismo in proteine strutturali ( cheratina, collagene ) e proteine dotate di una particolare attività biologica ( enzimi, anticorpi, ormoni )

le proteine alimentari si trovano in tutti gli alimenti in quantità differente. Le più importanti si trovano nelle masse muscolari nella Alimenti: Carnecarne e nel Alimenti: Pescepesce. Oltre a queste proteine, che sono indispensabili per l' uomo, ci sono proteine che svolgono funzioni negative nel nostro organismo. Tra queste ci sono i fattori antinutrizionali che sono inattivati con la cottura, come ad esempio le lecitine. Le tossine sono di origine batterica e sono contenute nell' organismo fin dall' origine ( tossina botulinica ). Gli allergeni, proteine presenti nel Alimenti: Lattelatte, nelle noci, nelle uova, crostacei, molluschi, causano attacchi istamici, asmatici, e shock anafilattici negli individui sensibili. 

Alcune proteine possono essere agenti patogeni detti prioni che causano malattie degenerative a livello nervoso, ad esempio la malattia della mucca pazza, oppure le scrapie negli ovini e nell' uomo l' encefalopatie spongiforme. 

Gli amminoacidi si possono classificare in quattro gruppi:

-R apolare alifatico: con catena idrofoba ( glicina, valina, prolina ) e con catena alifatica ( triptofano, fenilalanina );

-R polare: con catena funzionale per la loro polarità, danno legami a ponte idrogeno e sono abbastanza solubili in acqua; ( gruppo -OH, gruppo -SH, gruppo )

-R carico positivamente ( istidina )

-R carico negativamente ( acido glutamminico ).

Le proteine per poter svolgere la loro funzione biologica devono formare una determinata conformazione spaziale in base alla loro funzione. Queste strutture sono quattro:

la struttura primaria è molto semplice, gli amminoacidi sono uniti da legami peptidici e ponti disolfuro.

La struttura secondaria è una catena più o meno estesa; ci sono vari tipi di struttura secondaria: ά elica ha una forma simile ad una spirale ed è unita da legami a idrogeno che si rompono facilmente ad esempio con trattamenti termici. L' ά elica si allaccia ad altre catene formando catene lunghissime come ad esempio l'  ά-cheratina costituita da una triplice elica. 

Un' altra struttura secondaria è l' elica del collageno di natura fibrosa, è formata da tre filamenti intrecciati ed è stabilizzata solo da ponti a idrogeno. 

Infine la β foglietto ha una forma più puntigliosa simile ad un foglietto pieghettato. 

La struttura terziaria: è un insieme della struttura β foglietto e l' ά elica. L' insieme di queste catene è unita da legami ionici o ponti a idrogeno o legami idrofobici; è molto più stabile rispetto alle precedenti strutture.

La struttura quaternaria, invece, è formata da catene polipeptidiche, strutture terziare associate ad altri gruppi, come ad esempio una catena polipeptidica associata al gruppo eme  che forma l' emoglobina, un tipico esempio della struttura quaternaria indispensabile per il trasporto dell' ossigeno nel sangue.

Molto importanti per il nostro organismo sono gli amminoacidi essenziali in quanto non sono prodotti dal nostro organismo e dobbiamo introdurli attraverso l' alimentazione. Questi amminoacidi sono particolarmente importanti nella tenera età perché gli amminoacidi essenziali da assumere sono dieci; mentre nell' età adulta sono otto. Se non si introducono tutti gli amminoacidi essenziali si può contrarre una malattia detta kwashiorkor che causa ritardi nello sviluppo psico-fisico e danni permanenti al fegato. Si sviluppa nei paese poveri dove i bambini non hanno un' alimentazione completa. La carenza di proteine causa invece il marasma infantile, che porta deperimento generale, debolezza, arresto della crescita, e riduce le difese immunitarie. Queste due malattie possono portare alla morte.

Le proteine, con la cottura, subiscono la reazione di maillard, che consiste nella caramellizzazione di esse. Dal punto di vista nutrizionale si perde la lisina un amminoacido essenziale e l' alimento può indurire ed essere poco digeribile. 

I glucidi sono i costituenti più importanti nei vegetali e sono il principio più importante alimentare per l' uomo. Sono sostanze ternarie formate da idrogeno, carbonio, ossigeno e a volte contengono azoto, fosforo. Si possono suddividere in monosaccaridi ovvero costituiti da singole unità  ( glucosio, fruttosio, galattosio ) e in oligosaccaridi formati da due a nove unità ( saccarosio, maltosio, lattosio ) e i polisaccaridi formati da 10 o più unità zuccherine fino a qualche migliaia. ( amido, Galleria: Cellulosacellulosa, glicogeno )

Possiamo trovare i glucidi disponibili: che vengono digeriti e assorbiti a livelli intestinali ( amido  ), i glucidi non disponibili che non sono digeribili a livelli intestinali perché non abbiamo gli enzimi appropriati per scomporli, ad esempio la Galleria: Cellulosacellulosa non possiamo scomporla perché siamo privi dell' enzima cellulasi.

I carboidrati svolgono una funzione energetica perché il glicogeno nell' organismo umano è una riserva di energia immediata e il glucosio nutre le cellule; strutturale invece perché formano la struttura delle cellule e delle sostanze extracellulare delle fibre nervose.

Tra monosaccaridi è importante il glucosio: monosaccaride presente nella frutta, nella verdura. Da solo o addizionato  ad altri monosaccaridi forma disaccaridi e polisaccaridi.

Il fruttosio: chetoesoso, presente nella frutta, in dosi maggiori del glucosio, nel nostro organismo non se ne trova molto perché viene convertito quasi tutto in glucosio nel fegato e addizionato al glucosio da origine al saccarosio.

I disaccaridi comprendono: 

Il saccarosio: comune Alimenti: Zuccherozucchero che si ottiene da canne e barbabietola

Il lattosio che si trova nel Alimenti: Lattelatte e viene scomposto dall' enzima lattasi.

Infine ci sono i polisaccaridi che comprendono l' amido che si trova nei tuberi e nei semi è formato da due polimeri: amilosio e amilopectina.

Il glicogeno è molto importante come riserva energetica nel nostro organismo, si trova nei muscoli e nel fegato.

La Galleria: Cellulosacellulosa si trova nella cellula vegetale e il nostro organismo non riesce a scomporla completamente, perché sprovvisti dell' enzima apposito. Quando i glucidi vengono portati a temperature elevate, vengono idrolizzati, formando delle destrine; la destrinizzazione è un esmpio tipico dell' imbrunimento della crosta del Ricette: Panepane. Mentre, invece, il saccarosio e il glucosio subiscono la caramellizano. E il prodotto finale è di colore brune utilizzato nelle preparazioni di dolci.

Le vitamine sostanze organiche che si trovano negli alimenti, indispensabili per il metabolismo cellulare. Le vitamine si suddividono in due gruppi: idrosolubili, che comprendono le vitamine del gruppo B e la vitamina C, Liposolubili invece che comprendono le vitamine A, D, E, K. 

 La prima vitamina scoperta è stata la vitamina B1, scoperta nella cuticola del Alimenti: Risoriso. La carenza di questa vitamina porta al beri beri una malattia molto diffusa in Cina perché l' alimentazione era basata solo sul Alimenti: Risoriso brillato. Si trova principalmente nelle carni. 

La vitamina PP è molto resistente ed è molto diffusa negli alimenti di origine animale. La carenza di questa vitamina causa la pellagra, una malattia diffusa in Lombardia all' inizio del Novecento, perché l' alimentazione era molto povera e ci si nutriva solo di la Ricette: Polentapolenta di mais;

i sintomi classici sono dermatite, edemi, diarrea cronica, delirio, allucinazioni.

La vitamina B12 molto importante perché la carenza di questa vitamina causa l' anemia perniciosa e se non curata causa la morte; i soggetti a rischio di avitaminosi per insufficiente introduzione alimentare sono persone che hanno una dieta strettamente vegetariana oppure neonati  allattati da madri vegetariane. Può provocare anche la sterilità maschile e l' infertilità femminile; è instabile alla luce, si trova nella Alimenti: Carnecarne e nei pesci. 

La vitamina C è presente nella frutta acidula e nelle verdure fresche, inattivata dalla cottura. La carenza di questa vitamina causa lo scorbuto una malattia che veniva ai marinai sulle navi; i suoi sintomi sono anemia e perdita di appetito, in seguito sanguinamento delle gengive e perdita dei denti; successivamente emorragie interne e morte.

La vitamina A prima vitamina liposolubile si trova nell' uovo ,Alimenti: Formaggioformaggio, Alimenti: Lattelatte, nel Alimenti: Burroburro e nei caroteni. La carenza di questa vitamina causa la cecità notturna, pelli secche, nei bambini blocca la crescita e può portare alla morte. È una vitamina che se ne viene assunta in quantità eccessive diventa tossica, può provocare una malattia simile allo scorbuto

La vitamina D non si trova molto negli alimenti, è sensibile alla luce, al calore e all' aria,  la carenza di questa vitamina causa il rachitismo nel bambino e osteomalacia nell' adulto. Veniva contratta questa perché i bambini non erano esposti alla luce del sole; i sintomi sono deformazioni dello scheletro, le ossa lunghe si curvano, arresto della crescita.

Anche l' eccesso di vitamina D è un pericolo, perché provoca le calcificazioni diffuse agli organi: cuore, reni, fegato, polmoni, portano anche all' anoressia, diarrea, vomito, mal di testa.

La vitamina E si trova nell' Alimenti: Olioolio dei frutti oleosi o semi, il sintomo dell' avitaminosi è l' anemia emolitica che consiste nella rottura dei globuli rossi.

Vitamina K, chiamata anche antiemorragica, è una vitamina instabile alla luce, ma resiste al calore, ne sono ricchi gli spinaci  e i cavoli. La carenza di questa vitamina causa emorragie. 

I sali minerali rappresentano il 4% del peso corporeo, svolgono un' importante funzione di regolazione, di controllo e di struttura. Un'  alimentazione regolare comprende anche l' assunzione di minerali, alcuni in dosi elevate come ad esempio il calcio e il ferro. I minerali si suddividono in metalli come calcio, ferro, rame, zinco, potassio e i non metalli come iodio, fluoro, zolfo. Si dividono in macroelementi perché la concentrazione nell' organismo è maggiore del 3% come potassio, calcio, fosforo e in microelementi perché la concentrazione è minore del 3% come ferro, rame e zinco. 

Il calcio si trova principalmente nelle ossa e nei denti e gli alimenti ricchi di calcio sono il Alimenti: Lattelatte e i formaggi. La carenza di calcio nel nostro organismo provoca il rachitismo nel bambino e in un' età avanzata causa osteoporosi che comporta facili fratture.

Il fosforo è indispensabile per il metabolismo, il suo assorbimento è favorito dalla vitamina D. Non si conoscono casi di carenza  di fosforo perché è diffuso in quasi tutti gli alimenti.

Il sodio è presente nei salumi e nei formaggi, ma anche nelle verdure nella Alimenti: Carnecarne e nei pesci. 

L' eccesso di questo minerale può provocare ipertensione arteriosa in soggetti a rischio. I sintomi per la carenza di sodio sono nausea, vomito e anoressia e nei peggior casi può causare il coma e infine la morte.

Il potassio si trova nella frutta e nella Alimenti: Carnecarne, la sua carenza provoca debolezza muscolare, variazioni del battito cardiaco fino alla morte; anche l' eccesso è molto pericoloso, causa crampi muscolari, debolezza, insufficienza renale e morte.

Il ferro è presente nelle carni rosse, nell' uovo, nel Alimenti: Pescepesce e negli spinaci. Si suddivide in cinque tipologie in base alla sua funzione: ferro emoglobinico essenziale per il trasporto dell' ossigeno, ferro mioglobinico, ferro di riserva, ferro di trasporto e ferro enzimatico.

La carenza di ferro causa anemia e riduce le capacità mentali. L' eccesso, invece, provoca una sorta di intossicazioni a vari organi come fegato, reni.

Il selenio si trova nelle frattaglie, nei cereali e nei pesci. La sua carenza causa il morbo di Keshan che provoca una grave cardiopatia ed è stata rilevata in una regione della Cina.

Lo iodio si trova nelle uova, nelle carni e nei pesci. La carenza di questo minerale causa il cretinismo endemico, se colpita una donna in gravidanza può causare danni al feto e alla nascita potrebbe presentare un problema psichico, sordomutismo o nanismo.

L' acqua rappresenta circa il 70% del peso corporeo. Si può trovare in vari stati. Allo stato solido, liquido, gassoso. L' acqua negli alimenti si divide in due categorie, acqua legata e acqua libera. L' acqua corporea è distribuita dentro le cellule, ovvero acqua intracellulare per circa il 40% ed extracellulare per circa il 20%. L' acqua legata diminuisce con il tempo e in base alla struttura corporea come nel caso degli obesi assumendo più lipidi hanno un valore di acqua inferiore agli individui magri, come l' organismo femminile,che accumula più lipidi, ha un valore di acqua corporea inferiore a quello maschile.

L' acqua si suddivide anche in acqua esogena cioè l' acqua che viene introdotta nel nostro organismo attraverso l' alimentazione e l' acqua endogena che all' interno del nostro organismo. Il bilancio idrico, infatti,  viene determinato dall' acqua endogena addizionata a quella esogena e il totale deve essere uguale all' acqua eliminata. Se l' acqua è superiore si va incontro ad un intossicazione da acqua che provoca debolezza muscolare e disfunzioni gastrointestinali, fino ad arrivare al coma, ma quando le entrate sono minori delle uscite si ha una disidratazione d' acqua con sintomi come una ridotta capacità mentale e fisica con il 4% in meno ed oltre al 10% in meno sono incompatibili con la vita.

 

Allegati o Link utili:

Indice Temi svolti simulazioni Seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione



Fonti/Bibliografia: Complementi di scienza dell' alimentazione, di Patrizia Cappelli e Vanna Vannucchi, editore: zanichelli.
Data originaria pubblicazione: 26/1/12 h 18:20:00




 





Argomenti News Correlati

Alimentazione e SaluteApparato digerenteChimica OrganicaDietologiaGlucidi o CarboidratiLipidi o GrassiProtidi o ProteineQualita'Sali Minerali e AcquaTemi svolti Esami di StatoVitamine



Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Se ritieni che il linguaggio sia inopportuno clicca sul link qui sotto e compila il form scrivendo: il tuo Nick, il Testo del Commento o Articolo Non Idoneo, il Nick dell'Autore del Commento, il Titolo dell'Articolo a cui si riferisce il Commento (ndr: Copia e Incolla con il mouse). Grazie per la tua collaborazione.
Segnala a WebprofSegnala Commento o Articolo Non Idoneo a Webprof

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova I principi nutritivi, gli alimenti (Voto: 1)
di grotta93 (grotta.93@hotmail.it) il Sabato, 11 Febbraio 2012 (23:28:06)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
molto bello, brava!! io però avrei parlato anche delle vitamine idrosolubili!!




Re: Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova I principi nutritivi, gli alimenti (Voto: 1)
di kinder il Venerdi, 4 Maggio 2012 (18:02:14)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Veramente ammirevole la dedizione con cui hai svolto il compito,ma non credo che all' esame avrai tutto il tempo necessario per elaborare uno scritto così amplio. brava,ma da accorciare!



Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(): Failed opening 'modules/News/box_destra.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562
 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community



 




* Prove Strutturate Alimentazione *


Prove Strutturate Alimentazione


Tutte le Categorie:

 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Conservazione Classi 3^ Alim.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Dietologia Classi 3^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Merceologia Classi 3^ Alim.ne - Merceologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Qualità Classi 3^ Alim.ne - Qualità
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Ricette Classi 3^ Alim.ne - Ricette
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Dietologia Classi 5^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz. Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz.


Tutte le Classi:



Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Calcolo IMC - Fabbisogno Energetico


Calcolo dell' Indice di Massa Corporea (I.M.C.) o Body Mass Index (B.M.I.) e del Fabbisogno Energetico Giornaliero



Calcola l'Indice di Massa Corporea: I.M.C.


Calcola il Fabbisogno Energetico Giornaliero




Forums WebCommunityLab

Ultime dai Forums
Forum
Titolo Topic
AutoreVistoRisposteUltima Risposta

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
ALIMENTI
Semola e semolato di grano duro
6682
2
Amministratore
Webprof

13 Apr 2021 h 17:54:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Alimenti e salmonella
75990
26
lm1920-1Es-N2...
04 Apr 2020 h 10:15:25

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Prevenzione salmonellosi
67172
25
lm1920-1Es-N1...
19 Mar 2020 h 16:16:16

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Affumicamento
25407
4
cacao19
06 Jun 2019 h 13:10:23

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
CHIMICA ORGANICA
Diidrossiacetone
21889
1
jibooty
04 Jun 2018 h 13:10:43

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
I FOLATI
21756
4
rokytall
01 May 2017 h 06:33:47

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Additivi alimentari
14700
2
rokytall
19 Apr 2017 h 10:41:59

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
DIETOLOGIA
Dieta equilibrata per adulti
16555
3
lus97
21 Mar 2016 h 17:27:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Classificazione microrganismi
36289
6
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:39:21

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
PREVENZIONE IGIENICO SANITARIA
igiene
35981
10
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:33:39
Topics 1865 | Posts 11223 | Letture Totali 15299661
Risposte 9362 | Membri 1759
[ Vai ai Forums ]   [ Cerca nei Forums ]

>Guarda Indice Categorie Forums
 
5 Topics Più ConsultatiRisposteLetture
Top Topics: vai al relativo forumColesterolo92102150
Top Topics: vai al relativo forumtorcione5559021
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni lipidi5445266
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni delle proteine4965325
Top Topics: vai al relativo forumLARN Glucidi4847659

5 Membri Più AttiviGradoPosts
Top Membri WebCommunityLab063C_MirkoronzEccellente576
Top Membri WebCommunityLab062C_Nikyinfa07Buono141
Top Membri WebCommunityLab062G_SemiotBuono134
Top Membri WebCommunityLab51C_Smak91Buono132
Top Membri WebCommunityLab51C_DannyBuono125






Il Milionario di Alimentazione


Gioca al Milionario


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Impiccato Alimentazione & Biologia



Classi:


Impiccato Classi Prime


Impiccato Classi Seconde


Impiccato Classi Terze


Impiccato Classi Quarte


Impiccato Classi Quinte




Cruciverba di Alimentazione


Cruciverba Alimentazione


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Materiali Didattici Classi



Materiali Classi:


Materiali Classi Prime


Materiali Classi Seconde


Materiali Classi Terze


Materiali Classi Quarte


Materiali Classi Quinte


Materiali Diversi






 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 0.756 secondi (397)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine