Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Didattica-Alimentazione >  News WebCommunityLab

 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 
 


Studenti Classi quinte:

Traccia esame svolta: Conservazione tradizionale e metodi fisici aggiornati

Articolo scritto da: Mirko94 il Domenica, 5 Maggio 2013 (19:15:00)

-Temi svolti Esami di Stato




Conservazione degli alimenti metodi tradizionali e metodi fisici più aggiornati. In questo elaborato troverete l'esecuzione della traccia relativa all'anno 1999 (guarda: Temi Maturità Esame di stato - Istituto alberghiero Seconda prova: Alimenti e Alimentazione M073 anno 1999 A.S. 1998/99 IPSSAR Scuola alberghiera ). Nell'elaborato si parla dei miglioramenti che hanno avuto i vari metodi di conservazione con il trascorrere degli anni.





facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   





La conservazione degli alimenti è sempre stata un problema rilevante nella storia del umanità, sia per la perdita di beni preziosi per la sopravvivenza, sia per il mantenimento delle caratteristiche organolettiche e della salubrità dei cibi.
Il candidato, dopo aver illustrato i metodi tradizionali ,estenda la sua analisi ai metodi fisici più aggiornati, che vengono impiegati nella conservazione di prodotti alimentari e piatti già confezionati. Per ciascun metodo il candidato indicherà le modalità di azione, le classi di alimenti per i quali esso viene più frequentemente utilizzato e l 'effetto risultante sui nutrienti che li compongono e sulle loro caratteristiche organolettiche.
Già milioni di anni fa i metodi di conservazione erano usati per conservare i cibi, questo fece si che l 'uomo potesse sopravvivere durante i periodi più difficili come la sicità o la carenza di selvaggina. Questi metodi furono trasmessi via via nel corso dei secoli e man mano furono rinnovati e si aggiunsero nuovi metodi, sino ad arrivare ai giorni nostri, che grazie alla tecnologia abbiamo metodi sempre più innovativi e salubri.
Fra i metodi tradizionali troviamo la conservazione con cloruro di sodio, saccarosi, aceto, Alimenti: Olioolio, affumicamento ed assicamento.
I metodi più innovativi sono: la pastorizzazione, la sterilizzazione, la refrigerazione, congelamento, surgelati, aditivi, conservanti e antiossidanti.
ESSICAMENTO:
Con l 'essicamento viene eliminata quasi tutta l 'acqua contenuta nell 'alimento, questo processo che viene utilizzato da secoli, sfrutta l 'aria e il sole per essiccare frutta, verdura, Alimenti: Carnecarne,Alimenti: Pescepesce, caffè, spezie ecc… questo però crea notevoli problemi da parte della contaminazione microbica, insetti e polveri sottili; oltre che alla modifica dei valori nutrizionali e caratteri organolettici del prodotto a causa della continua esposizione all 'aria, perciò questo metodo è stato abbandonato e ha fatto spazio al metodo industriale più economico e rapido con prodotti di buona qualità.
L 'AFFUMICAMENTO:
E ' una tecnica antica, che ora più di essere utilizzata per prolungare la durata del prodotto è effettuata per conferire un sapore tipico. Consiste nell ' esporre l 'alimento all 'azione di sostanze antisettiche che si liberano alla combustione incompleta di trucioli o segatura di legni particolari come faggio, castagno, faggio ecc... L 'azione antisettica è data dal fumo e potenziata dalla temperatura e dalla lenta disidratazione, ciò determina una parziale bonifica dell 'alimento. Con la temperatura si possono avere 3 affumicamenti, il primo, affumicamento a freddo tra i 20° e 25°, con una parziale distruzione di microrganismi, il secondo, a caldo, da 65° a 80°, con la distruzioni di forme asporigene e il terzo, semifreddo, da 25° a 40° ed è utilizzato solo per la Alimenti: Carnecarne.
Si ha anche la produzione di sostanze cancerogene come idrocarburi policiclici aromatici, che si trovano in una fase solida rispetto a quella gassosa del fumo
METODI DI CONSERVAZIONE CON:
Cloruro di sodio
L 'utilizzo del cloruro di sodio come conservante risale a molti millenni fa. Il cloruro di sodio non è solo usato per allungare la durata del prodotto, ma anche per conferire gusto e sapori caratteristici. Il sale impedisce la crescita dei microrganismi grazie all ' aumento della pressione osmotica e alla conseguente diminuzione dell 'acqua disponibile, utilizzata per la loro crescita. Però questo non è sufficiente per certe specie di microrganismi che hanno bisogno di alte concentrazioni di sale per sopravvivere e sono chiamati alofili; altri invece sono alo-tolleranti cioè che vivono in basse concentrazioni di sale, anche se si sviluppano meglio in ambiente non salino. Il cloruro di sodio è principalmente batteriostatico, ma a volte si hanno azioni battericida, però per conservare un ' alimento si abbinano spesso altri metodi per contrastare la presenza di alofili e alo-tolleranti, come con la refrigerazione o con l 'aggiunta di nitriti. La salagione si attua in due diversi modi: a secco e a umido.
A secco si può effettuare per sfregamento del sale sulla superficie dell 'alimento o per sovrapposizione alternando sale e alimento. Si usa un sale fine per favorire una penetrazione rapida e uniforme. La salagione a secco è usata per prodotti a lunga conservazione come il prosciutto crudo.
La salagione in umido è più lenta e presenta un problema, quello di avere un ' umidità alta al centro e perciò l 'alimento deve essere consumato a breve, media durata; però c 'è bisogno di ulteriori trattamenti come l 'affumicamento, la refrigerazione o la cottura. Si utilizzano salamoie o soluzioni saline che vengono applicate in due modi: la prima, il prodotto viene immerso in vasche con salamoia, la seconda per iniezione della soluzione salina con una macchina multi ago nella vena femorale e nei muscoli così da spargersi uniformemente. 
Agisce come il cloruro di sodio abbassando aw , ma c 'è un diversità perché possa agire allo stesso modo deve essere aggiunto in quantità maggiori avendo molecole più grandi. Per questo si utilizzano glucosio e fruttosio che avendo molecole più piccole si addizionano meglio all 'acqua e con questo occorrono quantità minori, così da avere una buona azione microbicida. Purtroppo alcuni microrganismi sono osmofili e quindi per vivere hanno bisogno di alte concentrazioni di saccarosio per questo si aggiungono altri metodi conservativi. I prodotti più comuni sono marmellate, canditi sciroppi di frutta e gelatine.
Olio 
L 'olio d 'oliva, di semi e di altri grassi animali isolano il prodotto dall 'ambiente esterno impednedo l 'attacco dei batteri aerobi, mentre quelli anaerobi come il Clostridium Botulinum sono inermi perciò si effettuano altri metodi conservativi come la sterilizzazione, la pastorizzazione o la salagione.
Aceto
L 'azione conservativa è dovuta alla presenza di acido acetico con il conseguente abbassamento del pH. L 'aceto è utilizzato per la conservazione di vegetali ( sotto aceti ) e la marinatura di prodotti ittici, ciò consiste nel ricoprire l 'alimento con salamoie e aceto per avere un 'azione batteriostatica e antiossidante con la conseguente maturazione del prodotto.
METODI DI CONSEVAZIONE INNOVATIVI:
A caldo
PASTORIZZAZIONE: trattamento termico a temperature inferiori a 100° per la distruzione di batteri patogeni, lieviti e muffe. Però deve essere abbinata ad altri metodi conservativi, per la presenza di spore e batteri termofili. L a pastorizzazione si divide in 3 tipi: bassa 60°/65° per 30min, alta 75°/85° per 3min e rapida a 75°/85° per 15/20sec, dopo di che un rapido raffreddamento.
STERILIZZAZIONE: ha lo scopo di liminare tutte le forme microbiche comprese le spore. Può essere: classica quando è effettuata a 100°/120° per 20sec, UHT indiretto a 140°/150° pere pochi secondi, UHT diretto o uperizzazione a 140°/150° per pochi secondi a freddo.
A freddo
REFRIGERAZIONE: prolungamento della conservazione dell 'alimento, portato a 4°/10° per garantire la qualità e la salubrità. La Alimenti: Carnecarne deve essere conservata immediatamente post-mortem e mantenuta ad una temperatura inferiore ai 7°. Il Alimenti: Pescepesce, invece, deve essere conservato a 0° appena pescato, così da fermare i processi di putrefazione e alterazione. Il trasporto degli alimenti deve essere effettuato con mezzi refrigerati
IL CONGELAMENTO: drastica riduzione di temperatura, che pota l 'alimento al di sotto di 0°, per prolungare la durata dell 'alimento, mantenendo intatti i valori nutrizionali e le caratteristiche organolettiche, ha azione microbio statica. Questo processo provoca la formazione di nuclei di cristallizzazione, maggiore sarà la velocità, più i nuclei di cristallizzazione si formeranno, con cristalli piccoli e regolari, così da lasciare intatto l 'alimento, al contrario sarà se la velocità sarà minore e l 'alimento alla formazione di macrocristalli si danneggerà. 
SURGELATI: secondo le norme comunitarie sono prodotti sottoposti ad un processo speciale di congelamento detto surgelazione, che permette di arrivare allo stato di cristallizzazione, mantenendo la temperatura in tutti i suoi punti a -18°. Le materie prime devono essere in ottimo stato di freschezza come ottimo deve essere l 'igene, per poi essere lavate, pulite, eventualmente scottate, passate al trattamento termico che varia da minuti a ore a seconda del volume, in fine vengono confezionate e mantenute a temperatura costante.
ADDITIVI:
Sostanze non consumate come alimenti e non contenute come ingredienti negli alimenti, ma aggiunti intenzionalmente ai prodotti alimentari per prolungare la conservazione, mantenere il valore nutrizionale e migliorare le proprietà organolettiche. Tutti i composti che sono utilizzati come additivi subiscono numerose prove e analisi tossicologiche, per garantire la salubrità e stabilire la DGA – dose giornaliera minima ; così da trovare il limite teorico tossicologico che rappresenta la dose massima che un alimento può contenere.
 
CONSERVANTI:
Sono composti che proteggono gli alimenti da alterazioni microbiche e utilizzati per quegli alimenti che presentano un buon ambiente di crescita dei microrganismi. I conservanti più conosciuti sono acido benzoico, acido sorbico, nitriti e nitrati.

Allegati o Link utili:

Indice Temi svolti simulazioni Seconda prova Esami di Stato Alimenti e Alimentazione


 

Fonti/Bibliografia: Complementi di scienza dell' alimentazione, di Patrizia Cappelli e Vanna Vannucchi, editore: Zanichelli.
Data originaria pubblicazione: 5/5/13 h 19:15:00



 





Argomenti News Correlati

AdditiviAlimentazione e SaluteConservazioneMerceologiaMicrorganismiPrevenzione Ig. San.Qualita'Temi svolti Esami di StatoTossinfezioni



Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Se ritieni che il linguaggio sia inopportuno clicca sul link qui sotto e compila il form scrivendo: il tuo Nick, il Testo del Commento o Articolo Non Idoneo, il Nick dell'Autore del Commento, il Titolo dell'Articolo a cui si riferisce il Commento (ndr: Copia e Incolla con il mouse). Grazie per la tua collaborazione.
Segnala a WebprofSegnala Commento o Articolo Non Idoneo a Webprof

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Traccia esame svolta: Conservazione tradizionale e metodi fisici aggiornati (Voto: 1)
di micia il Mercoledi, 15 Maggio 2013 (21:10:46)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
buon elaborato , anche se qua e la ci sono errori di battitura e nel congelamento non specifica la temperatura, io avrei scritto qualche cosa anche sulla catena del freddo. Mancano anche le differenze fra congelamento e surgelazione. Nell'essiccamento avrei spiegato anche i metodi industriali usati adesso.




Re: Traccia esame svolta: Conservazione tradizionale e metodi fisici aggiornati (Voto: 1)
di 081F_merazzi il Domenica, 26 Maggio 2013 (15:40:28)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Ciao... L'elaborato ti da una panoramica GENERALE su i vari metodi di conservazione e questa è una cosa molto positiva. Ma entrando nei particolari potevi elencare gli svantaggi e vantaggi dei vari metodi, quindi ampliare un pò le varie spiegazioni(es. pastorizzazione). Un aspetto che non mi ha colpito è stato la mappa, potevi farne qualcuna in più almeno due(una di introduzione e una sull'elaborato)... Buon proseguimento




Re: Traccia esame svolta: Conservazione tradizionale e metodi fisici aggiornati (Voto: 1)
di signo95 il Venerdi, 6 Giugno 2014 (9:50:41)
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Buon lavoro, qualche errore grammaticale... però nel complesso buon tema per addentrarsi nell'argomento della conservazione.... ;)



Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(modules/News/box_destra.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562 Warning: include(): Failed opening 'modules/News/box_destra.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.profscaglione.it/home/modules/News/article.php on line 562
 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community



 




* Prove Strutturate Alimentazione *


Prove Strutturate Alimentazione


Tutte le Categorie:

 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica Classi 1^ Pr. Al.ne - Chimica Organica
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene Classi 1^ Pr. Al.ne - Igiene
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 1^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute Classi 2^ Pr. Al.ne - Alimentazione Salute
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione Classi 2^ Pr. Al.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi Classi 2^ Pr. Al.ne - Principi Nutritivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori Classi 3^ Alim.ne - Alimenti accessori
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Animale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale Classi 3^ Alim.ne - Alimenti Origine Vegetale
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande Classi 3^ Alim.ne - Alimenti: bevande
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Conservazione Classi 3^ Alim.ne - Conservazione
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Dietologia Classi 3^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Merceologia Classi 3^ Alim.ne - Merceologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Qualità Classi 3^ Alim.ne - Qualità
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 3^ Alim.ne - Ricette Classi 3^ Alim.ne - Ricette
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo Classi 4^ Alim.ne - Metabolismo
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti Classi 4^ Alim.ne - Prerequisiti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Glucidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Lipidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Protidi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Sali, Acqua
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine Classi 4^ Alim.ne - Principi Alimentari Vitamine
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi Classi 5^ Alim.ne - Conservazione Alimenti Additivi
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Dietologia Classi 5^ Alim.ne - Dietologia
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti Classi 5^ Alim.ne - Igiene Alimenti
 clicca sul link per vedere le Prove di questa Categoria ;-) : Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz. Classi 5^ Alim.ne - Trasformaz. Alteraz.


Tutte le Classi:



Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Calcolo IMC - Fabbisogno Energetico


Calcolo dell' Indice di Massa Corporea (I.M.C.) o Body Mass Index (B.M.I.) e del Fabbisogno Energetico Giornaliero



Calcola l'Indice di Massa Corporea: I.M.C.


Calcola il Fabbisogno Energetico Giornaliero




Forums WebCommunityLab

Ultime dai Forums
Forum
Titolo Topic
AutoreVistoRisposteUltima Risposta

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
ALIMENTI
Semola e semolato di grano duro
6390
2
Amministratore
Webprof

13 Apr 2021 h 17:54:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Alimenti e salmonella
75156
26
lm1920-1Es-N2...
04 Apr 2020 h 10:15:25

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Prevenzione salmonellosi
66406
25
lm1920-1Es-N1...
19 Mar 2020 h 16:16:16

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Affumicamento
24982
4
cacao19
06 Jun 2019 h 13:10:23

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
CHIMICA ORGANICA
Diidrossiacetone
21559
1
jibooty
04 Jun 2018 h 13:10:43

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
I FOLATI
21544
4
rokytall
01 May 2017 h 06:33:47

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
VITAMINE ACQUA E SALI MINERALI
Additivi alimentari
14598
2
rokytall
19 Apr 2017 h 10:41:59

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
DIETOLOGIA
Dieta equilibrata per adulti
16468
3
lus97
21 Mar 2016 h 17:27:22

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
MICRORGANISMI E TOSSINFEZIONI
Classificazione microrganismi
35766
6
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:39:21

Clicca sul link per vedere l`argomento
  
PREVENZIONE IGIENICO SANITARIA
igiene
34848
10
Paolo Esposit...
10 Sep 2015 h 17:33:39
Topics 1865 | Posts 11223 | Letture Totali 15212705
Risposte 9362 | Membri 1759
[ Vai ai Forums ]   [ Cerca nei Forums ]

>Guarda Indice Categorie Forums
 
5 Topics Più ConsultatiRisposteLetture
Top Topics: vai al relativo forumColesterolo9299915
Top Topics: vai al relativo forumtorcione5558661
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni lipidi5444557
Top Topics: vai al relativo forumFunzioni delle proteine4965094
Top Topics: vai al relativo forumLARN Glucidi4847122

5 Membri Più AttiviGradoPosts
Top Membri WebCommunityLab063C_MirkoronzEccellente576
Top Membri WebCommunityLab062C_Nikyinfa07Buono141
Top Membri WebCommunityLab062G_SemiotBuono134
Top Membri WebCommunityLab51C_Smak91Buono132
Top Membri WebCommunityLab51C_DannyBuono125






Il Milionario di Alimentazione


Gioca al Milionario


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Impiccato Alimentazione & Biologia



Classi:


Impiccato Classi Prime


Impiccato Classi Seconde


Impiccato Classi Terze


Impiccato Classi Quarte


Impiccato Classi Quinte




Cruciverba di Alimentazione


Cruciverba Alimentazione


Tutte le Classi:





Classi 1^:





Classi 2^:





Classi 3^:





Classi 4^:





Classi 5^:







Materiali Didattici Classi



Materiali Classi:


Materiali Classi Prime


Materiali Classi Seconde


Materiali Classi Terze


Materiali Classi Quarte


Materiali Classi Quinte


Materiali Diversi






 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 4.619 secondi (396)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine