Crea il tuo Account

Home Page
  Mi Piace WebCommunityLab  Segui WebCommunityLab  Cerca nel Sito Notizie Scuola Materiali Didattici News Community Forums Tuo Account
    



 
 Ti trovi in:Home Page > Ambiente Notizie-Scuola  >  News Scuola

Riconoscimenti profScaglione.it

©

Info Utenti

Login

Nickname:
Password:
Login:

 

Social Registration Registrati
Passa da qui se hai già un account su Facebook

Termini di Servizio

Clicca su Accetto Termini Servizio per la loro accettazione e per dichiarare di avere almeno 13 anni: ti compariranno i loghi Social con cui potrai registrarti istantaneamente!


 

Ciao Utente Anonimo



Registrati direttamente qua su profScaglione.it

   Registrati


Hai perso la tua Password?




 

Guarda Lista Membri WebCommunityLab
Utenti

Membri del Sito:
Ultimi Membri Registrati alla WebCommunityLab Ultimo registrato:
     peppelarosa 
Numero totale Membri WebCommunityLab Complessivi: 1687

Persone Online:
Numero degli Ospiti Online in questo momento Ospiti: 18

Traffico:



Navigazione Sito

 Ambienti 
 HOME PAGE
 Ambienti
 Info-Statistiche
 Notizie-Scuola
 Didattica-Alimentazione
 Social-Community
 Giochi-Svago
 Aiuto-Risorse
 Info 
 Info-Statistiche
 Dedica Sito
 Chi siamo?
 Riconoscimenti
 Staff
 Contattaci
 Mappa Sito I
 Mappa Sito II
 Raccomanda il Sito
 Progetto_El_Awards2
 Presentazione WebCommunityLab
 Progetti
 Fai Proposte sui Progetti
 Partecipa alla WebCommunity
 Privacy
 TerminiServizio
 Bibliografia-Crediti
 Rss Notizie Scuola
 Rss Community
 Rss Enciclopedie Vocaboli
 Rss Ricette Community
 Rss Alimenti Community
 Rss Video YouTube
 Sistema Ricerca Globale
 Statistiche 
 Info-Statistiche
 Ricette più Viste
 Ricette più Votate
 Alimenti più Visti
 Alimenti più Votati
 Statistiche Forum
 Top Ten
 Sistema Ricerca Globale
 News Scuola 
 Notizie-Scuola
 News Scuola
 Argomenti Notizie Scuola
 News Ctg Prof
 News Ctg Stud-Prof
 News Ctg Studenti
 News Ctg Genitori-Stud
 News Ctg Presidi
 News Ctg Scuole
 News Ctg ATA
 News Ctg IPSSAR Nembro
 News Ctg Tutti
 Archivio Notizie Scuola
 Tags Scuola
 Forum Esami di Stato
 Forum Nuovi IPSSAR
 Sistema Ricerca Globale
 Didattica 
 Didattica-Alimentazione
 News Alimentazione
 Argomenti Alimentazione
 News Ctg Classi 1^
 News Ctg Classi 2^
 News Ctg Classi 3^
 News Ctg Classi 4^
 News Ctg Classi 5^
 News Ctg Tutte le Classi
 News Novità Sito
 Archivio News Alimentazione
 Enciclopedie
 Prove Strutturate
 Interrogatore
 Forums
 Mappa Ipertestuale Alimentazione Classe 5^
 Tags Alimentazione
 Ricette
 Alimenti
 Cruciverba-Alimentazione
 Impiccato Cl. 1^
 Impiccato Cl. 2^
 Impiccato Cl. 3^
 Impiccato Cl. 4^
 Impiccato Cl. 5^
 Calcolo I.M.C.
 Fabbisogni Energia
 Equivalenze
 Acronimi
 Sistema Ricerca Globale
 Social-Community 
 Social-Community
 Fan-Facebook-Twitter
 Il Tuo Account
 Messenger
 The Wall - Muro
 Messaggi Privati
 Chat
 Poesie
 Racconti Narrativa
 Guestbook Sito
 Cartoline Virtuali
 Citazioni
 Barzellette
 Sistema Ricerca Globale
 Giochi 
 Giochi-Svago
 Tris
 Impiccato Cl. 1^
 Impiccato Cl. 2^
 Impiccato Cl. 3^
 Impiccato Cl. 4^
 Impiccato Cl. 5^
 Scacchi
 MasterMind
 Sudoku
 Coloku
 Cruciverba-Alimentazione
 Cerca Parole
 Sistema Ricerca Globale
 Svago e Relax 
 Giochi-Svago
 Barzellette
 Ricette
 Citazioni
 Cani
 Gatti
 Pesci
 Uccelli
 Rettili
 Automobili
 FIFA World Cup
 Sistema Ricerca Globale
 Aiuto 
 Aiuto-Risorse
 Come_Registrarsi
 Aiuto Online
 Contattaci
 Invio Files Materiali
 Sistema Ricerca Globale
 Cerca in Acronimi
 Cerca in Barzellette
 Cerca in Poesie Amore
 Cerca in Altre Poesie
 Cerca Utenti
 Cerca Notizie Scuola
 Cerca News Community
 Cerca nei Forums
 Cerca in Ricette
 Cerca in Alimenti
 Cerca in Enciclopedia Alimenti
 Cerca in Enc. TSPC-TSPS
 Cerca in Gallery Multimediale
 Risorse 
 Aiuto-Risorse
 Crea Password
 Codice Fiscale
 Whois
 Nuke Generator
 GUIstuff
 Nuke Tools
 PHP-Nuke Tools
 Flash Tools
 Style Tools
 Crea Bottoni
 Creazione Banner
 Testo Scorrevole
 Testo 3d
 Convertitore Date Unix
 Byteconverter
 Sistema Ricerca Globale
 Partecipa 
 Partecipa alla WebCommunity
 News Alimentazione
 Invio Files Materiali
 Invia Vocabolo Enciclopedia
 Invia Ricetta
 Invia Alimento
 Invia Tuo Muro
 Invia Tua Poesia
 Invia Barzelletta
 Invia Tuo Link
 Invia Img x Gallery
 Fai Proposte sui Progetti
 Segnala o Consiglia
 Sistema Ricerca Globale

Ricerca Globale





La News Scuola più letta del mese

Mi spiace ma in questo mese non sono state pubblicate News

Ci spiace ma in questo mese non sono ancora state pubblicate News

Social

Condividi WebCommunityLab su
Facebook e Twitter


la WebCommunityLab è su Facebook!

Diventa Fan della WebCommunityLab:


la WebCommunityLab è su Twitter!


Guarda il canale wcl su YouTube!

Vai alla pagina della WebCommunityLab su YouTube

 

Tags Cloud Scuola


nota prot. n. 35 del 13 ottobre 2008 solidarieta` esami di stato provincia Catania progressione carriera SIDI perdita ore TSPS Fioroni tabelle di confluenza vicepresidi linee guida in materia di orientamento lungo tutto l arco della vita area comune nuovi istituti professionali settore servizi esami di stato provincia Bergamo Regolamento statuto studenti e studentesse composizione commissioni esami stato provincia Reggio emilia Linee guida Allegato A.2 O.M. n.37 prot. n.316 del 19/5/2014 fasce orarie di reperibilita` visite fiscali aspettativa motivi di lavoro opzione Prodotti dolciari artigianali e industriali spagnolo biennio professionali dotazione provinciale interventi didattici individualizzati a.s.2002/03 terza prova esami di stato 2010 legge 6 agosto 2008 Istituto alberghiero materie esami di stato 2014 Programmi Ministeriali Nuovi Istituti Alberghieri profilo istituti tecnici assenteismo

Categorie News Scuola


Studenti Prof
Studenti
Prof Insegnanti
Tutti
Ipssar Nembro
Dirigenti Presidi
Scuole Istituti
Genitori Studenti
ATA Amministrativi Bidelli

Argomenti News Scuola


Ultime
Normativa Scolastica
IPSSAR
Tracce Temi Esami di Stato
Società
Esami di Stato - Maturità
Istituti Professionali
Europa
Diversamente Abili
Orientamento Scolastico
Note Ministero
TIC e Tecnologie Digitali
Sistema Informativo MIUR, AT ex USP
Concorsi Scuola
Istituti Enogastronomia Ospitalita` Alberghiera ex Ipssar
Web Accessibile
Graduatorie Docenti
Istituti Tecnici
Funzione Pubblica

News casuale profscaglione.it


Lunedì 29 giugno 09 si svolgerà negli Ipssar - Scuola alberghiera, come in quasi tutte le altre scuole, la terza prova, "quizzone" dell'esame di stato - Maturità a.s. 2008/09. Quasi certamente al suo interno sarà presente la materia "Alimenti e Alimentazione" non essendo uscita neanche quest'anno come seconda prova (Scienza degli Alimenti).



Argomento Casuale Scuola

Graduatorie Docenti

Cerca in:
Graduatorie Docenti

Graduatorie docenti definitive ad esaurimento I II e III fascia Ruolo Scuola secondaria di secondo grado provincia di Bergamo a.s. 2012/13
Graduatorie docenti definitive ad esaurimento I II e III fascia Supplenze Scuola secondaria di secondo grado provincia di Bergamo a.s. 2012/13
Graduatorie definitive Scuola Secondaria Secondo Grado provincia di Bergamo Nomine Tempo Determinato 3/8/11 - D.M. n. 44 del 12/5/11, triennio 2011/14
Graduatorie definitive Scuola Secondaria Secondo Grado provincia di Bergamo ad Esaurimento del 3/8/11 D.M. n. 44 del 12/5/11, triennio 2011/14

News casuali sulla scuola

News casuale scuola
Giovedì, 16 giugno 2016
Tema Maturità Esame di stato - Istituto alberghiero Traccia uscita Seconda prova: Alimenti e Alimentazione M508 anno 2015 A.S. 2014/15 IPSSAR Scuola alberghiera

Lunedì, 29 febbraio 2016
Materie Esami Maturità Esame di stato 2016 Istituto alberghiero Seconda prova scritta Maturita A.S. 2015/16 IPSSAR Scuola alberghiera Enogastronomia Uscite

Giovedì, 18 giugno 2015
Previsioni Traccia Alimentazione Alberghiero Seconda prova scritta IPSSAR 2015 Alimenti e Alimentazione Maturita` Esami di Stato 2014/15

Giovedì, 04 giugno 2015
Commissioni Esami di Stato 2015 Maturità: uscite le commissioni con i commissari esterni e presidenti provincia di Bergamo a.s. 14/15

Giovedì, 29 gennaio 2015
Materie Esami Maturità Esame di stato 2015 Istituto alberghiero Seconda prova scritta Maturita A.S. 2014/15 IPSSAR Scuola alberghiera Maturità prove Uscite Enogastronomia

Archivio

Ultime News Scuola per ogni Categoria

Studenti Prof
Clicca sul link per Leggere la NewsGlobal Junior Challenge 2017 - 8^ edizione
Clicca sul link per Leggere la NewsMaterie Esami Maturità Esame di stato 2017 Istituto alberghiero Seconda prova scritta Maturita A.S. 2016/17 IPSSAR Scuola alberghiera Enogastronomia Uscite

Studenti
Clicca sul link per Leggere la NewsTema Maturità Esame di Stato Istituto Alberghiero Opzione Pasticceria Traccia uscita Seconda prova: Alimenti e Alimentazione M508 A.S. 2014/15 IPSSAR Scuola alberghiera
Clicca sul link per Leggere la NewsTraccia Simulazione Ministero Seconda prova Esami di Stato Alimentazione Alberghiero IPSSAR Enogastronomia 2015

Prof Insegnanti
Clicca sul link per Leggere la NewsDiscipline caratterizzanti i singoli corsi di studio sulle quali si svolgeranno le seconde prove scritte degli Esami di Stato 2014/15 Licei
Clicca sul link per Leggere la NewsDiscipline caratterizzanti i singoli corsi di studio sulle quali si svolgeranno le seconde prove scritte degli Esami di Stato 2014/15 Istituti Tecnici

Tutti
Clicca sul link per Leggere la NewsCaratteristiche WebCommunityLab
Clicca sul link per Leggere la NewsLa didattica nella WebCommunityLab

Ipssar Nembro
Clicca sul link per Leggere la NewsElezioni RSU 2006 IPSSAR Nembro: confronto con il 2003
Clicca sul link per Leggere la NewsScuola chiusa anche domani, sabato 28 gennaio'06

Dirigenti Presidi
Clicca sul link per Leggere la NewsAspetti finanziari, organizzazione, gestione laboratori tecnico pratici cucina e sala Istituti alberghieri IPSSAR >> Istituti Enogastronomia Ospitalita` Alberghiera
Clicca sul link per Leggere la NewsNuove norme in materia disciplinare Dirigenti scolastici: infrazioni, sanzioni e sospensione cautelare di cui al decreto legislativo 27/10/09, n. 150

Scuole Istituti
Clicca sul link per Leggere la NewsEsami di Stato di istruzione secondaria di secondo grado Commissioni di esame Presentazione domande on line - scheda modello ES-1
Clicca sul link per Leggere la NewsAlternanza scuola lavoro nelle classi quinte degli istituti professionali e alberghieri (IPSSAR) attivate nel corrente anno scolastico 2010/11

Genitori Studenti
Clicca sul link per Leggere la NewsIscrizioni Scuole Infanzia e Scuole ogni ordine e grado per anno scolastico 12/13 Scuole secondarie superiori di secondo grado C.M. n. 110 29/12/11
Clicca sul link per Leggere la NewsIscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2011/2012 Scuole secondarie superiori di secondo grado - C.M. n. 101 30/12

ATA Amministrativi Bidelli
Clicca sul link per Leggere la NewsNuove norme in materia disciplinare Personale ATA: infrazioni, sanzioni disciplinari e sospensione cautelare di cui al decreto legislativo 27/10/09, n. 150

Ultime Scuola dal Forum

Forums

posterModalità di svolgimento seconda prova Esami di Stato 2014/15
posterCompenso commissari interni su due commissioni
posterAutorizzazione utilizzo mezzo proprio Commissario Esami
posterProgrammi Ministeriali Italiano e Storia classi 1^ e 2^
posterCompenso commissari esterni non in servizio

Cerca News Scuola

Cerca News Scuola
Ricerca in:



Cerca nelle News-RSS

Cerca nei feed

Indice Downloads


-Classi 1^ (4)

--Esercitazioni di Laboratorio (2)

Materiali Didattici Classi (2)

-Classi 3^ (9)

-Istituti Professionali (4)

-Mobilità personale scuola (1)

-Software Utili (5)

-Verifiche Scritte (7)

Pubblicazioni (4)

Software Didattici (5)

-Software (1)


WebCommunityLab Mobile

WebCommunityLab di profScaglione.it è anche Mobile: le ultime 10 `News del Sito` e le ultime 10 `News della WebCommunityLab`, direttamente da cellulari, palmari e smartphone, attraverso delle pagine `leggere` create appositamente per questo scopo! Da non usare con il normale pc!
Questo è il link da digitare sul tuo Cellulare:
www.profscaglione.it/mobile

Ultimi Video Ufficiali

Count Down

Alla Fine della Scuola mancano .....
6 anni, 182 giorni, 13 ore, 29 minuti, 16 secondi fa


Post-it Mail
Hai letto una scadenza importante? Se sei un membro della Community puoi inviarti in automatico una email uno o più giorni prima con: `Post-it Mail`, servizio gratuito della WebCommunityLab!

Categoria Casuale Video Utili
Sicurezza in Rete

Sicurezza in Rete

Argomenti WebCommunityLab


Notizie
Vacanze
Novità
Nuovi Moduli
Nuovi Blocchi
Novità Forum
Nuovi Addon

  
 

Navigazione Ambienti WebCommunityLab

Info-Statistiche
News Scuola
Didattica & Alimentazione
Social-Community
Giochi $ Svago
Help

 


Prof Insegnanti:

Parere CNPI-Consiglio Nazionale Pubblica Istruzione su schema di Regolamento riordino Istituti professionali


Postato/Ultima modifica il: Mercoledi, 27 Gennaio 2010 (9:32:29)
Argomento: Istituti Professionali
-Istituti Professionali




Questo il parere del CNPI-Consiglio Nazionale Pubblica Istruzione sullo schema di Regolamento riguardante il riordino degli Istituti professionali formulato nella seduta del 22 luglio 2009 ...




facebook diggita blink it segnalo tag on del.icio.us furl it search technorati Wi Live Save to YahooMyWeb reddit this oknotizie digg this   



Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per L’Autonomia Scolastica
Segreteria del Consiglio Nazionale della P.I.

MIURAOODGOS prot. n. 7911 Roma, 22.07.2009

All’On.le Ministro - SEDE

Adunanza del 22 luglio 2009
IL CONSIGLIO NAZIONALE DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

Oggetto: Parere sullo schema di regolamento relativo al riordino degli Istituti professionali.
Vista la nota prot. n. 6173 dell’11 giugno 2009 (Dipartimento per l’Istruzione) con la quale è stato
richiesto il parere del CNPI in merito all’argomento in oggetto;
Visti gli artt. 24 e 25 del D.L.vo n. 297 del 16.04.1994;
Vista il documento istruttorio redatto in data 14 luglio 2009 dai Comitati Orizzontali relativi alla
Scuola Secondaria Superiore e agli Istituti di Istruzione Artistica;
Dopo ampio ed approfondito dibattito
E S P R I M E
il proprio parere nei seguenti termini:
Premessa
Il CNPI innanzitutto rileva che sarebbe stato quanto meno opportuno procedere ad una
stesura “in parallelo” degli schemi di regolamento riguardanti i Licei, gli Istituti Tecnici e
Professionali, in modo da assicurare:
• la corrispondenza delle competenze relative alle conoscenze di base con particolare
riguardo a quelle da raggiungere al termine del primo biennio, considerata la
coincidenza di detto biennio con la fascia dell’obbligo;
2
• l’equivalenza di significato tra termini che per loro estensione semantica si prestano
a divergenti interpretazioni come quelli di conoscenza, abilità e competenze,
nonché di locuzioni come quelle di “metodo laboratoriale” e di “pensiero operativo”;
• l’articolazione dei diversi percorsi di studio in coerenza con la funzione
istituzionale della scuola per declinare i livelli essenziali delle prestazioni da
garantire in ogni settore ed indirizzo del secondo ciclo dell’istruzione;
• l’omogeneità nella valutazione dei risultati d’apprendimento, garantita da
parametri e da indicatori adattabili ai diversi curricoli formativi ;
• l’estensione ad ogni ordine di scuola di materie indispensabili alla formazione
civica dei giovani, quali ad esempio il diritto e l’economia, tramite una ragionevole
integrazione dell’orario settimanale delle lezioni.
Il CNPI precisa di essersi già espresso sul riordino dell’istruzione professionale in
occasione della formalizzazione del parere sul documento “Persona, tecnologie e
professionalità – gli istituti tecnici e professionali come scuola dell’innovazione” e pone quelle sue
considerazioni in premessa a questo suo parere.
Il CNPI ribadisce di conseguenza il convincimento che i percorsi di studio degli istituti
professionali debbano trovare una loro caratterizzazione nella diffusione e nella
valorizzazione della cultura del lavoro quale riferimento fondamentale per la formazione
delle giovani generazioni e sostiene che il processo di innovazione debba portare al
superamento di ogni discrasia tuttora esistente tra il conoscere ed il fare, considerata
l’urgenza di mirare alla formazione integrale degli alunni e di assicurare eguale dignità ai
diversi ordini dell’istruzione secondaria superiore.
Ed è alla luce di tali convincimenti che il CNPI si propone di analizzare lo schema di
regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti professionali, e di portare
particolare attenzione sia all’impianto culturale dell’istruzione professionale, sia ai modelli
organizzativi ed alla dotazione delle risorse professionali ed economiche messe a
disposizione della scuola dell’autonomia, al fine di verificare se sussiste o meno congruità
tra le disposizioni in regolamento e gli attesi traguardi di qualità.
L’identità degli istituti professionali
L’iter che ha condotto alla identificazione dell’istruzione professionale quale autonomo
segmento del secondo ciclo è stato complesso per via delle complicazioni generatesi a
seguito del riconoscimento alle Regioni della potestà legislativa esclusiva in materia di
istruzione e formazione professionale.
Con le modifiche apportate al Decreto Legislativo 226/05 dall’art. 13 della legge 40/07, si è
proceduto alla distinzione tra gli istituti professionali ed i percorsi di formazione
professionale, ponendo i primi a capo dello Stato ed i secondi in conto alle Regioni.
Gli istituti professionali risultano così parte integrante del sistema dell’istruzione
secondaria superiore e sono volti a “far acquisire agli studenti competenze spendibili in vari
contesti di vita e di lavoro” ed a mettere “i diplomati in grado di assumere autonome
responsabilità nei processi produttivi e di servizio e di collaborare costruttivamente alla soluzione
dei problemi”.
3
Il CNPI condivide pertanto il richiamo “all’uso sistematico di metodi che valorizzino
l’apprendimento per mezzo di esperienze in contesti formali, non formali e informali” e si
riconosce nella sollecitazione alla “scelta metodologica dell’alternanza scuola lavoro” per un
costruttivo collegamento con il territorio, nella convinzione che gli istituti professionali
possano completare la gamma delle opportunità da offrire alle giovani generazioni nella
loro qualità di percorsi volti a incrociare le diverse e distinte vocazioni della persona,
senza pregiudizi o qualsivoglia forma di penalizzazione.
In tale ottica, appare risolutiva la rappresentazione che dell’istruzione professionale
sapranno dare gli organi istituzionali, perché possa essere percepita dagli alunni, dalle
famiglie e dalla intera società quale opzione culturale di dignità pari a quella degli altri
segmenti formativi del secondo ciclo.
E’ appena il caso di far notare che gli istituti professionali sono attualmente frequentati
soprattutto dalle fasce deboli in considerazione di un convincimento che nasce da una
visione statica della società e da una ideologia propensa a stabilire una sorta di gerarchia
tra gli ordinamenti scolastici.
Il CNPI ritiene di conseguenza quanto meno preoccupante la palmare distanza esistente
nel regolamento in esame tra gli obiettivi di programma che investono il futuro ruolo degli
istituti professionali ed il persistente e reiterato richiamo alla esigenza di modificare il loro
attuale assetto “senza nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica”, così come considera
incompatibile il disegno di assicurare una indefettibile unitarietà all’impianto culturale
degli istituti professionali con la mancata declinazione delle tutele a salvaguardia del
diritto degli studenti alle pari opportunità formative.
Le misure di accompagnamento
Il regolamento in esame nel definire l’organizzazione dei percorsi degli istituti
professionali si ispira ad una serie di criteri quali:
• La complementarietà tra gli insegnamenti d’istruzione generale e quelli d’indirizzo
in funzione del raggiungimento dei traguardi di competenza previsti dal nuovo
obbligo d’istruzione e dei risultati di apprendimento attesi a conclusione degli
studi;
• L’amplia flessibilità degli orari e dei modelli organizzativi per “ corrispondere alle
diverse esigenze di formazione espresse dagli studenti e dalle loro famiglie”, contenere il
fenomeno della dispersione e dell’abbandono, ed eventualmente operare in
condizione di sussidiarietà d’intesa con le Regioni e le Province autonome;
• La valorizzazione del metodo laboratoriale e del pensiero operativo “per consentire
agli studenti di cogliere concretamente l’interdipendenza tra cultura professionale,
tecnologie e dimensione operativa della conoscenza”;
• La trasparenza degli strumenti di certificazione delle competenze acquisite dagli
studenti, anche per garantire i passaggi tra i sistemi;
• Il raccordo dei modelli organizzativi con gli obiettivi formativi e la conseguente
previsione della costituzione in ciascun istituto di strutture dipartimentali e di un
ufficio tecnico.
4
Sembra pertanto che gli Istituti professionali debbano svolgere un ruolo di rilevanza
strategica nell’ambito del processo di innovazione e che la loro azione debba fare perno
sulla piena valorizzazione dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, essendo la
costruzione dei curricoli e la gestione dei modelli organizzativi demandate agli organi di
governo della scuola cui compete peraltro il compito di interagire in termini costruttivi
con gli organi istituzionali e, in particolare, con l’Ente Regione, depositario della potestà
della programmazione dell’offerta formativa sul territorio.
Risulta, invece, che le istituzioni scolastiche autonome, stante il regolamento in esame, non
solo vengono ulteriormente penalizzate per la riduzione del personale, ma appaiono
destinate ad operare senza le tutele e le garanzie indispensabili per il conseguimento degli
obiettivi di programma di loro competenza.
E’ appena il caso di far notare che il passaggio al nuovo ordinamento, come da art. 8 del
regolamento in esame, è ancora tutto da costruire, essendo demandati a successivi decreti
del Ministro “le indicazioni nazionali riguardanti le abilità e le conoscenze relative ai risultati di
apprendimento”, “gli ambiti, i criteri e le modalità per l’ulteriore articolazione delle aree
d’indirizzo”, la definizione delle “classi di concorso del personale docente, ivi compreso quello da
destinare all’ufficio tecnico” e gli indicatori “per la valutazione e l’autovalutazione”.
Inoltre, non sono del tutto chiari i margini delle competenze attribuite alla scuola
dell’autonomia in materia di utilizzazione della quota di flessibilità dell’orario annuale
delle lezioni in aggiunta a quella del 20% già ad essa riconosciuta, né sono garantite a tutte
le scuole le risorse economiche per un eventuale arricchimento dell’offerta formativa.
Generica, ancorché priva di un apposito impegno finanziario è, infine, la previsione di
“sostenere l’aggiornamento dei dirigenti, dei docenti e del personale amministrativo, tecnico e
ausiliario degli istituti professionali” e di “informare i giovani e le loro famiglie in relazione alle
scelte degli studi da compiere per l’anno 2010/11”.
Innovazione e cooperazione
La cooperazione tra le istituzioni è certamente un fattore di qualità e lo è nella misura in
cui si ispira ai principi della sussidiarietà e della solidarietà.
Il CNPI condivide pertanto la previsione di cui all’art. 2, comma 3, del regolamento in esame e
valuta positivamente la possibilità riconosciuta agli istituti professionali di svolgere “in regime
di sussidiarietà e nel rispetto delle competenze esclusive delle Regioni in materia, un ruolo integrativo e
complementare rispetto al sistema di istruzione e formazione professionale di cui al Capo III del decreto
legislativo 17 Ottobre 2005, n 226, ai fini del rilascio delle qualifiche e dei diplomi professionali..”, nella
convinzione che il sistema dell’istruzione nella sua configurazione istituzionale debba essere
prioritariamente finalizzato all’esercizio del diritto della persona alla sua piena realizzazione.
Chiaramente una siffatta previsione impone una progettazione formativa tanto flessibile,
quanto rigorosa nella declinazione delle competenze chiave e di indirizzo da certificare
sulla base di condivisi e trasparenti criteri di valutazione, in coerenza con gli standard
nazionali ed il quadro europeo dei titoli e delle qualifiche. E se per tale motivo gli istituti
professionali vanno dotati di specifiche risorse in grado di far dialogare la scuola sia con la
formazione che con il mondo del lavoro, è lecito attendersi, una volta legittimata la
possibilità della cooperazione tra l’istruzione e la formazione professionale, la
regolamentazione dei rapporti intercorrenti tra lo Stato e le Regioni in materia di
istruzione e formazione.
5
Risulta peraltro quanto meno vaga ed approssimativa la previsione di cui all’art. 8 comma
2 del regolamento in esame circa la possibilità di pervenire “a specifiche intese tra il
Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il ministero dell’economia e delle finanze e
le singole regioni per la sperimentazione di nuovi modelli organizzativi e di gestione degli istituti
professionali, anche in relazione all’erogazione dell’offerta formativa”.
Infatti, al di là delle disposizioni dettate dalla legge 244/07 in ordine alla possibilità di
“sperimentare, sulla base di un apposito atto di indirizzo del MIUR, di concerto con il MEF,
d’intesa con la Conferenza unificata Stato-Regioni, modelli organizzativi volti ad innalzare la
qualità del servizio d’istruzione e ad accrescere efficienza ed efficacia alla spesa”, permangono la
tutela costituzionale dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e la potestà dello Stato di
fissare norme generali in materia di istruzione e di determinare “i livelli essenziali delle
prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio
nazionale”.
Il CNPI ritiene pertanto che sarebbe opportuno già in sede di Conferenza unificata Stato-
Regioni fissare i criteri di riferimento per attivare le intese interistituzionali e individuare,
già nel regolamento in esame, gli ambiti entro cui farle valere. Permane, infatti, la necessità
di evitare sia la proliferazione delle sperimentazioni e la moltiplicazione degli indirizzi e
dei percorsi di studio, sia la segmentazione del sistema dell’istruzione professionale,
nonché l’obbligo di garantire il carattere statale e nazionale degli istituti professionali.
Gli istituti professionali e l’obbligo d’istruzione
L’attuazione del nuovo obbligo d’istruzione prevede:
• l’organizzazione dei percorsi d’insegnamento in funzione dell’acquisizione di
competenze, quali combinazioni di conoscenze e abilità finalizzate “all’esercizio
consapevole della cittadinanza, alla coesione sociale” ed all’occupazione;
• l’individuazione di una soglia comune di conoscenze per consentire ai giovani di
continuare ad apprendere per tutto il corso della loro esistenza;
• l’attuazione di percorsi formativi anche in cooperazione interistituzionale e con
strutture formative accreditate dalla Regione, per contenere e prevenire la
dispersione scolastica e consentire a tutti di conseguire un titolo di studio o almeno
una qualifica professionale entro il diciottesimo anno di età;
• l’istituzione di un biennio unitario, articolato e fortemente orientativo, nonché “la
riorganizzazione dell’intero processo di istruzione e di formazione, sulla base della
continuità educativa, della flessibilità e dell’articolazione dei curricoli”.
Lo schema di regolamento in esame all’art. 5 riconosce l’esigenza di articolare il primo
biennio in funzione dell’assolvimento dell’obbligo e, nello stesso articolo alla lett. d,
individua nella didattica in laboratorio, nell’analisi e nella soluzione di problemi, nel
lavoro cooperativo per progetti le metodologie adatte all’acquisizione di competenze
trasversali in grado di corrispondere alle diverse esigenze poste dai giovani in formazione,
fermo restante il raccordo tra gli insegnamenti d’istruzione generale con quelli di
indirizzo.
6
Al riguardo il CNPI rileva che nonostante le dichiarate intenzioni di procedere ad una
organizzazione dei percorsi di studio in linea con gli obiettivi fissati dalle norme
sull’obbligo d’istruzione, il dispositivo in esame non fissa le condizioni necessarie per il
pieno esercizio del diritto dovere all’istruzione ed alla formazione.
Appare infatti evidente come in assenza di risorse economiche aggiuntive non sarà
possibile mettere i docenti nelle condizioni di “valorizzare gli intrecci tra gli assi culturali”,
“adeguare i criteri e le modalità di valutazione all’interazione di conoscenze, abilità e competenze” e
sviluppare elementi di continuità e di complementarietà tra le competenze di base e quelle
di indirizzo. Sarebbe inoltre opportuno che l’attività di monitoraggio di cui all’art. 7 del
regolamento in esame riguardasse anche i risultati di apprendimento conseguiti nel corso
del primo biennio e che fosse affidato alle scuole il compito di certificare le competenze
effettivamente acquisite in uscita dall’obbligo.
Il Comitato tecnico scientifico ed il ruolo degli organi collegiali
Il CNPI ritiene che il Comitato tecnico scientifico di cui all’art. 5, comma 3, lett. c, del
regolamento in esame si presti a motivati rilievi sul versante della interpretazione delle
norme di cui al DPR 275/99 relativamente alla area della organizzazione dei servizi
strumentali alla didattica, nonché alle competenze del collegio dei docenti.
Non può sfuggire, infatti, come il ruolo del Comitato presenti aree di possibile
sovrapposizione con le funzioni di altri organi della scuola - dipartimenti e collegio
soprattutto - che andrebbero evitate. A tale fine il CNPI auspica una riforma complessiva
degli organi di governo della scuola.
Desta, inoltre, non poche perplessità la sua composizione, atteso che l’articolazione delle
rappresentanze su base paritetica non trova alcuna fondata motivazione all’interno di un
organismo, qual è il comitato tecnico scientifico, cui si riconoscono funzioni consultive e
di proposta.
Il CNPI ritiene utile sottolineare come solo nella prospettiva di un corretto e costruttivo
rapporto tra scuola e società sia possibile veicolare quella cultura del lavoro posta dal
regolamento in esame ad identità degli istituti professionali e come solo “lo studio,
l’approfondimento e l’applicazione di linguaggi e metodologie di carattere generale e specifico” in
coerenza con i percorsi formativi tracciati sulla base dei distinti settori e dei discendenti
indirizzi, possa tornare realmente utile allo sviluppo economico e produttivo del nostro
Paese.
Il CNPI ritiene pertanto che sia da affidare alla scuola dell’autonomia ogni deliberazione
circa la eventuale costituzione e la composizione del comitato tecnico scientifico, con
l’obiettivo di rendere efficace e produttivo il sistema delle relazioni che intercorre tra i
soggetti dell’educazione ed il mondo del lavoro e con l’avvertenza di interpretare il
processo di riqualificazione dell’istruzione professionale nell’ottica della promozione della
persona quale cittadino e lavoratore.
I Dipartimenti
Il CNPI ritiene che l’istituzione di dipartimenti per il sostegno alla didattica ed alla
progettazione formativa debba assumere una significativa valenza strategica sul piano
organizzativo, in raccordo con il collegio dei docenti.
7
Infatti, proprio la cultura della progettazione formativa si fonda sulla dimensione
collegiale e collaborativa dei docenti e da tempo molte istituzioni scolastiche hanno
individuato nella costituzione dei dipartimenti un modello organizzativo in grado di
consentire il raggiungimento di condivisi obiettivi di qualità nel processo di
insegnamento- apprendimento.
Alla luce di queste considerazioni, il COSSS ritiene che si debba superare l’imposizione
normativa a favore di un’azione a sostegno della funzione docente e della collegialità.
Conclusioni
Il CNPI auspica che in sede di seconda lettura dello schema di regolamento in esame,
vengano recepite le istanze avanzate e che siano presi nella giusta considerazione anche i
seguenti suggerimenti e emendamenti legati a situazioni particolari:
• nell’ambito dell’articolazione degli istituti professionali devono trovare collocazione
alcuni percorsi dell’istruzione artistica particolarmente collegati alle tradizioni culturali
del territorio;
• all’art. 9, punto 3, aggiungere “la Regione autonoma Valle d’Aosta”;
• all’art. 9 aggiungere nuovo punto 3 bis: “Le disposizioni del presente regolamento si
applicano anche alle scuole con lingua d’insegnamento slovena, fatte salve le modifiche ed
integrazioni per gli opportuni adattamenti agli specifici ordinamenti di tali scuole”.
Il CNPI, infine, ritiene inaccettabile ed improponibile la previsione di modificare, già a
partire dal prossimo anno scolastico, i moduli orari delle seconde e terze classi degli
istituti professionali che non garantendo i tempi indispensabili per gestire il passaggio dal
vecchio al nuovo ordinamento nega agli alunni il diritto alla continuità educativa.
La variabile “tempo”, infatti, è elemento costitutivo della continuità educativa, poiché le
modalità organizzative, il sistema di comunicazione e l’elaborazione e l’interpretazione dei
contenuti disciplinari interferiscono con il processo di apprendimento.
Inoltre, una accelerazione del processo di riforma in assenza della definizione di atti
funzionali alla sua attuazione, quali la revisione delle classi di concorso, la composizione
delle cattedre per ciascuno degli indirizzi, l’individuazione degli ambiti , dei criteri e delle
modalità per l’ulteriore articolazione delle aree d’indirizzo, genererebbe solo ulteriore
confusione all’interno della comunità scolastica e rafforzerebbe il convincimento che i
nuovi ordinamenti hanno per obiettivo primario il solo contenimento della spesa e non
certo quello di una effettiva riqualificazione dell’istruzione professionale.

IL SEGRETARIO IL VICE PRESIDENTE
Maria Rosario Cocca Mario Guglietti



Allegati o Link utili:

Bozza Regolamento riordino Istituti Professionali del 13-5-09
Bozza Regolamento riordino Istituti Professionali del 13 maggio 2009

- Riordino degli Istituti Professionali e degli Istituti Tecnici - Nuovi Istituti Professionali e Tecnici - Quadri Orari

Fonti: MIUR


Data originaria pubblicazione: 23/1/10 h 10:00:00

 

 




Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.
(N.B.: se qualcuno volesse dare un parere o intervenire nel merito dell'articolo può farlo tramite la sezione `Scrivimi` inviandolo a Webprof. Grazie.)
 




Ricerca
Ricerca:
· Cerca altri articoli nello stesso argomento: Istituti Professionali
· Cerca altri articoli dello stesso autore: Webhome

Number One
Articolo più letto relativo a Istituti Professionali:
Programma Ministeriale di Matematica Nuovi Istituti Professionali Settore Servizi Biennio Area Comune Riforma Gelmini


OPZIONI:
 Invia Articolo a un Amico  Invia Articolo a un Amico

Mi spiace ma queste altre opzioni sono disponibili solo per i membri (quindi registrati) della WebCommunityLab:

  Solo Membri WebCommunityLab: registrati!

facebook

diggita

blink it

segnalo

tag on del.icio.us

furl it

search technorati

Wi Live

Save to YahooMyWeb

reddit this

oknotizie

digg this




 

Avviso ai visitatori

Avviso importante per i visitatori

Tutti i servizi e le notizie offerti da profscaglione.it sono rigorosamente a carattere gratuito: nonostante la cura profusa dallo Staff sono possibili refusi ed errori di diversa natura; tali servizi vengono offerti così come sono e non si fornisce alcuna garanza sulla continuità degli stessi, che possono sempre essere sospesi od interrotti in qualsiasi momento.

Si tenga inoltre presente che la WebCommunityLab di profscaglione.it è un sito in parte frutto di attività didattica che, per la sua particolare natura, richiede a volte la pubblicazione di materiale non sempre corretto, sull'affidabilita` del quale non si fornisce alcuna garanzia.

Buona navigazione 



* Cerca Globale Sito *

block-cerca_centrale_rid





Con Sistema avanzato di Filtri per le singole Sezioni
e la possibilità (come su Google) di cercare due-tre termini ben precisi mettendoli tra le " " (virgolette: il sistema troverà tutti i documenti in cui le parole tra le virgolette compaiono tutte in quel preciso ordine).


Cerca nelle Notizie / News sulla Scuola

Cerca News Scuola
Notizie sulla Scuola


Cerca nei Forums

Cerca nei Forums
Forums Community


Cerca nelle News della WebCommunityLab

Cerca News WebCommunityLab
News della WebCommunityLab


Cerca in:
Enciclopedia Alimentazione


Cerca nella Enciclopedia Scienza degli Alimenti e Biologia
Enciclopedia Alimentazione


Cerca in:
Enciclopedia Cucina, Enologia
Salabar


Cerca nella Enciclopedia Tecnica dei Servizi, Pratica di Cucina, Enologia
Enciclopedia Tecnica dei Servizi,
Pratica di Cucina, Enologia


Cerca nella Sezione Ricette

Cerca nelle Ricette
Ricette Community


Cerca nella Sezione Alimenti

Cerca neigli Alimenti
Alimenti Community




Selezione News Scuola by profScaglione.it

» Cremona, a teatro i ragazzi che con la pandemia hanno lasciato la scuola

Il progetto "Non uno di meno - La scuola senza cattedra" ha recuperato 50 adolescenti e li ha portato a realizzare uno spettacolo di danza che andrà in scena il 7 dicembre con l'Orchestra Filarmonica Italiana


» Scuola, ora tocca ai nostri figli. Il vaccino under 12 e le esperienze all'estero

La newsletter Dietro la lavagna racconta la partenza prossima, il 16 dicembre, delle immunizzazioni per i più piccoli e tutto quello che hanno insegnato finora le esperienze del "baby vax" all'estero. L'orientamento per le superiori e le vostre belle lezioni. Continuate a...


» 03-12 - Bambini nei conflitti armati: oggi l'evento al Senato
N/A

» ISTAT: sul salario accessorio stato di agitazione unitario
A partire dal 1° dicembre 2021

» Scuola, sciopero 10 dicembre: appello dei sindacati al mondo dell'associazionismo
Nella lettera i quattro segretari generali sottolineano la forte esigenza di un profondo mutamento dei contenuti della legge...





Ricerca in `Selezione News` by profScaglione.it

SCUOLA (0)
(notizie dal mondo della scuola)
SCUOLA/Lombardia (13)
SCUOLA/Nazionale (5)
SCUOLA/Riforma Superiori (3)
SCUOLA/Bergamo (7)

QUOTIDIANI (0)
(news dai principali quotidiani italiani)
Gazzetta dello Sport (11)
La Repubblica (12)
Corriere della Sera (15)

ALIMENT.NE-SALUTE (0)
Tutte le News inerenti l`alimentazione, la nutrizione e le patologie correlate all`alimentazione
Alim.ne-Salute/Varie (10)
Ministero della Salute (11)

Ci sono 3 categorie principali, 9 sotto-categorie e 487357  news.
Puoi effettuare una ricerca tra le news:
Cerca:




Benvenuto!  Ciao!

Benvenuto nel nostro Sistema di Ricerca.
Qua puoi cercare all'interno della WebCommunityLab di profScaglione.it utilizzando tutta la potenza di Google.
Scrivi una o più parole nel box di ricerca qua sotto e ti appariranno i risultati.

Ricerca personalizzata

Cerca nel Web:Cerca nel Web con Google




Progetti profscaglione.it

Nome Progetto Rapporti Lavori Status Progressione
Ambienti della WebCommunityLab 1 0 6. Testing 95% terminato95% terminato
Enciclopedia di Scienza degli Alimenti e Biologia 1 0 2. Avvio 10% terminato10% terminato





 




Questo portale non è una testata giornalistica, è una pubblicazione aperiodica e non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale ai sensi della Legge 7/3/01, n. 62.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta.
Tutti i materiali provenienti da http://it.wikipedia.org sono sotto licenza Creative Commons; tutto il resto: licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)
La responsabilità  degli scritti (articoli, messaggi, interventi sui forum, ...) è dei relativi autori: al riguardo profscaglione.it declina ogni responsabilità.



Webmaster and Administrator: prof. Flavio Scaglione.

Generazione pagina: 4.831 secondi (260)




Toolbar orizzontale Ambineti WebCommunityLab di profScaglione.it al fondo delle pagine