Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Notizie-Scuola  >  News Scuola

Riconoscimenti profScaglione.it

©

Info Utenti

Login

Nickname:
Password:
Login:

 

Social Registration Registrati
Passa da qui se hai già un account su Facebook

Termini di Servizio

Clicca su Accetto Termini Servizio per la loro accettazione e per dichiarare di avere almeno 13 anni: ti compariranno i loghi Social con cui potrai registrarti istantaneamente!


 

Ciao Utente Anonimo



Registrati direttamente qua su profScaglione.it

   Registrati


Hai perso la tua Password?




 

Guarda Lista Membri WebCommunityLab
Utenti

Membri del Sito:
Ultimi Membri Registrati alla WebCommunityLab Ultimo registrato:
     peppelarosa 
Numero totale Membri WebCommunityLab Complessivi: 1687

Persone Online:
Numero degli Ospiti Online in questo momento Ospiti: 68

Traffico:



Navigazione Sito

 Ambienti 
 HOME PAGE
 Ambienti
 Info-Statistiche
 Notizie-Scuola
 Didattica-Alimentazione
 Social-Community
 Giochi-Svago
 Aiuto-Risorse
 Info 
 Info-Statistiche
 Dedica Sito
 Chi siamo?
 Riconoscimenti
 Staff
 Contattaci
 Mappa Sito I
 Mappa Sito II
 Raccomanda il Sito
 Progetto_El_Awards2
 Presentazione WebCommunityLab
 Progetti
 Fai Proposte sui Progetti
 Partecipa alla WebCommunity
 Privacy
 TerminiServizio
 Bibliografia-Crediti
 Rss Notizie Scuola
 Rss Community
 Rss Enciclopedie Vocaboli
 Rss Ricette Community
 Rss Alimenti Community
 Rss Video YouTube
 Sistema Ricerca Globale
 Statistiche 
 Info-Statistiche
 Ricette più Viste
 Ricette più Votate
 Alimenti più Visti
 Alimenti più Votati
 Statistiche Forum
 Top Ten
 Sistema Ricerca Globale
 News Scuola 
 Notizie-Scuola
 News Scuola
 Argomenti Notizie Scuola
 News Ctg Prof
 News Ctg Stud-Prof
 News Ctg Studenti
 News Ctg Genitori-Stud
 News Ctg Presidi
 News Ctg Scuole
 News Ctg ATA
 News Ctg IPSSAR Nembro
 News Ctg Tutti
 Archivio Notizie Scuola
 Tags Scuola
 Forum Esami di Stato
 Forum Nuovi IPSSAR
 Sistema Ricerca Globale
 Didattica 
 Didattica-Alimentazione
 News Alimentazione
 Argomenti Alimentazione
 News Ctg Classi 1^
 News Ctg Classi 2^
 News Ctg Classi 3^
 News Ctg Classi 4^
 News Ctg Classi 5^
 News Ctg Tutte le Classi
 News Novità Sito
 Archivio News Alimentazione
 Enciclopedie
 Prove Strutturate
 Interrogatore
 Forums
 Mappa Ipertestuale Alimentazione Classe 5^
 Tags Alimentazione
 Ricette
 Alimenti
 Cruciverba-Alimentazione
 Impiccato Cl. 1^
 Impiccato Cl. 2^
 Impiccato Cl. 3^
 Impiccato Cl. 4^
 Impiccato Cl. 5^
 Calcolo I.M.C.
 Fabbisogni Energia
 Equivalenze
 Acronimi
 Sistema Ricerca Globale
 Social-Community 
 Social-Community
 Fan-Facebook-Twitter
 Il Tuo Account
 Messenger
 The Wall - Muro
 Messaggi Privati
 Chat
 Poesie
 Racconti Narrativa
 Guestbook Sito
 Cartoline Virtuali
 Citazioni
 Barzellette
 Sistema Ricerca Globale
 Giochi 
 Giochi-Svago
 Tris
 Impiccato Cl. 1^
 Impiccato Cl. 2^
 Impiccato Cl. 3^
 Impiccato Cl. 4^
 Impiccato Cl. 5^
 Scacchi
 MasterMind
 Sudoku
 Coloku
 Cruciverba-Alimentazione
 Cerca Parole
 Sistema Ricerca Globale
 Svago e Relax 
 Giochi-Svago
 Barzellette
 Ricette
 Citazioni
 Cani
 Gatti
 Pesci
 Uccelli
 Rettili
 Automobili
 FIFA World Cup
 Sistema Ricerca Globale
 Aiuto 
 Aiuto-Risorse
 Come_Registrarsi
 Aiuto Online
 Contattaci
 Invio Files Materiali
 Sistema Ricerca Globale
 Cerca in Acronimi
 Cerca in Barzellette
 Cerca in Poesie Amore
 Cerca in Altre Poesie
 Cerca Utenti
 Cerca Notizie Scuola
 Cerca News Community
 Cerca nei Forums
 Cerca in Ricette
 Cerca in Alimenti
 Cerca in Enciclopedia Alimenti
 Cerca in Enc. TSPC-TSPS
 Cerca in Gallery Multimediale
 Risorse 
 Aiuto-Risorse
 Crea Password
 Codice Fiscale
 Whois
 Nuke Generator
 GUIstuff
 Nuke Tools
 PHP-Nuke Tools
 Flash Tools
 Style Tools
 Crea Bottoni
 Creazione Banner
 Testo Scorrevole
 Testo 3d
 Convertitore Date Unix
 Byteconverter
 Sistema Ricerca Globale
 Partecipa 
 Partecipa alla WebCommunity
 News Alimentazione
 Invio Files Materiali
 Invia Vocabolo Enciclopedia
 Invia Ricetta
 Invia Alimento
 Invia Tuo Muro
 Invia Tua Poesia
 Invia Barzelletta
 Invia Tuo Link
 Invia Img x Gallery
 Fai Proposte sui Progetti
 Segnala o Consiglia
 Sistema Ricerca Globale

Ricerca Globale





La News Scuola più letta del mese

Mi spiace ma in questo mese non sono state pubblicate News

Ci spiace ma in questo mese non sono ancora state pubblicate News

Social

Condividi WebCommunityLab su
Facebook e Twitter


la WebCommunityLab è su Facebook!

Diventa Fan della WebCommunityLab:


la WebCommunityLab è su Twitter!


Guarda il canale wcl su YouTube!

Vai alla pagina della WebCommunityLab su YouTube

 

Tags Cloud Scuola


presentazione domande esami preliminari formazione professionale valutazione biennio riforma Gelmini triennio 2011/14 termine iscrizioni a.s. 11/12 nota prot. n. 35 del 13 ottobre 2008 Istituto d Arte terza prova seminario orientamento 2-5 marzo 2009 scienze integrate chimica pubblicazione risultati esami di stato Regolamento riordino Licei servizi commerciali discorso di fine anno struttura ristorativa premessa servizi agricoltura e sviluppo rurale Linee Guida Formazione Professionale 2010 CCNI 22/2/11 istituti scolastici materie esami di stato 2017 indicazioni specifiche diritto ed economia biennio C.M. A.S. 2011/12 insegnante unico scuola primaria WebCommunityLab premessa produzioni industriali artigianali Nuovi Istituti Tecnici Enogastronomia Ospitalita` Alberghiera riordino degli istituti professionali Umberto Veronesi temi tracce esami di stato istituti alberghieri

Categorie News Scuola


Studenti Prof
Studenti
Prof Insegnanti
Tutti
Ipssar Nembro
Dirigenti Presidi
Scuole Istituti
Genitori Studenti
ATA Amministrativi Bidelli

Argomenti News Scuola


Ultime
Normativa Scolastica
IPSSAR
Tracce Temi Esami di Stato
Società
Esami di Stato - Maturità
Istituti Professionali
Europa
Diversamente Abili
Orientamento Scolastico
Note Ministero
TIC e Tecnologie Digitali
Sistema Informativo MIUR, AT ex USP
Concorsi Scuola
Istituti Enogastronomia Ospitalita` Alberghiera ex Ipssar
Web Accessibile
Graduatorie Docenti
Istituti Tecnici
Funzione Pubblica

News casuale profscaglione.it


Maturita Tracce Testo - Prova scritta Tema (compito) di Italiano P000 Esami di stato 2013 - Traccia originale Tutte le scuole secondarie di secondo grado (superiori), indirizzi ordinamento e sperimentali compresi Istituto professionale IPSSAR  Scuola alberghiera A.S. 2012/13 Esami Maturita.
Questo il testo del tema assegnato nella prima prova scritta in tutti i tipi di scuole secondarie di secondo grado (superiori), in tutti gli indirizzi (di ordinamento e sperimentali), compreso quindi quello ristorativo e quello turistico degli istituti alberghieri per la ristorazione...  

Argomento Casuale Scuola

Istituti Tecnici

Cerca in:
Istituti Tecnici

Confluenza attuali Classi di concorso Discipline primi tre anni di corso Istituti Tecnici riordino riforma Gelmini
Opzioni Istituti Tecnici Articolazioni Aree Indirizzo

News casuali sulla scuola

News casuale scuola
Giovedì, 16 giugno 2016
Tema Maturità Esame di stato - Istituto alberghiero Traccia uscita Seconda prova: Alimenti e Alimentazione M508 anno 2015 A.S. 2014/15 IPSSAR Scuola alberghiera

Lunedì, 29 febbraio 2016
Materie Esami Maturità Esame di stato 2016 Istituto alberghiero Seconda prova scritta Maturita A.S. 2015/16 IPSSAR Scuola alberghiera Enogastronomia Uscite

Giovedì, 18 giugno 2015
Previsioni Traccia Alimentazione Alberghiero Seconda prova scritta IPSSAR 2015 Alimenti e Alimentazione Maturita` Esami di Stato 2014/15

Giovedì, 04 giugno 2015
Commissioni Esami di Stato 2015 Maturità: uscite le commissioni con i commissari esterni e presidenti provincia di Bergamo a.s. 14/15

Giovedì, 29 gennaio 2015
Materie Esami Maturità Esame di stato 2015 Istituto alberghiero Seconda prova scritta Maturita A.S. 2014/15 IPSSAR Scuola alberghiera Maturità prove Uscite Enogastronomia

Archivio

Ultime News Scuola per ogni Categoria

Studenti Prof
Clicca sul link per Leggere la NewsGlobal Junior Challenge 2017 - 8^ edizione
Clicca sul link per Leggere la NewsMaterie Esami Maturità Esame di stato 2017 Istituto alberghiero Seconda prova scritta Maturita A.S. 2016/17 IPSSAR Scuola alberghiera Enogastronomia Uscite

Studenti
Clicca sul link per Leggere la NewsTema Maturità Esame di Stato Istituto Alberghiero Opzione Pasticceria Traccia uscita Seconda prova: Alimenti e Alimentazione M508 A.S. 2014/15 IPSSAR Scuola alberghiera
Clicca sul link per Leggere la NewsTraccia Simulazione Ministero Seconda prova Esami di Stato Alimentazione Alberghiero IPSSAR Enogastronomia 2015

Prof Insegnanti
Clicca sul link per Leggere la NewsDiscipline caratterizzanti i singoli corsi di studio sulle quali si svolgeranno le seconde prove scritte degli Esami di Stato 2014/15 Licei
Clicca sul link per Leggere la NewsDiscipline caratterizzanti i singoli corsi di studio sulle quali si svolgeranno le seconde prove scritte degli Esami di Stato 2014/15 Istituti Tecnici

Tutti
Clicca sul link per Leggere la NewsCaratteristiche WebCommunityLab
Clicca sul link per Leggere la NewsLa didattica nella WebCommunityLab

Ipssar Nembro
Clicca sul link per Leggere la NewsElezioni RSU 2006 IPSSAR Nembro: confronto con il 2003
Clicca sul link per Leggere la NewsScuola chiusa anche domani, sabato 28 gennaio'06

Dirigenti Presidi
Clicca sul link per Leggere la NewsAspetti finanziari, organizzazione, gestione laboratori tecnico pratici cucina e sala Istituti alberghieri IPSSAR >> Istituti Enogastronomia Ospitalita` Alberghiera
Clicca sul link per Leggere la NewsNuove norme in materia disciplinare Dirigenti scolastici: infrazioni, sanzioni e sospensione cautelare di cui al decreto legislativo 27/10/09, n. 150

Scuole Istituti
Clicca sul link per Leggere la NewsEsami di Stato di istruzione secondaria di secondo grado Commissioni di esame Presentazione domande on line - scheda modello ES-1
Clicca sul link per Leggere la NewsAlternanza scuola lavoro nelle classi quinte degli istituti professionali e alberghieri (IPSSAR) attivate nel corrente anno scolastico 2010/11

Genitori Studenti
Clicca sul link per Leggere la NewsIscrizioni Scuole Infanzia e Scuole ogni ordine e grado per anno scolastico 12/13 Scuole secondarie superiori di secondo grado C.M. n. 110 29/12/11
Clicca sul link per Leggere la NewsIscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2011/2012 Scuole secondarie superiori di secondo grado - C.M. n. 101 30/12

ATA Amministrativi Bidelli
Clicca sul link per Leggere la NewsNuove norme in materia disciplinare Personale ATA: infrazioni, sanzioni disciplinari e sospensione cautelare di cui al decreto legislativo 27/10/09, n. 150

Ultime Scuola dal Forum

Forums

posterModalità di svolgimento seconda prova Esami di Stato 2014/15
posterCompenso commissari interni su due commissioni
posterAutorizzazione utilizzo mezzo proprio Commissario Esami
posterProgrammi Ministeriali Italiano e Storia classi 1^ e 2^
posterCompenso commissari esterni non in servizio

Cerca News Scuola

Cerca News Scuola
Ricerca in:



Cerca nelle News-RSS

Cerca nei feed

Indice Downloads


-Classi 1^ (4)

--Esercitazioni di Laboratorio (2)

Materiali Didattici Classi (2)

-Classi 3^ (9)

-Istituti Professionali (4)

-Mobilità personale scuola (1)

-Software Utili (5)

-Verifiche Scritte (7)

Pubblicazioni (4)

Software Didattici (5)

-Software (1)


WebCommunityLab Mobile

WebCommunityLab di profScaglione.it è anche Mobile: le ultime 10 `News del Sito` e le ultime 10 `News della WebCommunityLab`, direttamente da cellulari, palmari e smartphone, attraverso delle pagine `leggere` create appositamente per questo scopo! Da non usare con il normale pc!
Questo è il link da digitare sul tuo Cellulare:
www.profscaglione.it/mobile

Ultimi Video Ufficiali

Count Down

Alla Fine della Scuola mancano .....
6 anni, 144 giorni, 12 ore, 41 minuti, 5 secondi fa


Post-it Mail
Hai letto una scadenza importante? Se sei un membro della Community puoi inviarti in automatico una email uno o più giorni prima con: `Post-it Mail`, servizio gratuito della WebCommunityLab!

Categoria Casuale Video Utili
Utili Webcommunitylab

Utili Webcommunitylab

Argomenti WebCommunityLab


Notizie
Vacanze
Novità
Nuovi Moduli
Nuovi Blocchi
Novità Forum
Nuovi Addon

  
 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 


Studenti Prof:

Voto di Condotta Regolamento - Approvato lo schema di Regolamento dal Consiglio dei Ministri in data 13 marzo 2009


Postato/Ultima modifica il: Venerdi, 3 Aprile 2009 (19:12:02)
Argomento: Normativa Scolastica
-Normativa Scolastica




Approvato in data odierna (13/3/09) dal Consiglio dei Ministri lo schema del Regolamento sul Voto in Condotta che coordina le disposizioni in vigore riguardanti i criteri per la valutazione del comportamento degli studenti.




facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   



Consiglio dei Ministri n. 41

Tra i provvedimenti approvati dal Consiglio dei ministri di oggi:

- uno schema di regolamento che coordina le disposizioni vigenti in materia di criteri per la valutazione degli studenti. La valutazione complessiva, fino ad oggi legata all’apprendimento, terrà conto anche del comportamento degli studenti quale elemento essenziale del processo formativo e requisito di base per l’ammissione agli anni successivi ed agli esami di Stato. Questi i nuovi criteri per l’attribuzione del voto in condotta. Il 5 in condotta comporterà la non ammissione all’anno successivo o agli esami di Stato e concorrerà alla determinazione dei crediti scolastici. L’insufficienza sarà attribuita dal collegio dei docenti per gravi violazioni dei doveri degli studenti definiti dallo Statuto delle studentesse e degli studenti e cioè nei seguenti casi:

• allo studente che non frequenta regolarmente i corsi e non assolve assiduamente agli impegni di studio;

• a chi non ha nei confronti del capo d'istituto, dei docenti, del personale della scuola e dei compagni il dovuto rispetto;

• a chi non osserva le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai regolamenti dei singoli istituti;

• agli alunni che non utilizzano correttamente le strutture, i macchinari e i sussidi didattici;

• a chi arreca danno al patrimonio della scuola.

Per prendere un’insufficienza in condotta, comunque, si deve aver già preso una sanzione disciplinare. Se il comportamento indisciplinato si ripete l’insegnante con il collegio dei docenti può decidere per l’attribuzione del 5.

Il regolamento introduce, inoltre, la valutazione con il voto numerico per tutte le materie e in tutte le scuole, dalla primaria alla secondaria di secondo grado. Sul testo verrà acquisito il parere del Consiglio di Stato.

Questo il testo del Regolamento

 


 

 Schema di regolamento concernente “Coordinamento delle norme vigenti per la valutazione
degli alunni e ulteriori modalità applicative in materia, ai sensi degli articoli 2 e 3 del decreto
legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169”.


IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

VISTI   gli articoli 33, 87 e 117 della Costituzione;
VISTO   l'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni;
VISTO   il decreto legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 30
ottobre 2008, n. 169 che, agli articoli 1, 2 e 3 ha dettato norme in materia di acquisizione
delle conoscenze e della competenze relative a “Cittadinanza e Costituzione”, di
valutazione del comportamento e degli apprendimenti degli alunni;
VISTO   in particolare l’articolo 3, comma 5, del predetto decreto, che ha previsto l’emanazione di
un regolamento per il coordinamento delle  norme vigenti per la valutazione degli
studenti, prevedendo eventuali ulteriori modalità applicative delle norme stesse, tenendo
conto anche dei disturbi specifici di apprendimento e della disabilità degli alunni;
VISTO   il Testo Unico delle leggi in materia di istruzione approvato con decreto legislativo 16
aprile 1994, n. 297 e successive modificazioni;
VISTA   la legge 10 dicembre 1997, n. 425, recante disposizioni per la riforma degli esami di Stato
conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado, come modificata
dalla legge 11 gennaio 2007, n. 1 e, in particolare, l’articolo 1;
VISTO   il decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59, concernente la “Definizione delle norme
generali relative alla scuola dell’infanzia  e al primo ciclo di istruzione a norma
dell’articolo 1 della legge 28 marzo 2003, n. 53” e, in particolare, gli articoli 4, 8 e 11;
VISTO   il decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76 relativo alle “Norme generali sul diritto-dovere
all'istruzione e alla formazione, ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera c), della legge 28
marzo 2003, n. 53”;
VISTO   il decreto legislativo 15 aprile 2005, n.  77 e, in particolare, l’articolo 3, comma 3, e
l’articolo 6, concernenti la certificazione dei crediti nei percorsi di alternanza scuola-
lavoro;
VISTO   il decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226 concernente la “Definizione delle norme
generali e dei livelli essenziali delle prestazioni sul secondo ciclo del sistema educativo di
istruzione e formazione ai sensi della legge 28 marzo 2003, n. 53” e, in particolare, gli
articoli 1, 13, 14;
VISTA   la legge 27 dicembre 2006, n. 296 e in particolare l’articolo 1, comma 622, che detta norme
in materia di obbligo d’istruzione;
VISTO   il decreto legge 7 settembre 2007, n. 147, convertito, con modificazioni, dalla legge 25
ottobre 2007, n. 176 e, in particolare, l’articolo 1, comma 4, concernente il giudizio di
ammissione e la prova nazionale per l’esame  di Stato conclusivo del primo ciclo di
istruzione;
VISTO   il decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto
2008, n. 133 e, in particolare, l’articolo 64, concernente le disposizioni in materia di
organizzazione scolastica;
VISTO   il decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249, come modificato e
integrato dal decreto del Presidente della Repubblica 21 novembre 2007, n. 235,
concernente lo statuto delle studentesse e degli alunni della scuola secondaria;
VISTO  il decreto del Presidente della Repubblica 23 luglio 1998, n. 323, concernente il
“Regolamento recante disciplina degli esami di esami di Stato conclusivi dei corsi di
studio di istruzione secondaria superiore, a norma dell’articolo 1 della legge 10 dicembre
1997, n. 425”;
VISTO  il decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, concernente il
“Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche” e, in
particolare gli articoli 4, 6, 8 e 10;
VISTO  il decreto ministeriale 22 agosto 2007, n. 139, concernente norme in materia di
adempimento dell’obbligo di istruzione;
VISTO   il decreto ministeriale 3 ottobre 2007, n. 80, concernente disposizioni in materia di
interventi didattici finalizzati al recupero dei debiti formativi, ai sensi della legge 11
gennaio 2007, n. 1;
VISTO   il decreto ministeriale 16 gennaio 2009, n. 5 concernente criteri e modalità applicative
della valutazione del comportamento degli alunni delle scuole secondarie di primo e di
secondo grado;
CONSIDERATA la raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio 18 dicembre 2006
relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente;
CONSIDERATA la raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio 23 aprile 2008 sulla
costituzione del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF);
CONSIDERATA la decisione n. 2241/2004/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 15
dicembre 2004 relativa ad un quadro comunitario unico per la trasparenza delle
qualifiche e delle competenze (Europass);
CONSIDERATO l’articolo 24 della Convenzione universale sui diritti delle persone con disabilità;
SENTITO il Consiglio nazionale della pubblica istruzione nella adunanza plenaria del 17 dicembre
2008;
VISTA   la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del
………...;
UDITO  il parere del Consiglio di Stato espresso dalla sezione consultiva per gli atti normativi
nell'adunanza del ……… ;
VISTA   la deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata nella riunione del ………. ;
SULLA   proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca;

EMANA
il seguente regolamento:


Articolo 1
Oggetto del regolamento - finalità e caratteri della valutazione
.  Il presente regolamento, emanato ai sensi dell’articolo  17, comma 2, della legge 23 agosto
988, n. 400, provvede al coordinamento delle disposizioni concernenti la valutazione degli alunni,
enendo conto anche dei disturbi specifici di apprendimento e della disabilità degli alunni, e ad
nucleare le modalità applicative della disciplina regolante la materia secondo quanto previsto
all’articolo 3, comma 5, del decreto legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni,
alla legge 30 ottobre 2008, n. 169, di seguito indicato come “decreto legge”.
.  La valutazione è espressione dell’autonomia professionale propria della funzione docente,
ella sua dimensione sia individuale che collegiale, nonché dell’autonomia didattica delle
stituzioni scolastiche. Ogni  alunno ha diritto ad una valutazione trasparente e tempestiva,
econdo quanto previsto dall’articolo 2, comma 4, terzo periodo, del decreto del Presidente della
Repubblica 24 giugno 1998, n. 249 e successive modificazioni.
.  La valutazione ha per oggetto il processo di apprendimento, il comportamento e il
endimento scolastico complessivo degli alunni. La valutazione concorre, con la sua finalità anche
ormativa e attraverso l’individuazione delle potenzialità e delle carenze di ciascun alunno, ai
rocessi di autovalutazione degli alunni medesimi, al miglioramento dei livelli di conoscenza e al
uccesso formativo, anche in coerenza con l’obiettivo dell’apprendimento permanente di cui alla
Strategia di Lisbona nel settore dell’istruzione e della formazione” adottata dal Consiglio europeo
on raccomandazione del 23 e 24 marzo 2000.
.  Le verifiche intermedie e le valutazioni periodiche e finali sul rendimento scolastico devono
ssere coerenti con gli obiettivi di apprendimento previsti dal piano dell’offerta formativa, definito
alle istituzioni scolastiche ai sensi degli articoli 3 e 8 del decreto del Presidente della Repubblica 8
marzo 1999, n. 275.
.  Il collegio dei docenti definisce modalità e  criteri per assicurare omogeneità, equità e
rasparenza della valutazione, nel rispetto del principio della libertà di insegnamento. Detti criteri
 modalità fanno parte integrante del piano dell’offerta formativa.
.  Al termine dell’anno conclusivo della scuola primaria, della scuola secondaria di primo
rado, dell’adempimento dell’obbligo di istruzione ai sensi dell’articolo 1, comma 622, della legge
7 dicembre 2006, n. 296 e successive modificazioni, nonché al termine del secondo ciclo
ell’istruzione, la scuola certifica i livelli di apprendimento raggiunti da ciascun alunno al fine di
ostenere i processi di apprendimento, di favorire l’orientamento per la prosecuzione degli studi,
i consentire gli eventuali passaggi tra i diversi percorsi e sistemi formativi e l’inserimento nel
mondo del lavoro.
.  Le istituzioni scolastiche assicurano alle famiglie una informazione tempestiva circa il
rocesso di apprendimento e la valutazione degli alunni effettuata nei diversi momenti del
ercorso scolastico avvalendosi, nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di riservatezza,
nche degli strumenti offerti dalle moderne tecnologie.
.  La valutazione nel primo ciclo dell’istruzione è effettuata secondo quanto previsto dagli
rticoli 8 e 11 del decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59 e successive modificazioni, dagli articoli
 e 3 del decreto legge, nonché dalle disposizioni del presente regolamento.
9.  I minori con cittadinanza non italiana presenti sul territorio nazionale, in quanto soggetti
all’obbligo d’istruzione ai sensi dell’articolo 45 del decreto del Presidente della Repubblica 31
agosto 1999, n. 394, sono valutati nelle forme e nei modi previsti per i cittadini italiani.

Articolo  2
Valutazione degli alunni nel primo ciclo di istruzione
1.  La valutazione, periodica e finale, degli apprendimenti è effettuata nella scuola primaria dal
docente ovvero collegialmente dai docenti contitolari della classe e, nella scuola secondaria di
primo grado, dal consiglio di classe presieduto dal dirigente scolastico o da suo delegato, con
deliberazione assunta, ove necessario, a maggioranza.
2.  I voti numerici attribuiti, ai sensi degli articoli 2 e 3 del decreto legge, nella valutazione
periodica e finale, sono riportati anche in lettere nei documenti di valutazione degli alunni,
adottati dalle istituzioni scolastiche ai sensi degli articoli 4, comma 4, e 14, comma 2, del decreto
del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275.
3.  Nella scuola secondaria di primo grado la valutazione con voto numerico espresso in decimi
riguarda anche l’insegnamento dello strumento musicale nei corsi ricondotti ad ordinamento ai
sensi dell’articolo 11, comma 9, della legge 3 marzo 1999, n. 124.
4.  La valutazione dell’insegnamento della religione cattolica resta disciplinata dall’articolo 309
del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, ed è comunque espressa senza attribuzione di voto
numerico, fatte salve eventuali modifiche all’intesa di cui al punto 5 del Protocollo addizionale alla
legge 25 marzo 1985, n. 121.
5.        I docenti di sostegno, contitolari della classe, partecipano alla valutazione di tutti gli alunni,
avendo come oggetto del proprio giudizio, relativamente agli alunni disabili, i criteri di cui
all’articolo 314, comma 2 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297. Qualora un alunno con
disabilità sia affidato a più docenti del sostegno, essi si esprimono con un unico voto. Il personale
docente esterno e gli esperti di cui si avvale la scuola, che svolgono attività o insegnamenti per
l’ampliamento e il potenziamento dell’offerta formativa, ivi compresi i docenti incaricati delle
attività alternative all’insegnamento della religione cattolica,  forniscono preventivamente ai
docenti della classe elementi conoscitivi sull’interesse manifestato e il profitto raggiunto da ciascun
alunno.
6.  L’ammissione o la non ammissione alla classe successiva, in sede di scrutinio conclusivo
dell’anno scolastico, presieduto dal dirigente scolastico o da un suo delegato, è deliberata secondo
le disposizioni di cui agli articoli 2 e 3 del decreto legge.
7.  Nel caso in cui l’ammissione alla classe successiva è comunque deliberata in presenza di
carenze relativamente al raggiungimento degli obiettivi di apprendimento, la scuola provvede ad
inserire una specifica nota al riguardo nel documento individuale di valutazione di cui al comma 2
e a trasmettere quest’ultimo alla famiglia dell’alunno.
8.  La valutazione del comportamento degli alunni, ai sensi degli articoli 8, comma 1, e 11,
comma 2, del decreto legislativo n. 59 del 2004 e successive modificazioni e dell’articolo 2 del
decreto legge, è espressa:
a.  nella scuola primaria dal docente, ovvero collegialmente dai docenti contitolari della
classe, attraverso un giudizio, formulato secondo le modalità deliberate dal collegio dei
docenti, riportato nel documento di valutazione;
b.  nella scuola secondaria di primo grado, con voto numerico espresso collegialmente in
decimi ai sensi dell’articolo 2 del decreto legge; il voto numerico è illustrato con specifica
nota e riportato anche in lettere nel documento di valutazione.
.  La valutazione finale degli apprendimenti e del comportamento dell’alunno è riferita a
iascun anno scolastico.
0.    Nella scuola secondaria di primo grado, ferma restando la frequenza richiesta dall’articolo 11,
omma 1, del decreto legislativo n. 59 del 2004 e successive modificazioni, ai fini della validità
ell’anno scolastico e per la valutazione degli alunni, le motivate deroghe in casi eccezionali,
revisti dal medesimo comma 1, sono deliberate dal collegio dei docenti a condizione che le
ssenze complessive non pregiudichino la possibilità di procedere alla valutazione stessa.
’impossibilità di accedere alla valutazione comporta la non ammissione alla classe successiva o
ll’esame finale del ciclo. Tali circostanze sono oggetto di preliminare accertamento da parte del
onsiglio di classe e debitamente verbalizzate.

Articolo 3
Esame di Stato conclusivo del primo ciclo dell’istruzione

.  L’ammissione all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo e l’esame medesimo restano
isciplinati dall’articolo 11, commi 4-bis e 4-ter, del decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59, come
ntegrato dall’articolo 1, comma 4, del decreto legge 7 settembre 2007, n. 147, convertito, con
modificazioni, dalla legge 25 ottobre 2007, n. 176.
.  L’ammissione all’esame di Stato, ai sensi dell’articolo 11, comma 4-bis, del decreto legislativo
9 febbraio 2004, n. 59 e successive modificazioni è disposta, previo accertamento della prescritta
requenza ai fini della validità dell’anno scolastico, nei confronti dell’alunno che ha conseguito una
otazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con
’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente e un voto di comportamento non
nferiore a sei decimi. Il giudizio di idoneità  di cui all’articolo 11, comma 4-bis, del decreto
egislativo n. 59 del 2004 e successive modificazioni è espresso dal consiglio di classe in decimi
onsiderando il percorso scolastico compiuto dall’allievo nella scuola secondaria di primo grado.
.  L’ammissione dei candidati privatisti è disciplinata dall’articolo 11, comma 6, del decreto
egislativo n. 59 del 2004 e successive modificazioni.
.  Alla valutazione conclusiva dell’esame concorre l’esito della prova scritta nazionale di cui
ll’articolo 11, comma 4-ter, del decreto legislativo n. 59 del 2004 e successive modificazioni. I testi
ella prova sono scelti dal Ministro tra quelli predisposti annualmente dall’Istituto Nazionale per
a Valutazione del Sistema di Istruzione (INVALSI), ai sensi del predetto comma 4-ter.
.  L’esito dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo è espresso secondo le modalità previste
all’articolo 185, comma 4, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, come sostituito
all’articolo 3, comma 3-bis, del decreto legge.
.  All’esito dell’esame di Stato concorrono gli esiti delle prove scritte e orali, ivi compresa la
rova di cui al comma 4, e il giudizio di idoneità di cui al comma 2. Il voto finale è costituito dalla
media dei voti in decimi ottenuti nelle singole prove e nel giudizio di idoneità,  arrotondata
ll’unità superiore per frazione pari o superiore a 0,5.
.  Per i candidati di cui al comma 3, all’esito dell’esame di Stato e all’attribuzione del voto finale
oncorrono solo gli esiti delle prove scritte e orali, ivi compresa la prova di cui al comma 4.
8.  Ai candidati che conseguono il punteggio di dieci decimi può essere assegnata la lode da
parte della commissione esaminatrice con decisione assunta all’unanimità.
9.  Gli esiti finali degli esami sono resi pubblici mediante affissione all’albo della scuola, ai sensi
dell’articolo 96, comma 2, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

Articolo 4
Valutazione degli alunni nella scuola secondaria di secondo grado

1.   La valutazione, periodica e finale, degli apprendimenti è effettuata dal consiglio di classe,
formato ai sensi dell’articolo 5 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive
modificazioni e presieduto dal dirigente scolastico o da suo delegato, con deliberazione assunta,
ove necessario, a maggioranza. I docenti di sostegno, contitolari della classe, partecipano alla
valutazione di tutti gli alunni, avendo come oggetto del proprio giudizio, relativamente agli alunni
disabili, i criteri di cui all’articolo 314, comma 2, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.
Qualora un alunno con disabilità sia affidato a più docenti del sostegno, essi si esprimono con un
unico voto. Il personale docente esterno e gli esperti di cui si avvale la scuola, che svolgono attività
o insegnamenti per l’ampliamento e il potenziamento dell’offerta formativa, ivi compresi i docenti
incaricati delle attività alternative all’insegnamento della religione cattolica, forniscono
preventivamente ai docenti della classe elementi conoscitivi sull’interesse manifestato e il profitto
raggiunto da ciascun alunno.
2.   La valutazione periodica e finale del comportamento degli alunni è espressa in decimi ai
sensi dell’articolo 2 del decreto legge. Il voto numerico è riportato anche in lettere nel documento
di valutazione. La valutazione del comportamento concorre alla determinazione dei crediti
scolastici e dei punteggi utili per beneficiare delle provvidenze in materia di diritto allo studio.
3.  La valutazione dell’insegnamento della religione cattolica resta disciplinata dall’articolo 309
del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, ed è comunque espressa senza attribuzione di voto
numerico, fatte salve eventuali modifiche all’intesa di cui al punto 5 del Protocollo addizionale alla
legge 25 marzo 1985, n. 121.
4.    I periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro fanno parte integrante dei
percorsi formativi personalizzati ai sensi dell’articolo 4, comma 2, del decreto legislativo 15 aprile
2005, n. 77. La valutazione, la certificazione e il riconoscimento dei crediti relativamente ai percorsi
di alternanza scuola-lavoro, ai  sensi del predetto decreto legislativo, avvengono secondo le
disposizioni di cui all’articolo 6 del medesimo decreto legislativo.
5.       Sono ammessi alla classe successiva gli alunni che in sede di scrutinio finale conseguono un
voto di comportamento non inferiore a sei decimi e, ai sensi dell’articolo 193, comma 1, secondo
periodo, del testo unico sulla legislazione scolastica approvato con decreto legislativo n. 297 del
1994, una votazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline
valutate con l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente. La valutazione finale
degli apprendimenti e del comportamento dell’alunno è riferita a ciascun anno scolastico.
6.     Nello scrutinio finale il consiglio di classe sospende il giudizio degli alunni che non hanno
conseguito la sufficienza in una o più discipline, senza riportare immediatamente un giudizio di
non promozione. A conclusione dello scrutinio, l’esito relativo a tutte le discipline è comunicato
alle famiglie. A conclusione degli interventi didattici programmati per il recupero delle carenze
rilevate, il consiglio di classe, in sede di integrazione dello scrutinio finale, previo accertamento del
recupero delle carenze formative da effettuarsi  entro la fine del medesimo anno scolastico e
comunque non oltre la data di inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo, procede alla
verifica dei risultati conseguiti dall’alunno e alla formulazione del giudizio finale che, in caso di
esito positivo, comporta l’ammissione alla frequenza della classe successiva e l’attribuzione del
credito scolastico.

Articolo 5
assolvimento dell’obbligo di istruzione

1.  L’obbligo di istruzione è assolto secondo quanto previsto dal regolamento adottato con
decreto del Ministro della pubblica istruzione 22 agosto 2007, n. 139, nel quadro del diritto-dovere
all’istruzione e alla formazione di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76 e al decreto
egislativo 17 ottobre 2005, n. 226.

Articolo 6
Ammissione all’esame conclusivo del secondo ciclo dell’istruzione

1.  Gli alunni che, nello scrutinio finale, conseguono una votazione non inferiore a sei decimi in
ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto secondo
’ordinamento vigente e un voto di comportamento non inferiore a sei decimi sono ammessi
all’esame di Stato.
2.  Sono ammessi, a domanda, direttamente agli esami di Stato conclusivi del ciclo gli alunni che
hanno riportato, nello scrutinio finale della penultima classe, non meno di otto decimi in ciascuna
disciplina o gruppo di discipline e non meno di otto decimi nel comportamento, che hanno seguito
un regolare corso di studi di istruzione secondaria di secondo grado e che hanno riportato una
votazione non inferiore a sette decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline e non inferiore
a otto decimi nel comportamento negli scrutini finali dei due anni antecedenti il penultimo, senza
essere incorsi in ripetenze nei due anni predetti. Le votazioni suddette non si riferiscono
all’insegnamento della religione cattolica.
3.  In sede di scrutinio finale il consiglio di classe, cui partecipano tutti i docenti della classe,
compresi gli insegnanti di educazione fisica, gli insegnanti tecnico-pratici nelle modalità previste
dall’articolo 5, comma 1-bis e comma 4, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297 e successive
modificazioni, i docenti di sostegno, nonché gli insegnanti di religione cattolica limitatamente agli
alunni che si avvalgono di quest’ultimo insegnamento, attribuisce il  punteggio per il credito
scolastico di cui all’articolo 11 del decreto del Presidente della Repubblica 23 luglio 1998, n. 323 e
successive modificazioni.
4.  Gli esiti finali degli esami sono resi pubblici mediante affissione all’albo della scuola, ai sensi
dell’articolo 96, comma 2, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

Articolo 7
Valutazione del comportamento
1.  La valutazione del comportamento degli alunni nelle scuole secondarie di primo e di secondo
grado, di cui all’articolo 2 del decreto legge, si propone di favorire l’acquisizione di una coscienza
civile basata sulla consapevolezza che la libertà personale si realizza nell’adempimento dei propri
doveri, nella conoscenza e nell’esercizio dei propri diritti, nel rispetto dei diritti altrui e delle regole
che governano la convivenza civile in generale e la vita scolastica in particolare. Dette regole si
ispirano ai principi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249 e
successive modificazioni.
2.  La valutazione del comportamento con voto inferiore a sei decimi in sede di scrutinio
intermedio o finale è decisa dal consiglio di  classe nei confronti dell’alunno cui sia stata
precedentemente irrogata una sanzione disciplinare ai sensi dell’articolo 4, comma 1, del decreto
del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249 e successive modificazioni, e al quale si
possa attribuire la responsabilità, nei contesti di cui al comma 1 dell’articolo 2 del decreto legge,
dei comportamenti:
a.  previsti dai commi 9 e 9-bis dell’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica
24 giugno 1998, n. 249 e successive modificazioni;
b.  che violino i doveri di cui ai commi 1, 2 e 5 dell’articolo 3 del decreto del Presidente
della Repubblica 24 giugno 1998, n. 249 e successive modificazioni.
3.  Ciascuna istituzione scolastica può autonomamente determinare, anche in sede di
elaborazione del piano dell’offerta formativa, iniziative finalizzate alla promozione e alla
valorizzazione dei comportamenti positivi, alla  prevenzione di atteggiamenti negativi, al
coinvolgimento attivo dei genitori e degli  alunni, tenendo conto di quanto previsto dal
regolamento di istituto, dal patto educativo di corresponsabilità di cui all’articolo 5-bis del decreto
del Presidente della Repubblica 24 giugno 1998, numero 249 e successive modificazioni e dalle
specifiche esigenze della comunità scolastica e del territorio. In nessun modo le sanzioni sulla
condotta possono essere applicate agli alunni che manifestino la propria opinione come previsto
dall’articolo 21 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Articolo 8
Certificazione delle competenze

1.  Nel primo ciclo dell’istruzione, le competenze acquisite dagli alunni sono descritte e
certificate al termine della scuola primaria e, relativamente al termine della scuola secondaria di
primo grado, accompagnate anche da valutazione in decimi, ai sensi dell’articolo 3, commi 1 e 2,
del decreto legge.
2.  Per quanto riguarda il secondo ciclo di istruzione vengono utilizzate come parametro di
riferimento, ai fini del rilascio della certificazione di cui all’articolo 4 del decreto ministeriale 22
agosto 2007, n. 139, le conoscenze, le abilità e le competenze di cui agli allegati 1 e 2 del medesimo
decreto.
3.  La certificazione finale ed intermedia, già individuata dall’accordo in Conferenza unificata
del 28 ottobre 2004 per il riconoscimento dei crediti formativi e delle competenze in esito ai
percorsi di istruzione e formazione professionale, è definita dall’articolo 20 del decreto legislativo
17 ottobre 2005, n. 226.
4.  La certificazione relativa agli  esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione
secondaria di secondo grado è disciplinata dall’articolo 6 della legge 10 dicembre 1997, n. 425 e
successive modificazioni.
5.  Le certificazioni delle competenze concernenti i diversi gradi e ordini dell’istruzione sono
determinate anche sulla base delle indicazioni espresse dall’Istituto Nazionale per la Valutazione
del Sistema di Istruzione (INVALSI) e delle principali rilevazioni internazionali.



Allegati o Link utili:

Valutazione degli apprendimenti e del comportamento - Valutazione della Condotta - Voto di Condotta - Nuova Circolare

Voto in condotta - Decreto ministeriale n. 5 del 16 gennaio 2009 del MIUR Sette condotta ora cinque

Attuazione del D.L. n. 137 del 1/9/08, convertito con modificazioni nella legge 30 ottobre 2008, n. 169

Modifiche Regolamento Statuto studenti e studentesse, patto educativo, sanzioni disciplinari

Reintroduzione del voto di condotta

Conversione in Legge del D.L. n.137/08 - Decreto Gelmini

D.L. n.137/08 del 1/9/08 decreto Gelmini


Fonte: governo.it  e http://www.flcgil.it
Data originaria di pubblicazione: 13/13/2009 h. 19:54:00




Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.
(N.B.: se qualcuno volesse dare un parere o intervenire nel merito dell'articolo può farlo tramite la sezione `Scrivimi` inviandolo a Webprof. Grazie.)
 




Ricerca
Ricerca:
· Cerca altri articoli nello stesso argomento: Normativa Scolastica
· Cerca altri articoli dello stesso autore: Webhome

Number One
Articolo più letto relativo a Normativa Scolastica:
Orario visite fiscali, malattia - fasce reperibilità insegnanti e ATA, pubblicato in Gazzetta ufficiale del 20 gennaio il DM n.206 del 18/12/09


OPZIONI:
 Invia Articolo a un Amico  Invia Articolo a un Amico

Mi spiace ma queste altre opzioni sono disponibili solo per i membri (quindi registrati) della WebCommunityLab:

  Solo Membri WebCommunityLab: registrati!

facebook

diggita

blink it

segnalo

tag on del.icio.us

furl it

search technorati

Wi Live

Save to YahooMyWeb

reddit this

oknotizie

digg this




 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community




Selezione News Scuola by profScaglione.it

» ?Voi G20, noi il futuro?: l'adesione della FLC CGIL
Comunicato stampa della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL

» Concorso ordinario primaria infanzia e secondaria: presentato il nuovo regolamento che recepisce le novità introdotte dal decreto ?Sostegni-bis?
La nostra richiesta: riconoscere il 30% dei posti ai precari con 3 anni di servizio e aprire subito il confronto sulla...

» Scuola, fuga della chiesa cattolica dall'istruzione paritaria. E anche il Covid ha influito

In cinque anni la presenza sul territorio nazionalela presenza è diminuita dell'8% Nel 2021/2022, hanno cessato di esistere 20 istituti


» PON ?Per la Scuola? e Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: approvate le graduatorie dell'avviso denominato ?Digital Board?
Approvati 6.797 piani. Risorse per oltre 77 milioni di euro. Le risorse disponibili sono pari a 455 milioni di euro...

» Decreto direttoriale 353 del 26 ottobre 2021 - Approvazione delle graduatorie delle istituzioni scolastiche ammesse a finanziamento per l'avviso Digital board
Decreto direttoriale 353 del 26 ottobre 2021 - Approvazione delle graduatorie delle istituzioni scolastiche ammesse a finanziamento per l'avviso Digital board





Ricerca in `Selezione News` by profScaglione.it

SCUOLA (0)
(notizie dal mondo della scuola)
SCUOLA/Lombardia (13)
SCUOLA/Nazionale (5)
SCUOLA/Riforma Superiori (3)
SCUOLA/Bergamo (7)

QUOTIDIANI (0)
(news dai principali quotidiani italiani)
Gazzetta dello Sport (11)
La Repubblica (12)
Corriere della Sera (15)

ALIMENT.NE-SALUTE (0)
Tutte le News inerenti l`alimentazione, la nutrizione e le patologie correlate all`alimentazione
Alim.ne-Salute/Varie (10)
Ministero della Salute (11)

Ci sono 3 categorie principali, 9 sotto-categorie e 470013  news.
Puoi effettuare una ricerca tra le news:
Cerca:




Benvenuto!  Ciao!

Benvenuto nel nostro Sistema di Ricerca.
Qua puoi cercare all'interno della WebCommunityLab di profScaglione.it utilizzando tutta la potenza di Google.
Scrivi una o più parole nel box di ricerca qua sotto e ti appariranno i risultati.

Ricerca personalizzata

Cerca nel Web:Cerca nel Web con Google




Progetti profscaglione.it

Nome Progetto Rapporti Lavori Status Progressione
Ambienti della WebCommunityLab 1 0 6. Testing 95% terminato95% terminato
Enciclopedia di Scienza degli Alimenti e Biologia 1 0 2. Avvio 10% terminato10% terminato





 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 5.480 secondi (263)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine