Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Didattica-Alimentazione >  News WebCommunityLab

 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 
 


Studenti Classi quinte:

Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova

Articolo scritto da: beppetto93 il Giovedi, 9 Febbraio 2012 (6:25:00)

-Temi svolti Esami di Stato




Simulazione seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione Istituti Alberghieri (IPSSAR) Tema svolto.  I sistemi di Conservazione degli alimenti. Testo della traccia: Traccia uscita Esame Seconda prova Alimenti e Alim.ne a.s. 2005/06





facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   





La conservazione

La conservazione degli alimenti è molto importante per la salute dell’ uomo. Fin dall’ antichità gli alimenti venivano conservati per evitare contaminazioni o alterazioni del cibo e, con il passare del tempo, i vari metodi di conservazione si sono evoluti e raffinati grazie a nuove invenzioni e a nuove scoperte da parte del genio umano.
In passato, dove l’ uomo non era ancora a conoscenza dei metodi più sofisticati di conservazione, si usavano prodotti naturali come il sale, l’ aceto, l’ Alimenti: Olioolio ecc.; questi sono definiti conservanti naturali e fanno parte della conservazione chimica. La maggior parte di essi svolgevano una funzione batteriostatica e non battericida perché a differenza di molte nuove tecniche di conservazione, la tecnica con conservanti naturale si “limitava” a contrastare attività microbiche e non a fermarle completamente ammazzando i microrganismi. Il più usato tra questi era il sale che aveva come compito principale quello di ridurre l’ acqua all’ interno dell’ alimento così da bloccare ogni attività microbica ed Insieme ad esso venivano aggiunti anche altri aromi conservando l’ alimento per un tempo maggiore. La salazione avveniva in due modi: salazione a secco ovvero si spargeva il sale sull’ alimento facendolo penetrare mentre il secondo metodo era quello della salazione in umido ovvero il prodotto veniva messo in una soluzione salina. Questa operazione veniva chiamata Salamoia. La conservazione chimica però, nel corso degli anni, ha promosso altre sostanze che vengono racchiuse nel gruppo dei conservanti artificiali ed esse sono antimicrobici e antiossidanti. Questi a differenza di quelli naturali, vengono usati maggiormente in industrie che producendo grandi quantità di cibo, preferiscono affidarsi a conservanti più forti e più durevoli nel tempo. La funzione degli antimicrobici è quella di contrastare l’ azione dei microrganismi mentre quella degli antiossidanti è quella di impedire l’ imbrunimento di frutta e verdura, impedire l’ irrancidimento della frutta ed il cambiamento delle carni. Questi due metodi chimici di conservazione vengono usati generalmente per prodotti dolciari oppure per alimenti come Alimenti: Carnecarne, frutta o verdure.
Nei nuovi metodi di conservazione possiamo trovare: 
1 ) metodi fisici 
2 ) metodi chimico fisici
3 ) metodi chimico fisici biologici.
I primi tra questi si dividono in tre grandi gruppi: conservazione a basse temperature, conservazione ad alte temperature e conservazione per disidratazione. Le basse temperature sono formate dalla refrigerazione , dal congelamento e dal surgelamento e svolgono tutte e tre un’ azione batteriostatica.
Refrigerazione: Varia le proprie temperature di conservazione da +10°C( per frutta o verdura ) a -2°C( per pesci ) trovando l’ impiego in banconi frigoriferi nei negozi di supermercati . Viene usata per alimenti con breve scadenza.
Congelamento: Con delle temperature molto basse si formano all’ interno dell’ alimento microcristalli con il metodo del congelamento rapido( -35°C /-50°C ) o macrocristalli con il metodo del congelamento lento ( -8°C /-12C ). In tutti e due i metodi sia le attività microbiche che enzimatiche vengono bloccate ma nel primo, con lo scongelamento, non avviene la fuoriuscita di sostanze nutrizionale mantenendo intatte le pareti cellulari del prodotto mentre nel secondo avviene una maggior fuoriuscita di sostanze nutritive causate dalla rottura dei tessuti. Viene usato per qualsiasi tipo di alimento. 
Surgelamento: Si sottopone l’ alimento ad un congelamento ( -30°C /-50°C ) ultra rapido. Questo tipo di conservazione è usato nella catena del freddo che consiste nel mantenere surgelati gli alimenti destinati alla vendita per il consumo diretto. I prodotti usati per il surgelamento hanno una lunga scadenza.
Le conservazione ad alte temperature invece è formata da pastorizzazione, scottatura e sterilizzazione. La prima di questa svolge una funzione batteriostatica mentre le altre due conservazioni battericida.
Pastorizzazione: Consiste nel sottoporre l’ alimento a temperature inferiori a 100°C inattivando così le muffe, i lieviti e gli enzimi. La pastorizzazione si divide in tre parti: pastorizzazione bassa che avviene tra i 60°C/65°C per circa 30 minuti ( è poco usata perché rovina i tessuti degli alimenti ), pastorizzazione alta che avviene a 70°C/85°C con un tempo di durata tra 4/ 5 minuti ed è usata per prodotti come Alimenti: Lattelatte, vino o birra e in fine si ha la pastorizzazione rapida ( 75°C/ 85°C ) dove grazie a delle piastre bollenti, il Alimenti: Lattelatte subisce un rapidissimo riscaldamento così da poter essere venduto fresco.
Sterilizzazione: Consiste nel sottoporre l’ alimento a temperature superiori ai 100 gradi e, così facendo, distrugge le spore, le forme microbiche e inattiva gli enzimi. Esistono 3 tipi di sterilizzazione: la sterilizzazione classica che avviene tra i 100°C ai 120°C per circa venti minuti e viene usato per alimenti inscatolati e per alimenti trattati a bagno come frutta o Alimenti: Ortaggiortaggi, poi abbiamo la sterilizzazione UHT indiretta che avviene a temperature molto alte ovvero tra 140/150°C per pochi secondi e viene svolta su alimenti liquidi mediante piastre bollenti e per ultimo si ha la sterilizzazione UHT diretta che anch’ essa avviene tra i 140/150°C per pochi secondi. L’ alimento prima di arrivare a queste temperature viene riscaldato a 50/80°C dove poi viene iniettato vapore che in circa 4 secondi porta il liquido sfuso a temperature altissime.
L’ ultimo tipo di conservazione che fa parte dei metodi fisici è quella per disidratazione, formata dalla disidratazione con aumento e diminuzione di temperatura. Tutti i due metodi hanno un’ azione batteriostatica ed in tutti i due casi si ha una riduzione di acqua all’ interno dell’ alimento
Aumentando la temperatura si avranno due tipi di disidratazione che sono l’ essiccamento e la concentrazione per evaporazione a caldo. Il primo dei due toglie circa il 90% di acqua dall’ alimento. Viene svolto principalmente all’ interno delle industrie con particolari impianti di aria calda o mettendo l’ alimento a contatto con superfici. Il secondo invece, riduce del 50% l’ acqua all’ interno del prodotto e generalmente viene usato per conserve casalinghe. Di questo metodo si può svolgere la concentrazione a caldo o a freddo dove quella a caldo fa sì che l’ acqua si allontani tramite la cottura dell’ alimento mentre a freddo, l’ acqua esce sotto forma di micro/macro cristalli di ghiaccio. L’ ultimo di questi due metodi fa parte della conservazione per diminuzione di temperatura insieme alla liofilizzazione che consiste nell’ allontanare il 100% dell’ acqua dall’ alimento. È divisa in quattro fasi, ovvero: 
Congelamento: l’ alimento viene portato a basse temperature per tempi brevi così da formare microcristalli di ghiaccio.
Essiccamento primario: in questa procedura avviene la sublimazione cioè la trasformazione diretta del ghiaccio in vapore grazie ad un innalzamento della temperatura. 
Essiccamento secondario: La temperatura arriva a 30°C e così facendo tutte le particelle di acqua fuoriescono.
Confezionamento: Arrivato a questo punto, il prodotto viene messo in confezioni sottovuoto o in sacchetti con atmosfera modificata di azoto.
Tra i secondi, ovvero i metodi chimico fisici possiamo trovare l’ affumicamento che consiste nell’ azione combinata tra fumo e calore sprigionando una combustione lenta quindi senza fiamma. L’ alimento viene trattato da una parte liquida ( cioè da microscopiche gocce di acqua ) e da una parte aeriforme( che contiene gas e vapori ) e il fumo si deposita sull’ alimento così da dare quel gusto tipico dei prodotti affumicati. Esistono due tipi di affumicamento: a freddo e a caldo. Quello a freddo viene praticato a temperature tra20/-25°C per alcuni giorni e svolge una funzione batteriostatica mentre quello a caldo si effettua tra i 50°C/90°C per alcune ore. L’ azione è battericida perché vengono eliminati la maggior parte dei microrganismi.
Nel terzo ed ultimo tipo di conservazione cioè quella biologica, troviamo le fermentazioni che rendono l’ ambiente dove vengono sviluppate sfavorevole per i microrganismi. Degli esempi ne possono essere:
fermentazione alcolica: dovuta a lieviti che trasformano l’ alcool etilico in acido acetico
Fermentazione lattica: dovuta all’ azione dei fermenti lattici che trasformano il lattosio in acido lattico.
Questi nuovi metodi hanno rivoluzionato il mercato industriale ristorativo perché rendendo la scadenza di un alimento sempre più distante dal momento dell’ acquisto invoglia le persone a comprare il prodotto che nelle maggior parte dei casi è già confezionato come nella tecnica sottovuoto. Tecnica che consiste nel sottrarre l’ aria che viene a contatto con l’ alimento all’ interno di appositi sacchetto e grazie a questa sottrazione, si rallentano le reazioni ossidative e si distruggono i microrganismi aerobi. Il sottovuoto è la prova inconfutabile della grande trasformazione dei metodi di conservazione durante la storia dell’ uomo. Mentre prima la conservazione era usata solo come metodo di “prolungamento di scadenza” di un alimento, oggi grazie ad esempio al sottovuoto, l’ uomo può trovare piatti già pronti al proprio servizio senza nemmeno dover cucinare. 

Allegati o Link utili:

Indice Temi svolti simulazioni Seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione



Fonti/Bibliografia: Complementi di scienza dell' alimentazione, di Patrizia Cappelli e Vanna Vannucchi, editore: Zanichelli.
Data originaria pubblicazione: 9/2/12 h 6:25:00



 





Argomenti News Correlati

Alimentazione e SaluteConservazioneContaminazioni chimicheMicrorganismiPrevenzione Ig. San.Qualita'Temi svolti Esami di StatoTossinfezioni



Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Se ritieni che il linguaggio sia inopportuno clicca sul link qui sotto e compila il form scrivendo: il tuo Nick, il Testo del Commento o Articolo Non Idoneo, il Nick dell'Autore del Commento, il Titolo dell'Articolo a cui si riferisce il Commento (ndr: Copia e Incolla con il mouse). Grazie per la tua collaborazione.
Segnala a WebprofSegnala Commento o Articolo Non Idoneo a Webprof

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di 083C_mateo il Giovedi, 9 Febbraio 2012 (21:54:01)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
buon lavoro, ben esposto, pero secondo me si potrebbe allegare una mappa concettuale ai metodi di conservazione.




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di grotta93 (grotta.93@hotmail.it) il Sabato, 11 Febbraio 2012 (23:16:11)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
un lavoro scritto bene, bravo!! però secondo me dovevi parlare un po più nello specifico della conservazione col calore e la conservazione con il freddo




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di 083C_fabian il Mercoledi, 22 Febbraio 2012 (13:02:32)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
lavoro ben fatto ma si potrebbe allegare una mappa sulla tuo elaborato (conservazione)




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di pate93 il Mercoledi, 22 Febbraio 2012 (13:13:36)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Elaborato molto esauriente ma secondo me potevi approfondire di più la refrigerazione e soffermarti di più sulla differenza tra congelamento e surgelamento. Bravo Beppe :)




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di kinder il Mercoledi, 22 Febbraio 2012 (13:14:45)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
l' introduzione del tema è corretta e appropriata al collegamento con il resto del tema. La forma è chiara,pur essendoci un' ampia varietà di termini tecnici,però penso che l' autore del tema avrebbe dovuto soffermarsi di più sulla conservazione a freddo,in particolare del congelamento,di cui ha riportato solo un breve accenno.




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di leo92 il Mercoledi, 22 Febbraio 2012 (13:14:51)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
bravo bel lavoro però avrei approfondito sui vari metodi di congelamento rapido che si dividono in congelamento ad aria forzata l' alimento viene investitoda una corente di aria fredda in direzione opposta e gli sotrae calore, congelamento per contatto con piastre rappresenta uno dei più semplici ed efficaci sistemi di congelamento, costituito da un insieme di piastre, congelamento con utlizzazione di mezzi criogeni, congelamento con mezzi di soluzione incongelabile




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di risghi il Giovedi, 23 Febbraio 2012 (10:02:02)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Caro beppetto, proprio un bel lavoro :) fossi stato in te avrei sicuramente descritto più approfonditamente la differenza tra i metodi di conservazione e ci avrei anche aggiunto una cmap, essenziale per questi tipo di lavori :D




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di kikahscratch il Lunedi, 9 Aprile 2012 (16:57:43)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
L'elaborato è bello ma mancano alcune informazione che sono importanti parlando di conservazione, come la scottatura, hai semplicemente detto che il metodo esiste, ma non hai detto in cosa consiste e l'uso a cui è destinato; la scottatura o blanching, consiste nel portare rapidamente un alimento ad alte temperature, utilizzando acqua all'ebollizzione, vapore acqueo, aria calda, microorde e inseguito riportarlo velocemente e a temperatura ambiente (velocemente per evitare la ricontaminazione dell'alimento stando a temperatura ambiente), questo metodo non è sufficiente a promettere una buona conservazione appunto si usa abbinarlo con altri metodi.Viene utilizzato soprattutto per i vegetali da inscatolare, è usato per ridurre la carica batteria sulla superficie dell'alimento, inattivare gli enzimi responsabili delle alterazioni del colore, rimuovere l'aria contenuta nei tessuti dell'alimento per diminuire la possibile ossidazione, mantenere il colore ed allontanare o attenuare odori e sapori troppo acuti e infine intenerire e ridurre il volume, facilitando così il riempimento dei contenitori.




Re: Sistemi di Conservazione Tema svolto Alimentazione simulazione 2^ prova (Voto: 1)
di marco5c il Giovedi, 19 Aprile 2012 (15:48:10)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
un elaborato completo,anche se potevi spiegare in maniera più dettagliata, per quanto riguarda la conservazione a freddo :la refrigerazione ed elencare le diverse temperature adatte ai differenti alimenti;per la conservazione a caldo la scottatura poteva che consiste nel portare l'alimento ad alte temperature in modo rapido utilizzato molto per i vegetali in modo da mantenere il colore e ridurre la carica microbica superficiale,comunque un ottimo elaborato



Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(): Failed opening 'modules/News/box_destra.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562
 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community



 




* Prove Strutturate Alimentazione *


Prove Strutturate Alimentazione


Tutte le Categorie:

 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Conservazione Classi 3^ Alim.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Dietologia Classi 3^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Merceologia Classi 3^ Alim.ne - Merceologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Qualità Classi 3^ Alim.ne - Qualità
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Ricette Classi 3^ Alim.ne - Ricette
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Dietologia Classi 5^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz. Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz.


Tutte le Classi:



Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Calcolo IMC - Fabbisogno Energetico


Calcolo dell' Indice di Massa Corporea (I.M.C.) o Body Mass Index (B.M.I.) e del Fabbisogno Energetico Giornaliero



Calcola l'Indice di Massa Corporea: I.M.C.


Calcola il Fabbisogno Energetico Giornaliero




Forums WebCommunityLab

Ultime dai Forums
Forum
Titolo Topic
AutoreVistoRisposteUltima Risposta

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
ALIMENTI
Semola e semolato di grano duro
6043
2
Amministratore
Webprof

13 Apr 2021 h 17:54:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Alimenti e salmonella
74244
26
lm1920-1Es-N2...
04 Apr 2020 h 10:15:25

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Prevenzione salmonellosi
65535
25
lm1920-1Es-N1...
19 Mar 2020 h 16:16:16

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Affumicamento
24509
4
cacao19
06 Jun 2019 h 13:10:23

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
CHIMICA ORGANICA
Diidrossiacetone
21217
1
jibooty
04 Jun 2018 h 13:10:43

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
I FOLATI
21348
4
rokytall
01 May 2017 h 06:33:47

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Additivi alimentari
14521
2
rokytall
19 Apr 2017 h 10:41:59

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
DIETOLOGIA
Dieta equilibrata per adulti
16409
3
lus97
21 Mar 2016 h 17:27:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Classificazione microrganismi
35123
6
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:39:21

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
PREVENZIONE IGIENICO SANITARIA
igiene
34307
10
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:33:39
Topics 1865 | Posts 11223 | Letture Totali 15170085
Risposte 9362 | Membri 1759
[ Vai ai Forums ]   [ Cerca nei Forums ]

>Guarda Indice Categorie Forums
 
5 Topics Più ConsultatiRisposteLetture
Top Topics: vai al relativo forumColesterolo9299444
Top Topics: vai al relativo forumtorcione5558528
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni lipidi5444442
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni delle proteine4964991
Top Topics: vai al relativo forumLARN Glucidi4846985

5 Membri Più AttiviGradoPosts
Top Membri WebCommunityLab063C_MirkoronzEccellente576
Top Membri WebCommunityLab062C_Nikyinfa07Buono141
Top Membri WebCommunityLab062G_SemiotBuono134
Top Membri WebCommunityLab51C_Smak91Buono132
Top Membri WebCommunityLab51C_DannyBuono125






Il Milionario di Alimentazione


Gioca al Milionario


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Impiccato Alimentazione & Biologia



Classi:


Impiccato Classi Prime


Impiccato Classi Seconde


Impiccato Classi Terze


Impiccato Classi Quarte


Impiccato Classi Quinte




Cruciverba di Alimentazione


Cruciverba Alimentazione


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Materiali Didattici Classi



Materiali Classi:


Materiali Classi Prime


Materiali Classi Seconde


Materiali Classi Terze


Materiali Classi Quarte


Materiali Classi Quinte


Materiali Diversi






 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 1.513 secondi (427)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine